Toscana, pendolari sul piede di guerra. Aumenti da febbraio

Pendolari in sovraffollamento

La stangata arriva anche per i pendolari. Dal mese prossimo in Toscana è previsto un aumento del 20% del prezzo del biglietto del treno e un contestuale rincaro degli abbonamenti, che saranno vincolati alla dichiarazione Isee (l’indicatore della situazione economica equivalente). E i pendolari, che all’interno della regione hanno dato vita a diversi comitati, sono pronti a dissotterrare l’ascia di guerra appena seppellita. “I pendolari aretini sono circa 10mila – dichiara infuriato Maurizio Da Re, portavoce del Comitato Pendolari Valdarno Direttissima – per una trentina di treni diretti”. Treni su cui, oltretutto, i viaggiatori abituali sono costretti come sardine, “mentre le carrozze di prima classe rimangono spesso semivuote”, ribadisce Da Re.

“Chiediamo alla Regione – continua Da Re – di far declassare le carrozze di prima classe sui treni interregionali per Foligno e per Roma, d’intesa con Trenitalia e le Regioni Umbria e Lazio”.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner