Arenaways, Torino-Milano a 10 euro per tutto marzo

Arenaways rilancia la promozione

A tre mesi dal viaggio inaugurale, la compagnia privata di trasporto ferroviario Arenaways conferma la promozione 10 euro a tratta e 100 euro l’abbonamento mensile. E ne approfitta per fare un primo bilancio.

Circa 1110 i passeggeri trasportati ogni giorno da novembre ad oggi, con una media settimanale che oscilla tra gli 800 e i 1000. Numeri ben lontani dal potenziale, per la tratta Torino-Milano, ma penalizzati dalle fasce orarie concesse da Rfi e dal divieto, imposto dall’Ursf, di effettuare fermate intermedie.
Motivi che hanno spinto Arenaways a fare ricorso all’Antitrust per abuso di posizione dominante e al Tar del Lazio per il provvedimento dell’Ursf (il Tar si esprimerà il 10 marzo).

“La cosa che più mi amareggia di quanto accaduto finora – dichiara Giuseppe Arena, patron della compagnia – è l’atteggiamento assunto da tutto il sistema politico, rimasto impassibile di fronte al danno economico provocato al tessuto socio‐economico di questo Paese: primo, perché si ostacola lo sviluppo di una nuova impresa; secondo perché RFI, pubblica e quindi mantenuta con i soldi dei contribuenti, viene pagata dagli operatori privati a cui concede le tracce, quindi anche da Arenaways… in teoria dovrebbe essere interessata alla nascita di iniziative private… più operatori privati più soldi in cassa”.

Nonostante ciò la scommessa Arenaways va avanti: da questa primavera ripartiranno le collaborazioni con DB Autozug e con EECT AutoSlaap Trein per il servizio di trasporto passeggeri con auto e moto al seguito da e per la Germania e l’Olanda, rilanciando come hub internazionali, oltre alle stazioni di Alessandria e Livorno, da quest’anno, anche Trieste. Ed entro la fine dell’anno partiranno i collegamenti con Bolzano e Verona, portando così i viaggi a superare i 600 all’anno.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner