Il nuovo Vito Mercedes-Benz

Solide doti estrinseche, grandi valori intrinseci, massimo profitto e costi contenuti: il nuovo Vito Mercedes-Benz è il versatile e completo professionista del segmento dei MidsizeVans tra 2,5 t e 3,2 t di peso totale a terra. Con un carico utile a livelli record, il prezzo d’acquisto e i costi di mantenimento risultano comunque sorprendente bassi: in Italia il Vito Furgone 109 CDI è disponibile a partire da 19.460 euro (IVA esclusa).

Uno per tutti: la straordinaria versatilità del nuovo Vito

Artigianato, commercio, piccola e media industria, servizi navetta e taxi: il nuovo Vito eccelle ovunque. Unico nella categoria, il modello Vito Furgone è disponibile a richiesta in tre lunghezze e con tre tipi di trazione. Il carico utile massimo di 1.285 kg nel passo Long ne fa il leader del suo segmento. Il Vito Mixto, in quanto furgone con cabina doppia, coniuga i vantaggi del Furgone a quelli del Kombi. Con il nuovo Vito Tourer, Mercedes-Benz apre una strada totalmente nuova per il trasporto di passeggeri: una strada a tre corsie, per il robusto e funzionale Vito Tourer BASE, il versatile Vito Tourer PRO e il pregiato Vito Tourer SELECT. Quella del Tourer è infatti una famiglia completa di modelli, con versioni su misura per le più svariate tipologie di trasporto di persone.

Design: una sintesi perfetta tra forma e funzione
Il nuovo Vito si presenta con un look disinvolto e inconfondibile. Nel nuovo Vito il design non è tuttavia fine a sé stesso. Con un valore di Cx di 0,32, la bassa resistenza aerodinamica contribuisce a ridurre i consumi di carburante e a migliorare le prestazioni di marcia. La carrozzeria del nuovo Vito trasmette inoltre già a un primo sguardo una sensazione di qualità elevata, esaltata ad esempio dalle sottili e uniformi giunzioni della carrozzeria. Leggi il resto di questo articolo »

OPTIFUEL LAB 2

La riduzione del consumo di carburante è stato il punto centrale nello sviluppo del Renault Trucks T, con l’obiettivo di farne un vero e proprio centro di profitto per i trasportatori. Ora, la Casa della Losanga sta nuovamente guardando al futuro continuando la propria ricerca in questo settore e studiando tutte le possibili vie che consentano di ridurre ulteriormente i consumi. Questa ricerca è stata effettuata attraverso un prototipo, l’Optifuel Lab 2, sulla base di un Renault Trucks T, e che succede all’Optifuel Lab 1, introdotto nel 2009. Il progetto è stato sviluppato con il sostegno di otto partner: Plastic Omnium, Michelin, Sunpower, Renault, IFP Energies Nouvelles, CEP-Armines, CETHIL-INSA e LMFA-Ecole Centrale. È anche supportato da ADEMA, l’Agenzia francese per l’Ambiente e il Controllo dell’Energia.
Optifuel Lab 2 presenta 20 tecnologie a bordo, ciascuna delle quali affronta quattro temi principali legati ai consumi: gestione energetica, aerodinamica, resistenza al rotolamento e aiuti alla guida. Claude Covo, Direttore del Progetto, presenta le principali tecnologie sviluppate con questo laboratorio mobile.
Ottimizzazione delle varie fonti di energia incontrando, al tempo stesso, le esigenze di riduzione dei costi
Il focus del lavoro di ricerca svolto con l’Optifuel Lab 2, è stato quello di ottimizzare la gestione delle varie fonti di energia. “L’idea è quella di consumare il meno energia possibile dal motore a combustione interna”, spiega Claude Covo. “Abbiamo quindi potenziato elettricamente diversi elementi ausiliari del veicolo quali aria condizionata, pompa dell’acqua, pompa del carburante e la pompa dello sterzo. Abbiamo poi moltiplicato le fonti di energia elettrica con l’aggiunta di pannelli solari e l’installazione di un sistema di recupero dell’energia dei gas di scarico basato sul ciclo Rankine.”

Quando il conducente richiede energia, un computer analizza tale fabbisogno, per trovare la fonte energetica più idonea (solare, Rankine, ecc.). “Optifuel Lab 2 opera in risposta alle esigenze energetiche”, spiega Claude Covo. “Più l’energia sarà disponibile e a basso costo, più sarà utilizzata.”
Dando priorità alle fonti energetiche “libere” come l’energia solare o il recupero di calore dai gas di scarico, Optifuel Lab 2 limita l’utilizzo di energia prodotta dall’alternatore del motore a combustione, riducendo così i consumi di carburante. Leggi il resto di questo articolo »

Il Nuovo Daily alla Reggia di Venaria

Il Nuovo Daily, il leggero dell’Iveco erede di un veicolo “mondiale” che ha venduto più di 2.6 milioni
di esemplari in oltre 110 Paesi nel mondo, fa il suo ingresso trionfale sui mercati internazionali,
entrando simbolicamente da una porta d’eccezione, quella della Reggia di Venaria Reale.
La splendida cornice della residenza reale e tenuta di caccia di Casa Savoia, oggi fra le destinazioni
turistiche più ambite d’Europa, ha infatti ospitato  la presentazione alla stampa internazionale
del veicolo protagonista della gamma leggera Iveco, che da oggi è disponibile nelle concessionarie
Iveco di tutta Europa. ullo scenario di uno dei più rinomati capolavori dell’architettura, sito di spicco nella lista dei luoghi
Patrimonio dell’umanità secondo l’UNESCO, il Nuovo Daily Iveco ha messo in mostra la perfetta
sintesi tra il suo straordinario patrimonio, che è stato non solo conservato ma anche rinforzato, e la
spinta all’innovazione.
Il compagno di lavoro preferito dagli operatori del trasporto professionale si presenta infatti con la
comodità e praticità d’uso di un furgone leggero, completamente rinnovato, pur mantenendo i valori
di affidabilità, efficienza e versatilità d’uso che da sempre hanno reso questo mezzo un punto di
riferimento nel settore. Leggi il resto di questo articolo »

NUOVO TRAFIC: Il furgone “da vivere”

Renault, leader dei veicoli commerciali in Europa dal 1998, rinnoverà Trafic la prossima estate. Progettato come un vero e proprio “ufficio mobile”, l’abitacolo integra una serie completa di dispositivi che semplificano la vita dei professionisti, dai supporti per telefoni e tablet digitali allo spazio dedicato al PC portatile e al tavolino scrittoio formato A4 asportabile. Con consumi a partire da 5,7 l/100 km*, la nuova gamma di motorizzazioni coniuga sobrietà e performance (fino a 340 Nm di coppia e 140 cv di potenza), permettendo ai professionisti di ridurre i consumi, in media, di 1 l/100 km* rispetto a Trafic II, pari a un risparmio di 1000 €** in 3 anni. Lo spazio di carico non è da meno e propone la migliore lunghezza nel mercato, con 4,15 m su L2, preservando le dimensioni e le forme “cubiche” già apprezzate dai clienti su Trafic II.

Nuovo Trafic è assemblato a Sandouville, dove contribuisce al futuro del sito produttivo. Con la produzione di Nuovo Trafic a Sandouville, Renault porta a tre il numero di siti industriali situati in Francia per la produzione di tutta la gamma dei suoi veicoli commerciali, n° 1 in Europa.

UN NUOVO DESIGN ROBUSTO E DINAMICO

Nuovo Trafic è caratterizzato da un design dinamico e robusto. Il frontale rispecchia pienamente la nuova identità del marchio Renault. Il design dell’abitacolo cambia radicalmente: progettato all’insegna della praticità e del comfort, riprende i temi stilistici dell’auto, assicurando un look seducente e di qualità ed integrando inoltre 14 vani portaoggetti per riporre facilmente gli oggetti quotidiani utilizzati dai professionisti.

Design esterno robusto e dinamico

Il frontale ha un aspetto deciso e dinamico, dalle ottiche allungate ed espressive, che inquadrano un’ampia presa d’aria. Al centro spicca la losanga Renault, caratteristica dell’identità di marca, più grande e in posizione verticale su una fascia nera al di sopra della calandra. L’aspetto generale è valorizzato da una zona verniciata in tinta carrozzeria tra la calandra e il paraurti anteriore. Il parabrezza è più inclinato rispetto a Trafic II e presenta una linea di separazione netta rispetto al cofano motore, più coerente con il mondo delle autovetture. Anche il profilo guadagna dinamicità grazie alle linee tese e alle forme strutturate. Leggi il resto di questo articolo »

Al Via City Mobility Edition!

Starring e ClickUtility On Earth, in collaborazione con Fiat Professional e Canon, presentano City Mobility Edition, la maratona fotografica dedicata alla città di Milano e a tutte le declinazioni della nuova mobilità urbana, vista sotto ogni suo aspetto: monopattini, skateboard, veicoli elettrici, micro vetture e nuove forme di trasporto pubblico locale (car sharing, car pooling, bike sharing).

La Maratona Fotografica si terrà il prossimo sabato 12 Aprile, nell’ambito di Posti di Vista 11° edizione, evento legato al Fuorisalone Milano Design Week della Fabbrica del Vapore.

Il contest prevede due categorie:

•    Selfie new mobility: autoscatto che esprima il proprio modo di vivere i nuovi modelli di mobilità urbana;
•    Curiosity killed the smart cities: le immagini di tutto ciò che è curioso, differente e ha cambiato il volto della città, rendendola “smart”, ad es. panettoni telecomandati,  parcheggi di car sharing, punti di ricarica elettrica, isole digitali etc.

Le fotografie scattate dai partecipanti saranno selezionate da una giuria di qualità presieduta da Roberto Mutti e le migliori 60 (30 per ogni categoria) andranno a comporre una mostra che verrà esposta nella sede dell’Istituto Italiano di Fotografia dal 20 al 30 Maggio, all’interno del programma del PhotoFestival.

Inoltre, gli autori delle due immagini giudicate più interessanti dalla giuria riceveranno come ricompensa una macchina fotografica Canon PowerShot N100 “selfie camera”, la prima compatta Canon a essere caratterizzata da due fotocamere, una anteriore e una posteriore, che consentono di catturare contemporaneamente sia ciò che si trova di fronte all’obiettivo, sia l’espressione del fotografo nel momento in cui preme l’otturatore, raccontando così entrambi gli aspetti della stessa storia. Leggi il resto di questo articolo »

CAR2GO E ITALO, VELOCITA’ CONDIVISA

Dalla rotaia al pavè: la rivoluzione della mobilità urbana, il car sharing, si allea con l’alta velocità. Parte da Milano la nuova partnership tra car2go, la società targata Daimler che, forte di una presenza internazionale di oltre 600 mila clienti, per prima ha lanciato in Italia la “new way” del micro-noleggio urbano condiviso, e Italo, il treno più moderno d’Europa.
Cambiano le abitudini dei cittadini e cambia la geografia della mobilità, sotto il segno dell’ambiente e del risparmio energetico: si scende da Italo, e grazie all’app car2go si preleva, previa registrazione, la smart più vicina per continuare il viaggio in città. In sole 28 settimane dal lancio del servizio a Milano, car2go ha all’attivo 60.000 iscritti, con una flotta di 600 smart disponibili e programmi di espansione in altre città.
Con l’accordo firmato oggi chi sceglie Italo ha un vantaggioso accesso al car sharing car2go. E chi si sposta in città con car2go ha analoghi vantaggi se viaggia a bordo di Italo.
Tutti gli iscritti al programma fedeltà Italo Più (a oggi quasi 400 mila) che presentano la propria carta presso i punti di registrazione car2go in Italia possono usufruire dei seguenti benefici:
- Nella fase di lancio (fino al 30 aprile): registrazione gratuita al servizio di car sharing Car2go e bonus di 45 minuti gratuiti per l’uso del servizio.
- Nella seconda fase (dal primo maggio e per i mesi successivi): sconto di 10 euro per la registrazione al servizio di car sharing e bonus di 45 minuti gratuiti.
Per tutti i clienti car2go sono previsti invece i seguenti vantaggi:
- Nella fase di lancio (fino al 30 aprile): voucher di 15 euro per viaggiare con Italo, valido su tutte le tratte e ambienti, per le offerte commerciali Base ed Economy. Upgrade gratuito all’ambiente Smart XL per chi possiede un biglietto Smart, secondo disponibilità; accesso gratuito alle sale riservate. Per godere di entrambi i benefici è sufficiente mostrare la tessera car2go al personale di Casa Italo. Leggi il resto di questo articolo »

MLFF la soluzione smart per i pedaggi

“Una soluzione al contenimento delle tariffe autostradali, che garantirebbe una gestione più efficiente e un servizio migliore per l’utente finale potrebbe derivare – sostiengono dalla kapsch Traffic Com, società specializzata nell’ITS che ha realizzato sistemi per la gestione delle ZTL in 35 città italiane e sistemi per l’esazione elettronica su autostrade senza caselli in tutto il mondo incluse le concessioni estere di Autostrade per l’Italia in Austria e in Cile – dall’adozione anche in Italia di tecnologie più moderne per l’esazione elettronica dei pedaggi.”
Scelta che tra l’altro diventerà obbligata a breve per via della Direttiva comunitaria 2004/52/CE sull’interoperabilità dei sistemi di tele pedaggio che chiede ai Paesi membri di uniformare il sistema di esazione elettronica dei pedaggi al fine di consentire agli automobilisti di avere un unico contratto, un’unica fattura e un’unica unità di bordo per circolare su tutta la rete stradale europea.

La Direttiva Ue e il MLFF

La Direttiva sull’interoperabilità rappresenta un’opportunità per modernizzare il sistema di esazione esistente e rendere l’infrastruttura autostradale italiana più competitiva. Molti Paesi si stano muovendo nella direzione de Multi-Lane Free-Flow (MLFF) un sistema di pedaggiamento senza barriere che sostituisce ai caselli un’infrastruttura a portali che registra il passaggio dei veicoli grazie a telecamere e sensori che comunicano con i dispositivi di bordo. Tale sistema permetterebbe di: Leggi il resto di questo articolo »

Focus Logistica al TraspoDay 2014

L’Italia perde 40 miliardi l’anno per l’inefficienza della sua logistica e delle sue infrastrutture, una cifra enorme, che si avvicina 2,5% del PIL e che pone il nostro Paese solo al 24° posto nel mondo, per perfomance logistica, alle spalle di quasi tutti gli altri principali Paesi europei e di molti Paesi asiatici.
Dati impressionanti che emergono dall’ultimo rapporto della Banca Mondiale “Connecting to Compete, Trade Logistics in the Global economy” e che lanciano una terribile, ennesima ombra, sulla nostra economia.
“Si tratta di un tema molto delicato ed estremamente attuale- dice Antimo Caturano, presidente di TraspoDay – e che si riflette in modo particolare sulle aziende di trasporto, schiacciate tra l’inefficienza del sistema e una committenza sempre più esigente, senza parlare, poi, di quelle del Mezzogiorno.”
Secondo Caturano “ 40 miliardi l’anno sono una perdita enorme che l’Italia non può permettersi e che, insieme al maggior costo dell’energia, del carburante e della burocrazia, pesa come un macigno sulla competitività del nostro Paese e costituisce uno dei motivi principali della bassa crescita economica degli ultimi dieci anni.”
Da qui l’idea di organizzare uno workshop nell’ambito di TraspoDay 2014, la Fiera del Trasporto e della Logistica, che si terrà da 6 al 9 marzo prossimi preso il Polo Fieristico A1EXPO, di Capua.

“Il titolo – riprende Caturano – potrebbe essere “Logistica, infrastrutture e crescita economica ” e non dovrà essere una passerella di oratori fine a se stessa, ma un’occasione per mettere a confronto tutte le componenti di quella logistica cosi inefficiente, secondo la Banca Mondiale.
Così ci stiamo muovendo per avere intorno a vari tavoli, politici, amministratori locali, manager di grandi aziende, esperti nella movimentazione merci, nella logistica, responsabili degli interporti. Leggi il resto di questo articolo »

My Citytech: La premiazione!

Si inaugura il 28 ottobre, alla Fabbrica del Vapore My Citytech, Shoot your New Mobility!, la mostra foto/video organizzata in contemporanea con l’evento Citytech, in collaborazione con Trasportando e Photographers, e curata dal critico fotografico Roberto Mutti.
I progetti in esposizione sono stati selezionati con un concorso, indetto tra il 15 luglio e il 10 ottobre tramite il sito photographers.it, e interpretano il concetto di Mobilità Nuova, intesa come mobilità in grado di soddisfare le esigenze di spostamento dei cittadini in modo razionale, sicuro, efficiente ed ecologico. I progetti presentati sono stati caricati sulla Fanpage Facebook di Citytech e votati da una giuria popolare con il sistema dei Like. I più votati sono in esposizione alla Fabbrica del Vapore il 28 e 29 ottobre.

Nella serata del 28 ottobre, a partire dalle 18.30 saranno proclamati i due vincitori (uno per la categoria foto e uno per il video) alla presenza della giuria, del pubblico e delle istituzioni. I progetti vincitori potranno essere selezionati e usati anche nella campagna di comunicazione dell’evento 2014, dietro accordi da stabilire con gli autori.

La giuria è composta da: Roberto Mutti, critico fotografico, giornalista per La Repubblica, organizzatore di mostre ed autore di numerosi libri di argomento fotografico; Maurizio Cavalli, direttore dell’Istituto Italiano di Fotografia; Michele Meta, Presidente della Commissione Trasporti alla Camera; Bartolomeo Giachino, Consigliere del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi; Simone Dini, portavoce Rete per la Mobilità Nuova; Pierfrancesco Maran, Assessore alla Mobilità, Ambiente, Metropolitane, Acqua pubblica, Energia del Comune di Milano; Barbara Covili, Amministratore Unico di Clickutility on Earth; Sonia Pampuri, owner di Trasportando.com e Angelo Cucchetto, owner di Photographers.it.

Leggi il resto di questo articolo »

Green Cars Forum 2013

Uno scambio di esperienze europee e italiane sarà al centro dei 16 convegni e workshops che caratterizzeranno i tre giorni dedicati alla mobilità del XXI secolo del Green Cars Forum a Torino dal 25 al 27 settembre.

Un forum per la mobilita’ sostenibile
Strutturato come un “centro del sapere”, il Forum prende in considerazione tutta la filiera della mobilità sostenibile, dando spazio ai protagonisti di questo cambiamento culturale; aziende, università e istituzioni saranno rappresentate ai massimi livelli per contribuire fattualmente a ridisegnare il modello di business della mobilità di merci e persone attraverso l’utilizzo delle tecnologie del XXI secolo.

Dalla progettazione di veicoli a ridotto impatto ambientale, all’integrazione con le altre forme della mobilità urbana; dall’analisi approfondita delle regolamentazioni europee ed italiane, agli impatti sulla city logistics; dall’innovazione tecnologica alla creazione di nuovi poli industriali, Green Cars Forum sarà anche “centro del dibattito” svolgendosi nell’area italiana vocata, da sempre, al settore produttivo Automotive e pronta a confrontarsi sulle nuove sfide che la sostenibilità ambientale pone.

Torino protagonista
L’opportunità di far divenire Torino ed il Piemonte il fulcro della conoscenza internazionale sulla mobilità sostenibile è evidenziata dai promotori della manifestazione: Comune di Torino, Camera di Commercio, Regione Piemonte, Confindustria Piemonte oltre che dalle principali associazioni di settore: UNRAE, CEI CIVES, TTS. Leggi il resto di questo articolo »

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner