Nel 2013 Ferrovie dello Stato 13esima società italiana per fatturato

Nella Top 20 delle principali società Italiane per fatturato nel 2013, FS Italiane si piazza al 13esimo posto con un balzo di tre posizioni e 7,6 miliardi di euro. Questi i dati elaborati dal Centro Studi di Mediobanca che ha analizzato 3.533 bilanci societari del 2013.

Alla guida della classifica, con 114,7 miliardi di euro (nonostante una flessione del 9,8% sul 2012), si conferma Eni, seguita dal gruppo Exor-Fiat (113,7 mld di cui 54,3 mld in capo a Chrysler). Il terzo posto sul podio è di Enel (78 mld), mentre al quarto troviamo Gse (34,3mld) la società pubblica che svolge attività di compravendita di energia elettrica, che consolida così la sua posizione davanti a Telecom Italia (quinta con 22,9 miliardi).

Guardando alle prime 20 posizioni, si nota che sette gruppi italiani a maggiore fatturato hanno proprietà pubblica (otto volendo contare anche Edison, che è controllata dalla francese Edf), mentre cinque hanno un controllo straniero. Analizzando il quadro dal punto di vista settoriale: nove delle prime 20 svolgono attività nel comparto energetico (petrolifero o elettrico), cinque gestiscono infrastrutture o servizi e sei operano nella manifattura.

Le prime cinque posizioni della Top 20 italiana (per fatturato 2013) sono le stesse dell’anno precedente e una conferma si trova anche al sesto posto, dove si piazza Finmeccanica (16 mld nel 2013).

Le variazioni si registrano tutte dalla settima posizione in poi. Qui sale dal nono posto Edison (12,3 mld), grazie anche alla flessione di Esso Italiana (12,28 mld), passata dalla settima all’ottava posizione, mentre perde una posizione anche Edizione (gruppo Benetton, comprese Autogrill, Atlantia e World Duty Free), con 12,27 miliardi di euro di fatturato. La Top 10 è chiusa dalla Saras della famiglia Moratti con un fatturato di 11,1 miliardi di euro, che conferma la posizione. Si attesta undicesima Poste Italiane (9,4 mld). Kuwait Petroleum sale al 12esimo posto (7,8 mld), grazie soprattutto all’uscita di Erg (passata al 22esimo posto). Al 13esimo, come già visto, si piazza il Gruppo FS Italiane con un balzo di tre posizioni, seguito da Luxottica, anch’essa salita di tre posti (7,3 mld). Scende invece dal 14esimo al 15esimo Prysmian (7,2 mld), mentre Supermarkets Italiani (Esselunga) – la società di Caprotti – sale al 16esimo con 6,8 miliardi e TotalErg cala al 17esimo dal 15esimo con ricavi per 6,17 miliardi. Le ultime tre posizioni della Top 20 sono di Pirelli & Co (società che vede arrivare il 94% dei suoi ricavi – pari a 6,14 mld – dai mercati esteri), Ge Italia Holding (ex Nuovo Pignone), unica nuova entrata balzata dal 29esimo posto, grazie all’aumento del perimetro di consolidamento, e A2A (5,4 mld).

Nel 2013, Eni ha confermato il primo posto anche per utili (5,2 miliardi di euro) – seguita da Enel (2,1 mld), Avio (1,3 mld) e Poste Italiane (1 mld) – ma nel primo semestre 2014 ha invece subìto il sorpasso del gruppo Fiat-Exor. Se il dato dovesse essere confermato a fine 2014, si tratterebbe per la società della perdita di una supremazia decennale.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner