Assemblea generale SpediPorto 2015

Gli Spedizionieri Internazionali sono certi che lo strumento in grado di garantire equilibrio allo sviluppo della logistica in Italia passi attraverso la politica dei “corridoi logistici”, cosa diversa e distinta dai ben diversi “corridoi doganali”. Sui corridoi logistici gli operatori possono continuare ad offrire qualificati servizi, anche di natura doganale, adeguatamente sostenuti da una rete informativa trasversale (IPCS) che metta in condizione l’operatore ed i suoi clienti di scegliere le migliori opzioni, on demand, che l’intero SISTEMA PORTUALE LIGURE POSSA GARANTIRE

Come già evidenziato il bacino di potenziale mercato, quello che tecnicamente viene definito mercato contendibile, include in realtà valori molto più importanti di contenitori, circa 10 milioni di teu. Qui di seguito la proiezione su una scala di valori che partendo dall’ipotesi di riconquistare il c.d. mercato domestico, che attualmente utilizza scali del Nord Europa, e vale circa 900 mila teu, si possa programmare un strategia commerciale che miri anche a parte dei 10 milioni di teu che potrebbero scegliere l’Italia. Si evidenzia come oggi molte delle scelte di investimento portuale degli scali del Nord, assistite da una adeguata politica che valorizza la logistica come prima industria di quei paesi, ha portato a scelte strategiche finalizzate a difendere questa importante quota di mercato, che vale circa il 20% dell’interno mercato contenitori Nord Europeo. Questa importante fetta di business è a soli 400 Km dalla Liguria !

Questa scelta evolutiva consoliderebbe il ruolo della portualità ligure ed italiana all’interno delle principali direttrici di traffico Ten-T con ciò garantendosi adeguato sostegno economico di matrice europea nonché l’attenzione anche di investitori privati (private Equity) certamente interessanti a margini di guadagni a due cifre. All’interno di questo quadro di valutazioni di colloca:

LA PROPOSTA DELLA LIGURIAN LOGISTIC SYSTEM Rispetto a questi importanti margini di crescita della Portualità Ligure, le Associazione degli Spedizionieri Liguri, dopo aver avviato il progetto Ligurian Logistic System, hanno intenzione di farsi promotrici, tra gli operatori, di un sistema di interoperabilità tra PCS portuali denominato IPCS InterPort Community System con la volontà di gestire, insieme agli altri attori della portualità Terminalisti, Agenti e Trasportatori, l’efficienza generata da una ottimizzazione dei cigli informativi ed operativi che sottende ad oltre 16 milioni di dati.

IL RUOLO DELLE AUTORITA’ PORTUALI DOMANDE AI PRESIDENTI: Il processo di avvicinamento commerciale degli scali liguri al “mercato contendibile” passa necessariamente attraverso il supporto progettuale e strategico delle Autorità Portuali. gli importanti interventi di adeguamento delle infrastrutture portuali al gigantismo navale, l’ottimizzazione del ciclo operativo attraverso avanzati PCS sono parti importanti di una proposta più ampia che deve passare anche attraverso una valorizzazione degli operatori e delle loro imprese. Questa valorizzazione come intende essere perseguita e sostenuta dalle autorità portuali ?

LA DOMANDA AI CANDIDATI ALLA PRESIDENZA DELLA REGIONE LIGURIA I dati illustrati, la comparazione con le scelte di mercato delle regioni del Nord Europa mostrano tutte le potenzialità economiche ed occupazionali legate al settore dello shipping. Ciononostante questo è un settore spesso considerato, figlio di un Dio minore, rispetto all’industria ed al turismo. Eppure i numeri dicono il contrario. Qualora nominato Presidente della Regione Liguria quale pensa dovrà essere l’impegno della Regione per sostenere questo comparto ? dalla nostra relazione è emerso in modo chiaro la contrarietà ad ogni iniziativa pubblica finalizzata a sostituire la mano pubblica (esempio la gestione dei c.d. corridoi doganali) alle attività private, perché così si danneggerebbero centinia di imprese e si metterebbe a repentaglio l’esistenza di migliaia di posti di lavoro.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner