Porto Torres, investimenti e rilancio in chiave europea

Cantieri aperti e decine di milioni di euro di investimenti per il rilancio in chiave europea dello scalo marittimo di Porto Torres. È, in sintesi, quanto emerso dal sopralluogo dei vertici dell’Autorità Portuale in occasione dell’arrivo della Sovereign, prima nave da crociera della stagione autunnale. Le opere riguardano settori strategici per la vita del porto: pesca, traffico commerciale, merci e crocieristico.

Per quanto riguarda la Darsena per la pesca la fine dei lavori è prevista entro novembre. Nella zona ‘Alti Fondali’, invece, è oramai conclusa la fase di perforazione e posizionamento dei micropali in acciaio per il consolidamento della struttura: tutto pronto entro marzo. Dallo scorso 8 settembre, giorno di riapertura del cantiere, procedono nella norma i lavori per la realizzazione del terminal passeggeri (ex Tensostruttura Lunardi). Si tratta di una tabella di marcia serrata. Altro cantiere è quello che riguarda il Molo Asi 1 interessato, in questi giorni, da una serie di interventi di messa a norma. Non meno importante, contestualmente ai lavori di realizzazione del terminal passeggeri, sarà la posa delle ringhiere nella scalinata accanto all’attuale stazione marittima. Un intervento che renderà definitivamente fruibile l’area soprastante gli scavi archeologici. Inderogabile, infine, un sopralluogo alle zone interessate dal continuo fenomeno delle discariche abusive.

“E’ innegabile che lo scalo di Porto Torres stia vivendo una nuova stagione – spiega Pietro Preziosi, commissario straordinario dell’Autorità Portuale del Nord Sardegna -.

Numerosi cantieri aperti contemporaneamente, altri in fase di avvio o di studio, il progetto dell’Antemurale che procede nell’iter autorizzativo al ministero dell’Ambiente e nuove iniziative che si integreranno al Piano regolatore sono la dimostrazione di un’azione, quella della Port Authority, che lascerà un segno tangibile nella storia dello scalo del Nord Ovest”. Per il futuro, previsto un intervento che, nei prossimi anni, renderà definitivamente fruibili tutto il porto civico e gli Alti Fondali alle navi da crociera.

Altra novità: programmato il posizionamento di un deposito di Gnl (Gas naturale liquido) nel porto industriale. Assieme alla Regione Sardegna prosegue l’iter di realizzazione dell’ambizioso progetto Optimed, che ridelineerà il layout del porto industriale, aprendolo a nuovi traffici.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner