Porto Torres, lavori nello scalo salvando Posidonia

Una soluzione per andare avanti con l’hub portuale di Porto Torres salvando anche la prateria di Posidonia. Lunedì scorso nella sede del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, presenti i vertici dell’Autorità portuale del nord Sardegna, è stato raggiunto un primo accordo su una strategia condivisa per superare il leggero rallentamento provocato dal rinvenimento di circa un ettaro di Posidonia nelle aree interessate dai lavori.

Il primo passo è quello di prevedere un vero e proprio spostamento della prateria di Posidonia rispetto all’attuale posizione. Tecnicamente si proporrà di attuare un trapianto delle piante interessate dall’impronta del molo in un sito limitrofo e con caratteristiche analoghe. La nuova posizione consentirà, quindi, la prosecuzione dell’ossigenazione dei fondali, dell’attività di contrasto del trasporto dei sedimenti marini, oltreché, la sussistenza di un’area di riparo e di riproduzione per la fauna ittica. Inoltre, a compensazione dell’intervento, previo accordo con l’Ente Parco nazionale dell’Asinara e sulla base di specifiche linee guida dell’Unione Europea e dell’Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale, la proposta da avanzare è quella di posare di dissuasori antistrascico nell’omonima Area Marina Protetta.

Suggerimento, questo, avanzato dagli esperti del ministero dell’Ambiente, per salvaguardare le piante presenti e riequilibrarne gli effetti benefici per l’habitat marino.

“Quella di lunedì si è rivelata una riunione molto proficua e fondamentale per il proseguo delle attività di realizzazione dell’Hub portuale – spiega Pietro Preziosi, commissario straordinario della Port Authority del Nord Sardegna -.

L’impegno e la sensibilità dei funzionari del ministero dell’Ambiente ci porterà ad avanzare la formulazione di alcune proposte condivise che, sono sicuro, prenderà corpo entro qualche settimana”. Un’opera strategica, quella dell’Hub Portuale, aggiudicata definitivamente nel 2014, che una volta completata consentirà di rendere agevole l’ingresso e l’uscita delle navi riducendo l’agitazione ondosa nell’avamporto e nel porto interno.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner