Terrorismo: Minniti;minaccia imprevedibile,controllati porti

Gli attentati di Berlino e Istanbul hanno riproposto un quadro della minaccia terroristica che non solo non è cessata, ma si è rilanciata trasmettendo un elemento di fortissima pericolosità e notevole imprevedibilità che pone il problema di come rafforzare le frontiere esterne dell’Unione Europea e le frontiere del nostro Paese”. Lo ha detto al question time il ministro dell’Interno, Marco Minniti, sottolineando che tra i “punti strategici” da monitorare ci sono le frontiere aeree, marittime e terrestri. “Presso gli scali portuali della costa adriatica e altre località – ha spiegato Minniti – sono stati avviati mirati servizi di sicurezza, con verifiche approfondite su passeggeri per impedire l’ingresso di soggetti pericolosi nell’area Schengen”. Inoltre, ha aggiunto, “è stato rafforzato il rapporto con l’intelligence e con le forze di polizia degli altri Paesi per avere una maggiore copertura informativa sulle dinamiche migratorie che interessano i nostri confini”. Il ministro ha poi definito “falsa” l’indicazione che i centri di accoglienza sono utilizzati come rifugi per compiere attentati ed ha ricordato che “dal 2015 sono state fatte verifiche sui passeggeri di 450 navi e sono state controllate 26mila persone

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner