Liberalizzazioni, coro di no dall’autotrasporto

No alle liberalizzazioni

Tutti (o quasi) contro le liberalizzazioni. Stiamo parlando delle categorie economiche coinvolte, ovviamente. Ma anche di buona parte del mondo politico. E se il consumatore non sa bene da che parte stare (ma starebbe più volentieri dalla parte della concorrenza), oggi dal parlamento arriva l’appoggio di Reguzzoni, capogruppo Lega Nord alla Camera, agli autotrasportatori infuriati.

“In un colpo di spugna si stanno per cancellare quegli strumenti base che hanno permesso fino ad ora alle imprese del settore di essere tutelate nei confronti di vettori stranieri o italiani che non rispettano le regole”, dichiara Marco Reguzzoni, dopo l’incontro con il presidente Fai (Federazione autotrasportatori italiani) e vicepresidente Confommercio, Paolo Uggé. “A tal proposito – fa sapere – presenteremo un’interpellanza urgente al Governo affinché requisiti di professionalità, capacità finanziaria e costi di sicurezza rimangano i tasselli fondamentali per lo svolgimento di tale attività”.
“Il governo Monti sembra vittima di una mania di liberalizzazione ad ogni costo – dice il vicepresidente del Gruppo, Alessandro Montagnoli – . Il nostro obiettivo – sottolinea Montagnoli – è difendere il settore dell’autotrasporto e le piccole e medie imprese la cui attività vi ruota intorno”.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner