Consegnato il 16esimo Vivalto alla Regione Lazio

Consegnato a Sezze il sedicesimo treno dei 26 nuovi Vivalto acquistati per i pendolari del Lazio che servirà la linea FL7 Roma – Formia.

All’evento hanno partecipato, oltre al Presidente della Regione Nicola Zingaretti, l’assessore regionale alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti, Michele Civita, e l’Amministratore Delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano.

Si tratta del primo Vivalto che entra in servizio sulla FL7. L’arrivo di questo ultimo treno consentirà la quasi completa dismissione dei treni ALE80 (vecchie locomotive con età media di 40 anni) su tutte le linee, in particolare le FL4 per i Castelli , FL5 per Civitavecchia e FL6 per Cassino.

A partire dal prossimo cambio dell’orario, in vigore dal 15 giugno, sarà possibile procedere a due azioni strutturali: più carrozze per i regionali 7549 (Roma 17.07 – Cassino 18.43 ) e 21980 (Colleferro 6.30 – Termini 7.27), ad oggi fra i treni più affollati della linea. I due treni, infatti, passeranno dall’ attuale composizione di 5 vetture (592 posti a sedere) a 6 vetture Vivalto (720 posti a sedere). Saranno inoltre sostituiti, in maniera strutturale i treni “a media distanza” con 8 vetture (630 posti). Al loro posto viaggeranno i convogli Vivalto con 5 vetture (592 posti a sedere) per un maggiore comfort ed una offerta più coerente con la frequentazione delle linee.

Nel corso dell’evento sono stati resi noti anche i dati relativi all’indagine sulla customer satisfaction , condotta da un’agenzia esterna a Trenitalia, che descrivono un miglioramento nella percezione del viaggio dei pendolari del Lazio nel triennio 2012-2014. Il 2014 rispetto al 2012 ha mostrato un aumento della soddisfazione dei viaggiatori pari a: + 15,8% sulla puntualità, + 21,6% sulla pulizia dei treni, + 15,9% sul comfort e + 20,1% sulle informazioni. Un segnale positivo che rappresenta una realtà che sta cambiando in meglio per decine di migliaia di pendolari che ogni giorno utilizzano il treno per necessità, perché costretti dalla crisi economica, o per scelta, andando a beneficiare della modalità di trasporto più sicura e che produce un evidente beneficio per l’ambiente.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner