TrasporTiamo, Guidati dalla passione

Il 7 Febbraio a Roma, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, si è tenuta la conferenza stampa per la presentazione della nuova campagna per la sicurezza stradale, promossa dal Comitato Centrale dell’Albo degli autotrasportatori*: TrasporTiamo.

Questa è la quarta campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale promossa dall’Albo dei trasportatori dopo le precedenti campagne, “Siamo tutti sulla stessa strada” del 2001, “TIRispetto” del 2006 e “La sicurezza per gemellare l’Europa” del 2009. Il lavoro svolto fino ad oggi, sicuramente, agevolato da una maggior presa di coscienza degli operatori, dall’evoluzione dei sistemi di sicurezza dei veicoli e “last but not least” dal nuovo codice della strada (con l’introduzione dalla patente a punti e di regolamentazioni più severe) ha fatto si che il coinvolgimento dei veicoli da trasporto negli incidenti mortali sia diminuito, dal 1991 ad oggi, di circa il 50%.

All’evento hanno partecipato: il Presidente del Comitato Centrale Albo Autotrasportatori, Bruno Amoroso;  il Coordinatore scientifico Comitato Centrale Albo Autotrasportatori, Rocco Giordano; il Presidente di TCommunication, Giorgio Rametto; Francesco Del Boca, rappresentante delle associazioni di categoria; Bartolomeo Giachino, Presidente della Consulta Generale per l’Autotrasporto e la Logistica.

La campagna di quest’anno è mirata al grande pubblico, quindi non solamente  agli operatori del settore, per sottolineare come le strade diventino più sicure, non solo con maggiori controlli, ma anche con la collaborazione di tutti gli utenti. E’ solo col reciproco rispetto, ponendosi alla guida in stato di perfetta salute e coscienza, rispettando leggi e regolamenti, avendo l’assoluta padronanza del mezzo, che si possono raggiungere livelli di sicurezza maggiori.

Da questo punto di vista l’autotrasportatore deve rappresentare un esempio da imitare, da professionista del volante, attraverso la diffusione della cultura della strada e del valore del rispetto per la propria vita e quella altrui.

La campagna TrasporTiamo si svolgerà in 7 fasi:

- 1. Carichi di sicurezza

300 veicoli di aziende italiane di autotrasporto circoleranno sulle strade italiane con il logo TrasporTiamo applicato sul retro dei mezzi tramite pellicola adesiva.

2. Trasportiamo valori

A un pool di giovani artisti verrà chiesto di interpretare il loro ideale di sicurezza stradale; successivamente i dipinti verranno stampati su pellicole adesive da applicare a 30 camion che si trasformeranno così in opere d’arte itineranti.

3. Sicurezza e relazioni

TrasporTiamo creerà un “Alfabeto della Sicurezza” in grado di indicare agli utenti della strada eventuali problemi e proporre l’autotrasportatore come capofila capace di suggerire i comportamenti più adeguati. Appositi segnali coordinati e condivisi dall’intera filiera della strada (autotrasportatori, automobilisti, imprese di servizi e infrastrutture, media e istituzioni) saranno in grado di comunicare emergenze immediate, come incidenti, scarsa visibilità o altro. I segnali, ideati e realizzati in collaborazione con le forze dell’ordine, verranno diffusi attraverso i mezzi dell’Albo, le comunicazioni degli enti stradali, i media generalisti e le attività delle istituzioni.

4. Cartoline dal nostro mondo

Cartoline “TrasporTiAmo” verranno distribuite nelle grandi città ai giovani, all’uscita dei locali notturni, con un focus sulla sicurezza stradale nel rientro a casa. Il messaggio veicolato sarà la “Filastrocca del Trasporto” che sancisce l’esistenza di un lavoro in grado di muovere tutti gli altri.

5. Web

Un portale web dedicato conterrà tutte le informazioni aggiornate sulle attività e le iniziative della Campagna TrasporTiamo

6. Radio

Alcune emittenti selezionate (in aggiunta a Isoradio) presidieranno un target particolarmente giovane, dinamico e curioso, ricalcando quelle che sono le necessità di diffusione virale della comunicazione.

7. Product Placement

Attraverso Cinema e Fiction TV, TrasporTiamo entrerà nella casa di tutti sfruttando il potenziale comunicativo della commedia all’italiana e dei media.

In buona sostanza TrasporTando enfatizzerà la figura dell’autotrasportatore trasformandolo in eroe della strada, protagonista positivo della vita di tutti noi, tutti i giorni e per tutte le necessità. I messaggi lanciati dalla campagna si possono riassumere in 5 concetti fondamentali:

L’autotrasportatore è un fratello più grande che conosce la strada meglio di chiunque altro, capisce e sa quando qualcosa non funziona. Nessuno meglio di lui potrà proteggerci dai pericoli e prenderci per mano quando non sappiamo come comportarci.

Un compagno di viaggio

Quando intraprendiamo un nuovo viaggio, vogliamo qualcuno al nostro fianco per condividere gioie e imprevisti, culture ed avventure, pensieri ed emozioni. L’autotrasportatore può accompagnarci: non più soltanto un vettore, ma un compagno di viaggio per chiunque voglia condividere con lui emozioni e realtà straniere.

Un postino del nostro mondo

Ogni giorno ci circondiamo di oggetti e prodotti affinché rendano migliore la nostra vita. Cosa c’è dietro questi oggetti? Uno stilista che ha disegnato il nostro vestito, un agricoltore che ha raccolto i frutti migliori? L’autotrasportatore fa sì che quel vestito e quel frutto entrino nelle nostre case. Per questo l’autotrasportatore è un vero e proprio volano dell’economia, un postino della realtà che ci circonda.

Un ambasciatore della sicurezza

La strada è luogo di incidenti, di litigi, di timore. La paura della strada colpisce tutti. Ma l’autotrasportatore può aiutarci a vivere la strada in maggiore sicurezza attraverso i suoi strumenti del mestiere. Mezzo ed autotrasportatore possono diventare portavoce e traino della sicurezza stradale, attraverso un sistema di collaborazione con gli automobilisti che consenta una migliore convivenza.

Un carico di valori ed emozioni

L’autotrasportatore è un uomo prima che un professionista, un uomo di famiglia, una padre e un marito. Si emoziona e ci emoziona: sono i suoi viaggi che ci permettono di scartare i nostri regali, di curare la nostra famiglia, di costruire le nostre case. Grazie al suo camion, non trasporta più semplici merci, ma ci consegna pezzi della nostra vita, che si arricchiranno di ricordi regalandoci le emozioni del quotidiano.

Il testo è stato realizzato da Gabriele Bolognini che ospito volentieri in questo mio spazio e che è stato il nostro inviato al di là della cortina di neve in terra romana.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner