Wind Jet e le altre, estate nera per gli aerei

Wind Jet si è autosospesa

Estate nera per gli aerei, sia dal punto di vista dei passeggeri che dell’industria del volo. A gettare nello scompiglio i turisti non solo il caso Wind Jet, ma scioperi, cancellazione di voli e ritardi. E ad oggi il destino di molte compagnie resta appeso ad un filo sottile.

WIND JET, PASSATO E FUTURO. Ancora nessuna buona nuova sul fronte Wind Jet. Dopo una stagione di tribolazioni, tra annunci di acquisizione e voci di fallimento, la compagnia siciliana è ancora appesa ad un ipotetico piano di salvataggio. Fallita la trattativa per l’acquisizione da parte di Alitalia, che aveva tenuto banco fino ai primi di agosto, Wind Jet si è autosospesa il 13 dello scorso mese, in via cautelativa. Oltre 300 i voli cancellati, più di 50mila i passeggeri lasciati a terra (e recuperati da altre compagnie aeree con un sovrapprezzo). Solo la scorsa settimana sembrava essersi aperta una luce in fondo al tunnel: una cordata di imprenditori si era fatta avanti per salvare il salvabile e rilanciare Wind Jet. Finché, nel giorno in cui il piano sarebbe dovuto arrivare sul tavolo del ministro dello Sviluppo Corrado Passera, la gelata: ritiro dell’offerta e cambio di rotta. La cordata si sarebbe orientata piuttosto sul lancio di una nuova compagnia aerea.

CASSA INTEGRAZIONE. Nel frattempo è stato dato il via libera alla cassa integrazione per i 504 dipendenti del vettore catanese. Sul futuro e su eventuali garanzie occupazionali, però, nessuno osa ancora esprimersi.

CORSI E RICORSI. Wind Jet dovrà ora rispondere anche alle invettive del Codacons, che ha già depositato un esposto-denuncia per truffa e appropriazione indebita dei soldi dei biglietti e insolvenza fraudolenta da parte della compagnia aerea ai danni dei clienti. “Al momento della conclusione dei contratti con i singoli consumatori – si legge nella diffida – la Wind Jet era già pienamente cosciente della pericolosa situazione che la vedeva coinvolta, eppure, in spregio alle norme a tutela del contraente, concludeva ugualmente i contratti che sapeva di non essere in grado di onorare”. E adesso si profila una class action.

Molti i disagi causati dai voli cancellati

FERIE ROVINATE. D’altronde quest’anno il numero di ferie rovinate a causa dei disservizi è aumentato, proprio a causa del caso Wind Jet, sostiene il Codacons. I disagi legati ai trasporti, infatti, contano quest’anno per il 32% del totale, un record mai raggiunto prima.

MERIDIANA E LE ALTRE. Non se la passa bene neanche Meridiana, il cui deficit è esploso a 110 milioni di euro, mentre Alitalia ha ridotto il debito ma chiude il 2011 con 69 milioni di rosso. Più contenuta la perdita di Blue Panorama, 5,5 milioni, mentre Mistral Air, di proprietà al 100% delle Poste, ha un rosso di 1,8 milioni di euro su un fatturato di 110. “Il settore è a rischio scomparsa”, lancia l’allarme il presidente dell’Enac Vito Riggio. Il caro-carburanti e la concorrenza (talvolta spietata) delle compagnie low cost fanno paura.

Dipendenti Lufthansa in sciopero

AUTUNNO CALDO.

Si prevede un autunno caldo: i primi segnali arrivano stavolta dalla Germania, con lo sciopero degli assistenti di volo di Lufthansa, all’inizio di settembre. La protesta ha provocato la cancellazione di quasi 300 voli in tutto il mondo (una trentina da e per l’Italia). Alla base della mobilitazione la richiesta di un incremento dei salari del 5%, contro un’offerta aziendale del 3,5%.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner