Online il bando per la selezione dei Giovani Conducenti Professionali

Il Comitato Centrale si è fatto promotore di un Protocollo di Intesa con i soggetti istituzionali e gli operatori economici del settore volto proprio a realizzare principalmente il progetto giovani conducenti professionali

l nelle seguenti forme di intervento: 3 FASE 1 – incentivazione alla acquisizione della Carta di qualificazione del conducente per il trasporto di merci, tramite corsi di qualificazione iniziale accelerata presso autoscuole o Enti di formazione autorizzati, indicati dal Comitato, nonché ove ne ricorrano le condizioni, della patente di guida di categoria C. Al termine dei corsi dovrà essere sostenuto il relativo esame; FASE 2 – informazione e promozione della figura professionale del conducente di veicoli adibiti al trasporto di merci nell’ambito delle classi degli ultimi anni di Istituti di istruzione secondaria e di centri o scuole di formazione professionale; FASE 3 – promozione di tirocini formativi per i neoconducenti presso aziende di trasporto di merci per conto di terzi, iscritte all’Albo ed indicate dal Comitato.

ART. 1 FINALITA’ DELL’AVVISO 1. In esecuzione della FASE 1 del progetto indicato in premessa, il presente Avviso è finalizzato a ricercare e selezionare giovani da avviare a corsi di qualificazione iniziale per il conseguimento della patente professionale CQC per il trasporto di merci e contestualmente, ove ne ricorrano le condizioni, della patente di guida di categoria C, con costi a carico del Comitato nella misura specificata all’articolo 3.

ART. 2 OGGETTO DELLA FASE 1 DEL PERCORSO FORMATIVO 1. Il percorso formativo della FASE 1 ha per oggetto la frequenza di corsi di qualificazione iniziale accelerata per il conseguimento della CQC per il trasporto di merci fatto salvo il superamento del relativo esame finale nei modi previsti dalle vigenti disposizioni. I corsi sono svolti presso le autoscuole e gli Enti di formazione autorizzati ai sensi del DM 20.9.2013. 2. L’assegnazione dei giovani selezionati ai soggetti erogatori dei corsi avviene in base al principio della vicinanza geografica dalla sede di residenza o diversa sede indicata dal candidato sempre che siano disponibili, in tale ambito, soggetti erogatori aderenti al progetto. In caso contrario, l’avvio del giovane al percorso formativo in altro ambito geografico avviene previa accettazione da parte dello stesso di una delle diverse sedi indicate dal Comitato. In caso di rifiuto, si procede allo scorrimento della graduatoria.

ART. 3 COSTI 1. Il costo del corso è determinato per ciascun giovane in conformità al tariffario già acquisito dal Comitato. 4 2. Ciascun soggetto erogatore del corso contribuisce al costo dello stesso tramite l’applicazione di uno sconto pari al 15% sull’importo previamente dichiarato ai sensi del comma 1. 3. Il Comitato contribuisce al costo di ciascun corso tramite assegnazione di fondi direttamente al soggetto erogatore nella misura pari all’80% del costo medesimo, al netto dello sconto di cui al comma 2. 4. Ciascun giovane che partecipa al progetto contribuisce al costo del corso per un importo pari al 20% dello stesso, al netto dello sconto di cui al comma 2. Tale importo deve essere corrisposto al soggetto erogatore, all’atto dell’iscrizione al medesimo corso.

ART. 4 BENEFICIARI E REQUISITI DI AMMISSIONE 1. Sono beneficiari del presente progetto giovani che, alla data di presentazione della domanda: a) abbiano compiuto il 18esimo anno di età e non superato il 29esimo; b) abbiano residenza anagrafica o normale in Italia ai sensi dell’art. 118 bis del Codice della Strada; c) siano in possesso di patente di guida almeno di categoria B; d) ove il corso preveda il contestuale conseguimento della patente di categoria C, siano in possesso dei requisiti di idoneità psicofisica alla guida di veicoli richiesti per tale categoria di patente; e) ove il corso preveda il contestuale conseguimento della patente di categoria C, siano in possesso dei requisiti morali prescritti dall’art. 120 del Codice della strada; f) non siano stati rinviati a giudizio e non abbiano riportato condanne penali anche non passate in giudicato per reati commessi in violazione alle disposizioni del Codice della Strada né abbiano subito provvedimenti di sospensione della patente posseduta.

ART. 5 OBBLIGHI DEL CANDIDATO 1. Il candidato deve: a) frequentare le lezioni del corso CQC, ed eventualmente della patente di categoria C, secondo la disciplina ministeriale specifica e sottoporsi al relativo esame finale; b) rendersi disponibile, dopo il conseguimento del titolo abilitativo, a frequentare il tirocinio di cui alla FASE 3 del progetto, per un periodo complessivo fino a sei mesi; c) provvedere al versamento, in favore del soggetto erogatore ed all’atto dell’iscrizione al corso, dell’importo determinato ai sensi dell’art. 3, comma 4. Il mancato versamento determina decadenza dalla graduatoria di ammissione. 5 2. L’invio della domanda di partecipazione comporta accettazione integrale di tutte le clausole previste dal presente avviso.

ART. 6 MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Per poter essere ammesso al percorso di cui alla FASE 1, il candidato deve presentare domanda digitale, redatta in lingua italiana, ESCLUSIVAMENTE tramite compilazione, in tutte le sue parti, dell’apposito FORM raggiungibile all’indirizzo www.giovaniconducenti.it. Con la firma della domanda, il candidato si impegna sotto responsabilità, se selezionato, a partecipare all’intero percorso formativo di cui alle FASI 1 e 3 per tutta la durata delle stesse. Il candidato deve, inoltre, specificare almeno tre Province, in ordine di preferenza, ove preferisce svolgere i corsi di qualificazione iniziale accelerata per il conseguimento della CQC per il trasporto di merci. L’individuazione delle sedi di svolgimento dei corsi avverrà con i criteri di cui all’art. 2, comma 2, ed è comunque rimessa all’insindacabile giudizio dell’Amministrazione. 2. Alla domanda digitale deve essere allegata la fotocopia della patente di guida posseduta (almeno categoria B). 3. Le domande di ammissione possono essere presentate a decorrere dalle ore 09.00 del 27 aprile 2017 e fino alle ore 13.00 del 19 maggio 2017. 4. E’ fatta salva la facoltà dell’Amministrazione di riaprire in qualsiasi momento dopo la scadenza i termini di presentazione della domanda. 5. L’Amministrazione declina ogni responsabilità in ordine ad eventuali malfunzionamenti telematici, dipendenti da qualsiasi causa, che determinino la mancata presentazione della domanda di ammissione.

ART. 7 VALUTAZIONE E AMMISSIONE DELLE DOMANDE 1. A parità e regolarità formale e sostanziale della domanda e dei requisiti richiesti, l’ammissione al percorso della FASE 1 sarà determinata secondo la procedura “a sportello” seguendo l’ordine cronologico di presentazione della domanda attestato dalla data e dall’ora di ricezione comprovata dal sistema informatico di registrazione. 2. La valutazione è volta a verificare: – l’ammissibilità della domanda; – la completezza e la regolarità della domanda e dell’allegato. – la sussistenza dei requisiti e degli impegni richiesti. 6 3. Nel caso di irregolarità formali o sostanziali, la domanda è esclusa. 4. Saranno ammesse al percorso le domande ammissibili nei limiti delle risorse finanziarie disponibili ad insindacabile giudizio del Comitato. 5. All’atto della presentazione, il sistema di registrazione invierà al candidato una apposita mail di conferma di avvenuta ricezione della domanda all’indirizzo di posta elettronica indicato dal candidato stesso.

ART. 8 PROVVEDIMENTO DI AMMISSIONE 1. All’esito delle verifiche sulle dichiarazioni presentate in sede di domanda di ammissione, il Comitato adotta il provvedimento recante la graduatoria dei candidati ammessi al percorso formativo e le relative assegnazioni di sedi, fatte salve eventuali integrazioni. 2. Il provvedimento di ammissione è notificato agli interessati tramite pubblicazione sul sito www.mit.gov.it, sul sito tematico www.alboautotrasporto.it e sul sito www.giovaniconducenti.it. La pubblicazione della graduatoria vale come notifica a tutti gli effetti di legge senza necessità di ulteriori comunicazioni. 3. I candidati non ammessi al percorso figureranno in diverso elenco, pubblicato sul sito www.mit.gov.it, sul sito tematico www.alboautotrasporto.it e sul sito www.giovaniconducenti.it con valore di notifica a tutti gli effetti di legge senza necessità di ulteriori comunicazioni. 3. I candidati ammessi saranno avvisati via mail all’indirizzo di posta elettronica fornito in sede di presentazione della domanda nel giorno stesso della pubblicazione della graduatoria. I medesimi candidati nel termine di 15 giorni consecutivi e naturali, decorrenti dalla data di pubblicazione del provvedimento, devono formalmente accettare l’avvio al percorso formativo nella sede indicata dal Comitato utilizzando il sistema di conferma reso disponibile sul sito www.giovaniconducenti.it seguendo le istruzioni contenute nella mail di avviso. Nel caso di rinuncia l’ammissione dei candidati segue la graduatoria.

ART. 9 MONITORAGGIO E CONTROLLI 1. Il Comitato provvede alle necessarie attività di monitoraggio in corso di svolgimento del percorso formativo al fine di accertare il rispetto degli obblighi del candidato. 2. E’ disposta la decadenza dall’ammissione al progetto nei seguenti casi: a) inosservanza degli obblighi di cui all’art. 5; b) produzione di documenti e/o dichiarazioni false o mendaci; 7 c) ogni altra circostanza ritenuta rilevante ai fini della decadenza ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione.

ART. 10 RISERVATEZZA DEI DATI 1. I dati forniti dai candidati saranno trattati esclusivamente per le finalità indicate nel presente Avviso. A tal fine, in sede di presentazione della domanda, i candidati rilasciano apposito consenso al trattamento dei dati.

ART. 11 CLAUSOLA DI RISERVA 1. Il Comitato si riserva, a suo insindacabile giudizio, di non dare corso in tutto o in parte alla presente procedura.

ART. 12 PUBBLICAZIONE 1. Per assicurare la massima diffusione, il presente avviso è pubblicato sul sito www.mit.gov.it, sul sito tematico www.alboautotrasporto.it, sul sito www.giovaniconducenti.it

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner