Costa Concordia, in avaria già prima del naufragio

La Costa Concordia arenata

Sul naufragio del Giglio “parla” la scatola nera della Costa Concordia. Secondo i periti sentiti dal tribunale di Grosseto, alcuni sistemi di controllo della nave erano già in avaria il 9 gennaio, 4 giorni prima del naufragio che provocò la morte di 32 persone.

Il guasto avrebbe riguardato la stessa scatola nera, da cui risulta adesso impossibile una ricostruzione esatta di quanto accadde quel tragico venerdì 13. Dalle mail acquisite dai pubblici ministeri che indagano sul comportamento del comandante Francesco Schettino e sulle eventuali responsabilità dei vertici della compagnia, risulta la segnalazione di un guasto il 10 gennaio e, secondo quanto concordato con la ditta che si occupava della manutenzione, la decisione di intervenire per la riparazione il 14 gennaio, quando la nave fosse arrivata al porto di Savona. A differenza della scatola nera il materiale sul computer di bordo è accessibile e potrebbe tornare utile per completare il quadro. Dalle perizie risulta poi che la Concordia viaggiava con le porte stagne aperte e con mappe ”non approvate”.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner