Il nuovo governo e gli interventi sul settore auto

Ci sono grandi speranze per le riforme del "governo delle competenze"

Come il nuovo governo vuole dare una svolta al settore automobilistico? Con tagli alla fiscalità sull’auto, un settore che in Italia incide per il 12% sul Pil, e supporto ai veicoli a basse emissioni per aiutarne l’entrata nel mercato. Un segnale di svolta secondo Unrae, Federauto e Anfia.

Filippo Pavan Bernacchi, ricordando che il settore auto in Italia occupa oltre 1.000.000 persone, spiega: “Vorrei dire al nuovo Governo che noi di Federauto abbiamo già pronte delle proposte a costo zero per lo Stato che potrebbero ottenere più risultati: aumentare le entrate fiscali, svecchiare il parco auto, aiutare l’ecologia, diminuire i costi degli incidenti stradali, difendere i posti di lavoro e le nostre aziende” e chiede “Di togliere l’acceleratore dalle accise sulle benzine e di annullare l’aumento dell’IPT”.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner