Tutto pronto a Tolosa per la finale di Fly your ideas 2013

Airbus, il principale costruttore di aeromobili a livello mondiale, ha annunicato
oggi i membri della prestigiosa giuria internazionale che giudicherà i finalisti del
concorso studentesco Fly Your Ideas 2013. I sei membri della giuria saranno guidati
da Charles Champion, Executive Vice President Engineering di Airbus. La giuria dovrà
individuare l’idea più innovativa finalizzata a rendere l’aviazione un settore più
sostenibile fra quelle proposte dalle cinque squadre di studenti arrivati in finale,
fra le quali anche il team Flybrid del Politecnico di Milano.
Charles Champion siederà accanto ai colleghi Ardhendu Pathak, Head of Airbus
Innovation Cell in India, e Nicolas Tschechne, Trend Research & Market Intelligence
Specialist presso l’Airbus Cabin Innovation & Design Centre di Amburgo. L’UNESCO,
che ha patrocinato il concorso internazionale, ha il proprio rappresentante in Lidia
Brito, Director of Science Policy and Capacity Building. Bruno Delile, Senior Vice
President New Aircraft and Corporate Fleet Planning del Gruppo Air France, e Charbel
Farhat, Vivian Church Hoff Professor of Aircraft Structures e Chairman of the
Department of Aeronautics and Astronautics presso l’Università di Stanford, ammesso
recentemente alla National Academy of Engineering degli Stati Uniti, completano la
lista dei giurati.
La giuria si riunirà presso la sede di Airbus a Tolosa il 12 giugno, dove le squadre
presenteranno i propri progetti nel tentativo di vincere il primo premio di 30.00
euro, mentre i secondi classificati riceveranno la somma di 15.000 euro. I vincitori
verranno proclamati il 14 giugno a Parigi, presso la sede dell’UNESCO. Il concorso
di quest’anno ha motivato oltre 6.000 studenti provenienti da 82 Paesi a formare le
618 squadre che si sono candidate presentando un progetto. Dopo aver superato le
prime due fasi in cui i loro progetti sono stati valutati in maniera estremamente
rigorosa da parte di 60 esperti di Airbus, le cinque squadre finaliste devono ora
affrontare la parte più dura della sfida.
La squadra Flybrid del Politecnico di Milano ha superato con successo le fasi
eliminatorie e si prepara alla finale con il progetto per un propulsore ibrido
elettrico/turboelica destinato agli aeromobili regionali. Questo sistema prevede
l’utilizzo di batterie pre-caricate a terra e non in volo. La squadra è composta da
due studenti spagnoli, Robert Aroca Bosque e Adrián Gomariz Casado, e tre italiani:
Mattia Bucari, Andrea Castagnoli e il team leader Giorgio Enrico Bona, tutti
studenti di Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico stesso.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner