Picotrans…oltre il terremoto!

Il percorso della Picotrans Srl somiglia a quello di migliaia di altre imprese di autotrasporto
che sono cresciute in Italia negli ultimi trent’anni: nel 1978, Giorgio Baraldini si mise al
volante del camion e cominciò a macinare chilometri come padroncino monoveicolare. Due
anni dopo, si unì il fratello Angelo e l’impresa cominciò a farsi conoscere nel distretto
industriale modenese come autotrasportatore affidabile. “Alcuni nostri clienti stavano
aumentando le esportazioni, quindi chiedevano un autotrasporto ben strutturato. Per
soddisfare tale esigenza, bisognava crescere in dimensioni ed era necessario sviluppare
un’impostazione imprenditoriale”, racconta Giorgio Baraldini. Il passo successivo è stato
ampliare l’attività anche ai servizi logistici e dotarsi di un magazzino dove consolidare più
carichi in un unico viaggio, fino ad avere due impianti affiancati di 2000 e 4000 metri quadrati.
“Il segreto per ottenere tutto ciò? Investire per trent’anni tutti gli utili nell’azienda”, spiega
l’imprenditore.
Il 20 maggio del 2012, la storia dell’azienda ha rischiato d’interrompersi bruscamente -
insieme con quelle di decine di altre realtà modenesi – a causa del forte terremoto che ha
colpito una vasta area tra Modena e Ferrara, abbattendo case, monumenti e capannoni
industriali. “Per fortuna, entrambi gli impianti erano vuoti e nessuno di noi è rimasto ferito. Il
magazzino più piccolo e più vecchio ha subito danni tali da renderne necessario
l’abbattimento, mentre quello più grande e moderno ha retto l’urto, anche se ha subito
numerose lesioni che lo hanno reso inutilizzabile per qualche settimana”, ricorda Angelo
Baraldini. Superato lo choc iniziale, esorcizzato anche dal cartello presente all’ingresso della sede
temporanea: “SIAMO TORNATI! Non è forte chi non cade.. ..ma chi cade E SI RIALZA!”, i
due fratelli emiliani si sono messi immediatamente al lavoro, riattivando con mezzi di fortuna
l’attività logistica, rimettendo i camion sulla strada e cercando di riparare i danni: “I due
magazzini erano assicurati anche contro i terremoti e questa è stata la nostra salvezza.
Infatti, l’assicurazione ci ha anticipato una parte del risarcimento che ci ha permesso di
riparare in tempi rapidi la struttura da 4000 metri quadrati, che è fondamentale per gestire le
spedizioni dirette all’estero”.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner