Il Bahrein affida a Thales-Sita fornitura per sistemi di sicurezza all’aeroporto di Al Muharraq

Bahrain Airport Company (Bac) ha affidato a Thales e Sita la fornitura dei sistemi di sicurezza e di gestione delle operazioni per l’aeroporto internazionale di Al Muharraq secondo un progetto quadriennale che rientra in un importante programma di espansione e di ristrutturazione, lanciato nel 2015 con l’obiettivo di rendere l’aeroporto uno dei più importanti hub regionali per il turismo e per i servizi.
Il programma prevede la costruzione di un nuovo terminal passeggeri e l’espansione e rinnovo del terminal esistente. Con un flusso di passeggeri in crescita le autorità aeroportuali devono infatti affrontare due sfide: rafforzare la sicurezza di tutti i soggetti interessati, e rendere le operazioni aeroportuali più facilmente gestibili ed efficienti.
Il sistema fornito da Thales sarà integrato con tutte le tecnologie necessarie per la gestione dello scalo, come la video-protezione intelligente, il controllo degli accessi biometrico, le infrastrutture IT e di telecomunicazione. Gli operatori potranno contare su strumenti e procedure di supporto alle decisioni per consentire un tempo di risposta migliore e più veloce in caso di emergenza. Il sistema consentirà inoltre agli operatori di monitorare le prestazioni aeroportuali.

Aeroporto Rimini: firmati due importanti accordi per potenziare il turismo tra Italia e Russia

AiRiminum 2014, società di gestione dell’aeroporto internazionale “Federico Fellini” di Rimini-San Marino, ha partecipato al “St. Petersburg International Economic Forum 2017″ (“Spief17″), la più importante manifestazione economica e finanziaria della Federazione russa tenutasi a San Pietroburgo dal 1° al 3 giugno 2017.
In rappresentanza del Governo italiano -per sostenere le nostre aziende ad intensificare la cooperazione industriale con partner russi- ha partecipato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, protagonista di un importante intervento nel corso della tavola rotonda sulle relazioni economiche bilaterali: “Russia–Italy, a new Standard in Economic Cooperation and Development”.
AiRiminum 2014, rappresentato dall’amministratore delegato Leonardo Corbucci, ha partecipato alla giornata di apertura del 1° giugno per sottoscrivere due importanti accordi strategici con le autorità governative del turismo e con l’aeroporto di San Pietroburgo per la durata di 5 anni. Le due piattaforme in combinazione perseguono l’ambizioso progetto di costruire un ponte sempre più stabile tra la splendida città russa e l’Italia in grado di favorire un incremento dei flussi turistici di cittadini russi verso il nostro Paese, di cittadini italiani verso la Russia e di altri cittadini che possono raggiungere l’Europa o tornare nei loro Paesi tramite la tratta aerea Rimini – San Pietroburgo.
Il primo accordo è stato sottoscritto con il Committee for tourism development of St. Petersburg (Committee) rappresentato dal Chairman Andrey E. Mushkarev e con Northern Capital Gateway (Ngc), la società di gestione di Pulkovo Airport, rappresentato dal Chief Executive Officer Vladimir G. Yakushev: tale piattaforma ha l’obiettivo di incrementare i voli regolari di linea tra San Pietroburgo e Rimini tutto l’anno potenziando e intensificando la cooperazione tra AiRiminum, Ngc ed il governo di San Pietroburgo (rappresentato dal Committee), attraverso un approccio commerciale congiunto con le compagnie aeree strutturato su tariffe aeroportuali favorevoli e su un programma di marketing generale del governo di San Pietroburgo. Lo scopo preciso è di sviluppare il turismo fra San Pietroburgo e le regioni della Russia, Rimini e le piccole città italiane.

Il secondo accordo, invece, è stato sottoscritto con il Saint-Petersburg City Tourist Information Bureau rappresentato dal direttore generale Evgenii Pankevich: tale piattaforma si pone come obiettivo quello di creare e sviluppare insieme in Italia un’agenzia informativa volta a rappresentare le potenzialità turistiche e culturali di San Pietroburgo e promuoverla congiuntamente nei mercati internazionali del turismo. Il primo punto di rappresentanza sarà aperto entro il 2017 presso l’aeroporto “Fellini”.

“Con queste due importanti firme –dichiara l’amministratore delegato di AiRiminum 2014 Leonardo Corbucci- abbiamo gettato le fondamenta per un grande progetto congiunto sul fronte del turismo tra Italia e Russia. Siamo convinti che il ruolo attuale di un gestore aeroportuale, concessionario pubblico, debba essere quello di sviluppare network di relazioni internazionali da mettere a disposizione del territorio di riferimento e del Paese che rappresenta. Network che devono necessariamente tradursi in ponti su cui far transitare, in una direzione e nell’altra, flussi di diverso genere. La grande opportunità che AiRiminum sta proponendo a tutti gli operatori della filiera del turismo romagnolo, privati ed istituzionali, è di diventare insieme protagonisti attivi nell’intercettare questi flussi internazionali, nell’interpretarli e nel profilare per loro il giusto prodotto turistico. Il favore e l’entusiasmo con cui vengono accolte le nostre proposte dagli operatori internazionali del turismo e da autorità governative di importanti Paesi (Russia, Israele), al punto da fornirci loro stessi strumenti determinanti per la riuscita del progetto, ci conferma che abbiamo intrapreso la strada giusta e ci sprona nel continuare a lavorare per promuovere nel mondo il territorio che rappresentiamo, consapevoli che entro breve questi importanti risultati già maturati si tradurranno in turisti e, quindi, in passeggeri per l’aeroporto, in clienti per i vari operatori e in presenze turistiche per gli enti istituzionali preposti al turismo”

Enac: chiusura spazio aereo su Bari (10-13 maggio) per il G7 dei ministri finanziari

L’Enac rende noto che in occasione del summit dei ministri finanziari dei Paesi del G7 che si svolgerà a Bari dall’11 al 13 maggio, su disposizione delle Autorità di Pubblica sicurezza è stato emesso un Notam (Notice to Airmen – avviso ai naviganti) di chiusura dello spazio aereo sul territorio della città di Bari.
Dalle ore 08:00 locali di oggi, 10 maggio 2017, alle ore 24:00 del giorno 13 maggio 2017 è in vigore il divieto di sorvolo, fino ad una quota di 6435 metri, per il traffico che vola a vista (Vfr- Visual Flights Rules), inclusi aerei ultraleggeri e mezzi a pilotaggio remoto (cosiddetti droni), sulla città di Bari con raggio di 2 miglia nautiche dalla Prefettura.
Sono esclusi dal divieto gli aeromobili di Stato ed i voli sanitari.
Il divieto di sorvolo interesserà anche la città di Matera dalle ore 14:00 alle ore 24:00 locali del 12 maggio”.

Aeroporti di Milano (Sea): assemblea azionisti approva bilancio 2016

L’assemblea degli azionisti riunitasi in data odierna, presso la sede legale di Linate, ha approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio 2016 di Sea SpA ed ha esaminato il bilancio consolidato del Gruppo Sea.
In sintesi, i principali risultati a livello di Gruppo nel 2016 in miglioramento rispetto al 2015, sono:
- Ricavi della gestione: 653,5 milioni di Euro, in crescita dell’1,7% A parità di perimetro e al netto delle componenti non ricorrenti i ricavi crescono del 3,3%
- Ebitda: 234,4 milioni di Euro, in aumento del 5,1% A parità di perimetro e al netto delle componenti non ricorrenti l’Ebitda cresce del 7,4%
- Utile netto del Gruppo: 93,6 milioni di Euro, in crescita dell’11,7%
- Indebitamento finanziario netto del Gruppo Sea: 529,4 milioni di Euro, in riduzione di 8,9 milioni di Euro rispetto al 2015.

Con 29 milioni di passeggeri il traffico registra, nel 2016, una crescita sul sistema degli aeroporti milanesi del 3,1% rispetto al 2015. Il traffico cargo in crescita del 7,2% rispetto all’esercizio precedente ha registrato 549,4 mila tonnellate di merci trasportate. Nell’ultimo bimestre del 2016, venuto meno l’effetto di “Expo” sui dati 2015, l’incremento del traffico-passeggeri è stato pari all’11,9% sullo stesso periodo del 2015, con un aumento che a Milano-Malpensa ha raggiunto il 15,3% (incremento che diventa pari al 19,1% considerando il solo mese di dicembre).
Questo trend positivo si conferma anche nei primi quattro mesi del 2017, in cui il sistema Sea con 9,2 milioni di passeggeri registra una crescita del 10,4% rispetto all’anno scorso. In particolare l’aeroporto di Malpensa con 6,2 milioni di passeggeri registra un incremento nel quadrimestre del 14,3% e con una punta del 22% ad aprile (record storico mese su mese).
L’andamento particolarmente positivo del traffico-merci viene confermato anche nei primi quattro mesi del 2017. Con 192,8 mila tonnellate di merci trasportate il traffico registra un incremento pari al 14% rispetto al primo quadrimestre del 2016.
La capogruppo Sea SpA ha chiuso l’esercizio 2016 con ricavi pari a 678,6 milioni di Ruro, in crescita del 2,0% rispetto all’esercizio precedente. L’Ebitda è pari a 226,0 milioni di Euro, in crescita del 5,8% e l’utile netto della società risulta pari a Euro 87,9 milioni di euro in crescita dell’11,8%.
L’assemblea degli azionisti ha inoltre deliberato la distribuzione di un dividendo pari a Euro 70.300.000,00 per un importo di Euro 0,2812 per azione corrispondente ad un pay out ratio dell’80% circa. Il dividendo sarà messo in pagamento a decorrere dal 26 giugno 2017.
L’assemblea degli azionisti ha deliberato di nominare, in sostituzione del consigliere dimissionario Arabella Caporello, quale consigliere di amministrazione della Società, Michaela Castelli, la quale resterà in carica fino alla data di cessazione del mandato del consiglio di amministrazione di Sea attualmente in carica e, quindi, fino all’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2018.

Attivato tavolo tecnico tra garante, Regione Sardegna ed Enac

Si è conclusa ieri l’audizione, convocata dall’Autorità di garanzia per gli scioperi, tra il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, l’assessore dei Trasporti, Massimo Deiana, ed i vertici di Enac (Ente nazionale aviazione civile) e dei vettori aerei Alitalia e Meridiana.
L’incontro si è svolto in modo costruttivo e di piena collaborazione tra le parti ed ha avuto ad oggetto il miglior contemperamento tra il diritto di sciopero dei lavoratori ed il diritto alla mobilità dei cittadini utenti della Sardegna, in caso di sciopero nel settore del trasporto aereo.
Nel corso del confronto, attesa la piena disponibilità dimostrata sia da Alitalia che da Meridiana, sono state individuate talune soluzioni di natura tecnica che, senza modificare le fasce di garanzia in caso di sciopero, potrebbero garantire più efficacemente il principio della continuità territoriale.
Nel corso delle prossime settimane pertanto si attiverà un tavolo tecnico tra Autorità di garanzia, Regione Sardegna ed Enac volto alla soluzione di tali problematiche.

Aeroporto di Catania su stop nuova pista. Nico Torrisi (Sac)”: “Nessun freno allo sviluppo di Catania e della Sicilia”

In merito alla decisione del consiglio dei ministri relativamente al Def 2017 che avrebbe escluso il progetto della nuova pista dell’aeroporto di Catania fra quelli considerati “prioritari”, interviene l’amministratore delegato di Sac, Nico Torrisi.

“In attesa – dichiara- di conoscere le valutazioni che hanno portato il Mit a questa decisione, ho parlato con il presidente Crocetta che, consapevole dell’importanza strategica dell’infrastruttura, ha garantito il suo immediato impegno con il Governo nazionale. E confidiamo altresì nell’iniziativa del sindaco Bianco che si è subito attivato fissando per questa settimana prossima una riunione con il ministro Delrio alla quale prenderà parte anche una delegazione di Sac”.
“Quest’opera –prosegue Torrisi- è indispensabile per il territorio: prova ne sia la continua crescita del traffico dei passeggeri sul nostro scalo da novembre 2016 ad oggi (media del +19%, con quasi 8 milioni di utenti nel 2016) e l’attenzione di storici e nuovi vettori aerei pronti ad investire su Catania”.
“Chi frena o dice no allo sviluppo dell’aeroporto di Catania, il più grande del sud Italia e scalo di riferimento di sette delle nove province siciliane, non solo condanna all’immobilità un territorio, ma si rende strumentalmente responsabile del mancato sviluppo sociale, culturale ed economico di una intera comunità, già gravata dalla marginalità geografica e dalla storica assenza di adeguati collegamenti ferroviari”.

Aeroporto Salerno. Il gestore: “pista funzionale all’aereo RJ-100. Infondate le notizie sull’assenza di standard di sicurezza”

Nota diffusa oggi dalla società di gestione dell’aeroporto di Salerno-Pontecagnano: ” Infondate le notizie sull’assenza di standard di sicurezza ”
“Con riferimento alle notizie, riportate da alcune testate giornalistiche, sulla presunta assenza di ‘standard di sicurezza della pista del durante la stagione estiva per aerei da 100 passeggeri’, incautamente diffuse nella giornata dell’11 aprile 2017, la società di gestione dello scalo precisa quanto segue:

- l’aereo utilizzato dalla compagnia rumena Aviro Air è un British Aerospace BAe 146-300 / Avro RJ-100, con capienza variabile dai 100 ai 112 passeggeri, che ha già operato dall’aeroporto di Salerno in occasione della recente trasferta a Trapani dei tifosi della Salernitana, trasportando al rientro anche la squadra di casa;
- tale velivolo ha regolarmente operato presso lo scalo salernitano da giugno a settembre 2008, e quindi in piena stagione estiva, sotto l’egida della compagnia aerea Orion Air, e nessuna osservazione è stata mai mossa alla funzionalità della pista;
- non sussiste, pertanto, alcun problema tecnico all’operatività di un British Aerospace BAe 146-300 / Avro RJ-100 presso lo scalo salernitano, d’estate o d’inverno, già nelle attuali condizioni infrastrutturali;
- la compagnia aerea Aviro Air non ha tuttavia sottoscritto alcun contratto con la società di gestione dello scalo per voli da tenersi nell’estate 2017, e pertanto nessuna operatività è mai stata annullata non essendo mai stata confermata;
- lo scalo salernitano è costantemente monitorato dall’Enac -Ente nazionale aviazione civile, NdR- ed è dotato di tutte le certificazioni necessarie all’operatività aeroportuale;
- le procedure tecniche finalizzate alla rapida cantierizzazione delle opere di potenziamento infrastrutturale proseguono senza sosta e con il convinto sostegno dei principali soci istituzionali;
- l’inizio dei lavori di consolidamento e allungamento della pista di volo resta fissato nell’anno 2018, allorquando
saranno concretamente resi disponibili i fondi della cd Legge Sblocca Italia.

‘Siamo disponibili a confronti costruttivi per portare avanti un’operazione verità sullo scalo salernitano ed auspichiamo -dichiara il presidente Antonio Ferraro- che l’intero territorio sostenga l’infrastruttura in un momento così decisivo per il suo definitivo sviluppo. Noi continueremo con accresciuto impegno e rinnovata determinazione a perseguire un obiettivo così ambizioso.
Esprimiamo, infine -conclude Ferraro

Enac revoca ad Air Romagna la gestione totale aeroporto Forlì

L’Ente nazionale per l’aviazione civile rende noto che con provvedimento datato 20 marzo 2017, ha revocato l’aggiudicazione della gara per la gestione dell’aeroporto di Forlì alla società Air Romagna.
Nel 2015 infatti la società Air Romagna era risultata aggiudicataria della procedura pubblica selettiva per l’affidamento della gestione totale dello scalo per la durata di trent’anni, ma non si sono mai consolidate le condizioni necessarie per l’affidamento della gestione dello scalo”.

I migliori aeroporti del 2017 resi noti ai “World Airport Awards”

L’aeroporto di Singapore-Changi è stato nominato quale “World’s Best Airport” dai viaggiatori aerei per il quinto anno consecutivo durante la cerimonia degli “Skytrax World Airport Awards 2017″, svoltasi ieri ad Amsterdam presso il Passenger Terminal Expo, alla presenza degli amministratori delegati, dei presidenti, e dei top management degli scali di tutto il mondo.

I dieci migliori aeroporti

1 Singapore-Changi
2 Tokyo-Haneda
3 Incheon
4 Munico
5 Hong Kong
6 Hamad
7 Chubu Centrair-Nagoya
8 Zurigo
9 Londra-Heathrow
10 Francoforte.

Francia: 6-10 marzo, sciopero controllori traffico aereo. Cancellazioni

Incrociano le braccia i controllori del traffico aereo francesi aderenti ai sindacati Unsa-Icna, da oggi al 10 marzo. Cinque giorni di sciopero che provocheranno la cancellazione dal 25 al 33% dei collegamenti aerei verso sud ed ovest del Paese, sia in arrivo che in partenza. Nello specifico è interessato il personale impiegato nei centri di navigazione aerea (Acc) di Brest e di Bordeaux. Ma l’agitazione è estesa anche a quelli di Aix-en-Provence dal 7 al 9 sempre di questo mese.
Dgac, Direzione generale dell’aviazione civile d’Oltralpe ha chiesto alle aviolinee di ridurre il loro programma di voli -secondo il flusso controllato dalle rimanenti Acc non interessate dallo sciopero-, del 25% quelli che servono o attraversano il sud del Paese, e del 33% quelli diretti ad occidente.
Particolari disagi dunque si prevedono per quelle tratte aventi destinazione-partenza gli aeroporti di Parigi (Roissy-”Charles de Gaulle” e Orly), e da/verso Beauvais. Ugualmente interessati gli scali del sud e dell’ovest della Nazione.
Come di consueto Dgac invita i passeggeri a consultare la propria compagnia sullo stato del volo, prima di recarsi in aeroporto

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner