Qual è il reale valore della società che gestisce lo scalo di Lampedusa?

Nel 2015 l’Ast Aeroservizi si è aggiudicata la concessione ventennale per la gestione dello scalo aereo di Lampedusa. Dopo meno di due anni la Regione Sicilia -che detiene il capitale dell’Azienda siciliana trasporti (Ast) di cui Ast Aeroservizi è una controllata- ha dichiarato la società non strategica e l’ha inserita nel piano di “razionalizzazione” delle partecipate: Ast Aeroservizi -amministrata da Giovanni Amico- potrà essere liquidata, assorbita da Ast, oppure ceduta a privati.
Per la valutazione del valore da attribuirle è stato incaricato il network di consulenza aziendale Bdo, che dovrebbe fornire i risultati della sua analisi a fine marzo.
Il bilancio del 2015 si è chiuso con una perdita di 200.000 Euro che come ha precisato il presidente di Ast Massimo Finocchiaro, non ha intaccato il capitale sociale e sarà recuperata attraverso la vendita dei biglietti. Ast Aeroservizi ha investito sulla qualità dei servizi e prevede di far crescere lo scalo.
Difficile sarà poi valutare il reale valore della concessione ventennale che terminerà nel lontano 2035.
Il presidente di Enac, Ente nazionale aviazione civile, Vito Riggio ammette che i risultati conseguiti da Ast Aeroservizi sono stati migliori delle precedenti gestioni. Prima della concessione del 2015 l’aeroporto di Lampedusa era controllato direttamente da Enac e nel 2014 le perdite ammontavano a 650 mila Euro. Ricorda però che non è stato ancora firmato il decreto interministeriale che assegna ad Ast Aeroservizi la gestione totale dello scalo, e ritiene che sarà indifferente se ad amministrare l’aeroporto dell’isola sarà una società pubblica, privata o mista. L’Enac intende stipulare un contratto di programma con Ast Aeroservizi prima della gara per la cessione delle quote, e successivamente valuterà la capacità finanziaria del soggetto che le subentrerà.
Massimo Finocchiaro sottolinea invece l’importanza strategica dell’aeroporto di Lampedusa -che è anche collocato al centro delle rotte dell’immigrazione e delle operazione umanitarie di assistenza e soccorso- e auspica che almeno una quota possa rimanere pubblica.
Secondo altri l’ingresso di capitali privati consentirebbe di migliorare ulteriormente i servizi offerti e favorirebbe nuove opportunità di crescita.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner