Geodis: “La sicurezza del personale e delle merci prima di tutto”

Un impegno sempre costante nel garantire la sicurezza del proprio personale e di chi viene coinvolto nelle attività operative nei propri magazzini logistici e nelle fasi di trasporto delle merci: questi gli obiettivi che si pone Geodis.

La Business Unit italiana punta sulla sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso la formazione di tutto il proprio personale che deve conoscere le basi della legislazione vigente, indipendentemente dal settore di attività o dalle mansioni svolte, oltre che garantire le procedure di sicurezza legate allo svolgimento dell’attività specifica.
A tal proposito, proprio in questi giorni, ha preso il via un programma di formazione per tutti i dipendenti Geodis in Italia (circa 1000 dipendenti diretti).
“Geodis, per realizzare questo impegnativo programma di training, si sta avvalendo di strumenti innovativi come le piattaforme e-learning e le “aule virtuali”, in cui è possibile, grazie allo strumento della video conferenza, un’interazione diretta tra docente e lavoratore, aumentando in questo modo il livello generale di sicurezza sul lavoro grazie alla preparazione dei lavoratori” – commenta Mario Supin, Safety Manager Gruppo GEODIS Italia e Responsabile del programma di formazione realizzato da Geodis per tutti i suoi dipendenti.

Per quanto riguarda le merci, Geodis ha seguito un percorso che ha innalzato ulteriormente gli standard di sicurezza per soddisfare le esigenze dei propri clienti anche sulla base dei differenti mercati nei quali essi operano e dei servizi richiesti.

“Sono state infatti elaborate specifiche procedure per i fornitori a cui si affida l’azienda. Questo ha permesso di incrementare notevolmente la sicurezza dei trasporti e di identificare le responsabilità in caso di eventuali incidenti. Oltre al divieto di sub-appalto del servizio, sono infatti presenti indicazioni sui mezzi utilizzabili che, ad esempio, devono essere provvisti di antifurto satellitare, portelloni allarmati, pulsante anti rapina, dispositivi anti jamming, tutti collegati alla centrale operativa. Altre istruzioni riguardano il percorso del vettore, stabilito dalla direzione Geodis, così come le aree di sosta, rigorosamente custodite e con accessi controllati” – dichiara Francesco Cantile, Security Manager Gruppo GEODIS Italia.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner