Fisco e crisi, le barche abbandonano Napoli per la Croazia

Il Golfo di Napoli

Un calo del 20-30%: a tanto ammontano le barche che hanno abbandonato il Golfo di Napoli in favore di altri lidi. A fornire il dato è la Capitaneria di porto, che lo definisce come frutto “della crisi e della paura di incorrere nei controlli fiscali in mare”. Ma il prefetto Andrea Di Martino non molla la presa: “Tra le priorità – dichiara – ci sarà anche la lotta agli ormeggi abusivi per sferrare dei forti colpi contro la camorra che gestisce questi affari illegali”.

“I controlli in mare – rincara Alberto Catone, tenente colonnello della Guardia di Finanza – sono i più efficaci perché ci permettono di capire individuare il vero proprietario della barca”. Proprio per sfuggire ai controlli del fisco, molti proprietari stanno portando le loro barche lontano dalle acque italiane. Tra le mete più gettonate la ”più tranquilla” Croazia.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner