Concordia:responsabile porto,abbiamo perso 40.000 diportisti

“E’ stata stimata una perdita di almeno 40mila diportisti in meno che utilizzavano la nostra isola anche come scalo per andare in Corsica e in Sardegna” e ci sono stati “danni all’indotto anche per mancanza di regate e gare da pesca”. Lo ha detto Alvaro Andolfi, responsabile del porto dell’isola del Giglio, che stamani ha deposto come teste al processo sul naufragio della Costa Concordia.

“Il nostro è un porto piccolo, con una concessione di 22.000 metri quadrati. E fino a che la nave non è stata portata via ci sono stati tanti disagi per i diportisti”, prosegue Andolfi, “senza dimenticare i danni subiti alle strutture come i pontili galleggianti, alle colonne di acque ed elettricità divelte e alla banchina, rovinate dalle manovre di attracco di imbarcazioni enormi per un porto come il nostro”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner