Sono Iveco Stralis i primi veicoli LNG in Italia

Sono partiti  da Piacenza con il serbatoio pieno i primi cinque Iveco Stralis alimentati a gas
naturale liquefatto (LNG) che circoleranno in Italia: i veicoli sono stati consegnati a LC3 azienda
specializzata nel settore del trasporto merci a temperatura controllata e portacontainer, da sempre
impegnata nell’applicazione sui propri veicoli di soluzioni tecnologiche alternative, volte alla riduzione
dell’impatto ambientale.
Gli Stralis AT440S33T/P LNG sono stati tra i protagonisti della cerimonia di inaugurazione della
prima stazione di rifornimento LNG in Italia di Eni a Piacenza. La stazione rientra nel progetto ”LNG
Blue Corridors” che, nell’ambito del 7° Programma Quadro, ha lo scopo di promuovere il gas
naturale liquefatto (LNG) come un’alternativa reale al gasolio nei trasporti a medio e lungo raggio. Il
progetto prevede l’apertura di 14 stazioni di rifornimento distribuite in Europa su quattro direttrici
principali che attraversano il continente. Iveco ed Eni, leader tecnologici nei rispettivi settori, sono
due dei 27 partner del progetto in Europa.
Alla cerimonia di inaugurazione è intervenuto, tra gli altri, Federico Gaiazzi, General Manager
Iveco Mercato Italia, che ha illustrato l’impegno dell’azienda nella ricerca e nell’innovazione
tecnologica a favore della sostenibilità ambientale ed economica dei propri clienti.
L’autonomia è un fattore fondamentale per i veicoli a gas naturale impegnati in missioni di medialunga
percorrenza. Lo Stralis Natural Power LNG permette un’autonomia di oltre 750 chilometri.
Il trattore AT440S33T/P LNG, nella configurazione standard, è equipaggiato con 4 serbatoi CNG da
70 litri e un serbatoio criogenico LNG da 525 litri. Il gas naturale è immagazzinato allo stato liquido
alla temperatura di -130°C e alla pressione di 9 bar e, prima di essere iniettato nel motore, viene
convertito allo stato gassoso. Il riempimento è molto semplice, sicuro e può essere effettuato in non
più di cinque minuti.

Iveco è leader europeo nel settore dei veicoli alimentai a gas naturale e, in particolare, sono
oltre 200 i mezzi LNG già attivi sui mercati europei, principalmente in Spagna e nei Paesi Bassi, in
cui l’infrastruttura è già fortemente presente.
I vantaggi dell’utilizzo dei veicoli alimentati a gas naturale sono molteplici, sia dal punto di vista della
sostenibilità ambientale sia da un punto di vista della profittabilità per i clienti.
Sotto il profilo delle emissioni, infatti, i motori alimentati a gas naturale sono molto più ecologici dei
Diesel Euro VI. Il gas naturale è un combustibile decisamente pulito grazie a emissioni di particolato
(-95% rispetto al Diesel) e di NOx (-35%) ridotte al minimo. Inoltre, l’utilizzo di questi veicoli permette
di ridurre le emissioni veicolari di CO2 dal 10% fino al 100% in caso di utilizzo di bio-metano. Infine,
la riduzione del rumore in media di 5 Decibel rispetto alle versioni Diesel lo rendono il veicolo ideale
per le missioni di raccolta rifiuti e di distribuzione notturna.
Da un punto di vista della sostenibilità economica, il risparmio complessivo del TCO (Total Cost
of Ownership), il costo totale di esercizio di un veicolo, è fino al 10%. Il gas naturale ha infatti un
costo decisamente inferiore rispetto al Diesel, consentendo una riduzione fino al 40% del costo del
combustibile, che rappresenta la voce più importante del TCO.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner