Nuovo servizio del Gruppo Grimaldi verso il Messico

Il Gruppo Grimaldi estende i propri servizi al Messico. Un nuovo servizio diretto per il Messico per il trasporto di carichi rotabili, project cargo ed automobili è stato recentemente lanciato. Si tratta, precisa un comunicato, dell’estensione del servizio regolare che collega il Mediterraneo al Nord America, operato dal Gruppo dal 2015. Si tratta del primo servizio diretto e regolare tra il Mediterraneo e il Nord America per il trasporto di rotabili.

Il nuovo servizio collega i porti di Civitavecchia, Savona e Gemlik in Turchia con gli scali nordamericani di Halifax (Canada), New York, Baltimora, Jacksonville e Houston, nonché quello messicano di Veracruz ed ha frequenza settimanale per gli scali in Nord America e quindicinale per il Messico.

Grazie all’impiego di moderne navi ro-ro multipurpose che hanno una capacità totale di carico di 3.000 metri lineari di carico rotabile e 3.000 auto, la linea regolare garantisce un transit time di soli 12 giorni tra Italia e Nord America e 20 per la costa atlantica del Messico

Fincantieri: firmato l’accordo per Stx France

La Stx France è di Fincantieri. A distanza di sei giorni dall’intesa “in via di principio” annunciata dal ministro dell’Industria Chrystophe Sirugue, oggi lo stesso titolare del dicastero e l’a.d. del gruppo italiano, hanno sancito quell’accordo firmando a Parigi un “Head of Terms” elemento fondamentale per il perfezionamento degli accordi definitivi tra i futuri azionisti. Per lo Stato francese, titolare del 33,34% di Saint Nazaire, ha firmato l’Agence des Participations de l’Etat. Ovviamente, l’intesa, senza scendere nel dettaglio, include le linee guida del piano industriale preparato da Fincantieri, condiviso con APE. Fincantieri verserà meno di cento milioni di euro per avere una quota del 48% mentre un’altra fetta, del 6% circa è destinata a Fondazione CRTrieste. E’ allo studio l’ipotesi di un ingresso del gruppo francese Dcns con il 12%. Non è una cifra astronomica quella pagata dal gruppo triestino ma l’importanza di rilevare Stx è strategica. In vista del consolidamento di un gruppo europeo e perché la realtà francese è in grado di realizzare navi militari. Ora la palla torna a Seul, dove la partita era cominciata alla fine del 2016, per la precisione al Tribunale fallimentare che si occupa della vendita del 66,6% della Stx France da parte del (fallimentare) gruppo coreano Stx offshore & shipbuilding. Tribunale che, dopo la candidatura (ritirata) di tre altri players internazionali del settore, aveva definito Fincantieri miglior offerente per l’acquisto della società transalpina. “Stiamo lavorando con il tribunale di Seul per finalizzare quanto più rapidamente possibile l’acquisizione di STX France”, ha fatto sapere in una nota il gruppo triestino stasera: Bono ha fretta di chiudere la vicenda per puntare la prua verso nuovi orizzonti

Onorato potenzia la rotta Genova-Livorno-Catania

Una nave ‘ro-pax’ per dare il via alla linea merci e passeggeri Malta-Catania con una rete di collegamenti che consentirà agli autotrasportatori di poter usufruire di una vasta offerta, con navi e orari pensati per soddisfare le necessità di tutti i professionisti del settore.

Sono le novità del Gruppo Onorato Armatori per “confermare la nostra politica di investimenti e rafforzamento del network da e per la Sicilia, con operativi e unità capaci di trasportare qualsiasi tipologia di merci e veicoli con dimensioni eccezionali”.

La prima novità riguarda i collegamenti da Genova e Livorno per Catania e viceversa: dal 18 aprile Tirrenia garantirà tre partenze settimanali sia dal capoluogo ligure che da Livorno.

Per queste rotte verranno impiegate due ‘ro-ro’ di cui una da 178×26 metri, che può trasportare sino a 2.600 metri lineari, l’altra da 166×25 metri, anch’esso in grado di contenere fino a 2.500 metri lineari, entrambe con una velocità di servizio di 20 nodi. “Viaggeranno lungo il Mar Tirreno – spiegano dal Gruppo Onorato Armatori – in affiancamento al servizio già esistente sull’Adriatico, offriranno un network completo per soddisfare al meglio le necessità del mercato”.

A questo si aggiunge, sempre dal 18 aprile, un nuovo collegamento con nave dedicata sulla tratta Malta-Catania.

L’obiettivo del Gruppo Onorato Armatori è “quello di voler ulteriormente incrementare i traffici commerciali da e per l’Isola di Malta verso la Penisola ed il resto d’Europa e aprire al traffico passeggeri”. Per questo ci saranno quattro collegamenti settimanali da Malta per Catania e viceversa.

Con la nave ro-pax Barbara Krahulik, dunque, già dai prossimi giorni sarà attiva la nuova offerta del Gruppo leader nei trasporti del Mediterraneo.

“Con questa nuova opportunità – dichiara il Vice presidente di Moby e consigliere delegato al commerciale di Moby e Tirrenia, Alessandro Onorato – Tirrenia consolida ulteriormente la sua presenza sul territorio nel quale crede fortemente e ha già prodotto risultati importanti. Crediamo che si possano sviluppare nuovi traffici tra i due Paesi grazie alla possibilità di poter usufruire di un servizio nuovo e conveniente in termini di prezzi e frequenza”

MOBY E TIRRENIA, SCONTI PER CHI PARTECIPA ALLA SARDINIA INTERNATIONAL DANCE CUP

Moby e Tirrenia propongono tariffe agevolate a coloro che
parteciperanno alla Sardinia International Dance Cup – 15° Trofeo Golfo
dell'Asinara, competizione internazionale di danza sportiva che si terrà a Olbia dal
7 al 9 aprile prossimi al Geopalace di Olbia, all’interno del Geovillage.

Le due Compagnie del Gruppo Onorato Armatori offrono uno sconto del 20% sulla
tariffa ordinaria disponibile al momento della prenotazione, applicabile ai
passeggeri iscritti alla competizione e ai relativi veicoli (auto – furgoni lung.
fino a 6 mt).
L’agevolazione, che ha validità fino ad esaurimento dei posti ad essa destinata,
sarà cumulabile esclusivamente con la tariffa best offer ma non con altri buoni o
voucher emessi per altre iniziative. Lo sconto sarà concesso su presentazione della
copia della credenziale, completa del numero progressivo rilasciato dalla segreteria
dell’associazione dilettantistica Numero Uno Sardegna, unitamente alla copia
dell’iscrizione alla manifestazione.

Moby e Tirrenia confermano in questo modo ancora una volta il loro supporto alle
manifestazioni sportive che si svolgono in Sardegna, proponendo ai partecipanti
prezzi vantaggiosi per viaggiare con le navi delle due Compagnie.

Di seguito le tratte e le date valide per la convenzione:

- da Livorno, Genova e Civitavecchia per Olbia: 5-6 aprile
- da Olbia per Livorno, Genova e Civitavecchia: dal 10 al 12 aprile

Fino a 4.700 partenze per la Sardegna (fino a 27 al giorno) e una capacità massima
di circa 62.000 passeggeri giornalieri. Moby, insieme a Tirrenia, offre il più
grande network di collegamenti e una vasta scelta di orari e porti di partenza, con
la possibilità in alta stagione di viaggiare sia in notturna che in diurna grazie al
potenziamento delle corse. Viaggiare con Moby e Tirrenia significa sentirsi
completamente a proprio agio, in un ambiente piacevole con un'atmosfera di relax e
divertimento.

Onorato, potenzia collegamenti tra Sicilia e Malta

Un nuovo collegamento merci con una nave dedicata sulla rotta Catania-Malta sarà attivato da fine marzo dal Gruppo Onorato Armatori per “continuare la sua operazione di consolidamento in Sicilia” e “dare agli autotrasportatori un ventaglio ancora più esteso di offerte delle rotte da e per l’isola”.

Il collegamento, in aggiunta a quello settimanale già esistente, sarà operato con una nave dedicata, sulla rotta Catania-Malta con quattro partenze settimanali da ciascun porto e con orari tarati specificamente sulle necessità del settore merci, in particolare per il settore alimentare. La nave, 1.500 metri lineari, trasporterà sia trailer che veicoli guidati. Il nuovo operativo consentirà ai trasportatori un ulteriore miglioramento delle performance in termini di orari, sia di percorrenza che d’arrivo.

Inoltre Onorato Armatori ha previsto il rafforzamento dell’offerta con l’inserimento di una ro-ro da 2.600 metri sulla tratta Genova-Livorno-Catania. In primavera il dipartimento merci del gruppo sarà rafforzato ulteriormente con l’inserimento di una ro-ro di 3.500 metri.

“Non possiamo che ringraziare tutti i nostri clienti che ci stanno sostenendo fortemente nel nostro importante piano di espansione – afferma il direttore commerciale merci di Tirrenia, Pierre Canu – in particolare in Sicilia. Grazie al loro supporto siamo certi che nel breve periodo riusciremo a completare la nostra offerta per fornire loro il miglior servizio”.

Onorato Armatori conferma anche a febbraio un trend di crescita, con un incremento complessivo del traffico merci del Gruppo del 10%, il doppio rispetto al mese precedente.

Fincantieri: varata a Marghera la Carnival Horizon

È stata varata  nello stabilimento Fincantieri di Marghera, “Carnival Horizon”, nuova nave destinata a Carnival Cruise Line, brand del gruppo statunitense Carnival Corporation, primo operatore al mondo del settore crocieristico.

Ora inizierà la fase di allestimento degli interni, che porterà alla consegna della nave nella primavera 2018. Il momento del varo è stato preceduto dalla tradizionale e beneaugurante “coin ceremony”, la posa di un dollaro d’argento sull’ultimo ponte della nave, secondo un antico costume marinaro. Madrina della cerimonia è stata Clementina Zecchin, dipendente dello stabilimento di Marghera.

La nuova unità, gemella di “Carnival Vista”, la più grande nave finora costruita da Fincantieri per la flotta di Carnival Cruise Line consegnata a Monfalcone nell’aprile 2016, avrà una stazza lorda di 133.500 tonnellate, sarà lunga 323 metri e potrà ospitare a bordo oltre 6.400 persone, tra passeggeri ed equipaggio. Le unità della classe “Vista” rappresentano un nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale per il lay-out innovativo, le elevatissime performance e l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia. Gli allestimenti degli interni sono caratterizzati da un elevatissimo livello di comfort, proponendo una vasta gamma di intrattenimenti, tra cui un cinema Imax 3D, una birreria con produzione artigianale di birra a bordo, ristoranti oltre che teatri, negozi e centri benessere. Una delle novità è rappresentata dall’area Havana, un’area a tema, ristretta ed esclusiva, composta da cabine, bar all’aperto e Infinity Pool, a cui potranno accedere, durante il giorno, solamente i passeggeri che alloggiano in quella zona. Anche “Carnival Horizon” sarà costruita secondo le più recenti normative in tema di navigazione e fornita dei più moderni sistemi di sicurezza, compreso il “Safe return to port”. Sarà inoltre dotata delle più avanzate tecnologie per il risparmio energetico e per soddisfare le più severe normative ambientali con motori ad alta efficienza energetica e un sistema di lavaggio dei gas di scarico. Dal 1990 ad oggi Fincantieri ha costruito 76 navi da crociera (di cui ben 53 dal 2002), altre 31 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimenti del gruppo

D’Amico, aumento di capitale fino a 35 mln

Il cda della d’Amico International Shipping, società internazionale operante nel trasporto marittimo specializzata nel settore delle navi cisterna, ha deliberato un aumento di capitale per un valore massimo di 35 milioni di euro. La sottoscrizione delle nuove azioni vedrà la contestuale assegnazione di warrant gratuiti esercitabili entro un periodo di cinque anni. L’eventuale esercizio integrale dei warrant porterà l’aumento a un valore massimo di 60 milioni di euro. Il socio di maggioranza si è “irrevocabilmente” impegnato a sottoscrivere almeno il numero di Nuove Azioni corrispondenti alla sua quota del 58,28%.

“E’ un’operazione che riteniamo positiva per sfruttare la ripresa del mercato – ha detto il cdo di d’Amico International Shipping, Marco Fiori -. Anche se il 2016 è stato un anno difficile per il settore delle navi cisterna, la società ha comunque mantenuto una buona profittabilità a livello operativo con un ebitda pari a 55 milioni di euro ed è riuscita a minimizzare le perdite a 6,2 milioni. Siamo convinti che con questa operazione potremo cogliere tutte le opportunità”.

L’Ue chiede il monitoraggio del CO2 emesso dalle navi

Il 30 giugno 2019 l’Ue pubblicherà per ciascuna nave europea e ciascun armatore i dati sulle emissioni di C02, una ‘mappa’ completa dell’inquinamento. Il percorso individuato con l’obiettivo di ridurre l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria coinvolgerà anche il trasporto marittimo e il lavoro inizia adesso per gli armatori chiamati a organizzarsi per monitorare le emissioni, e le società dei verificatori che dovranno validare i piani. L’argomento è stato al centro del workshop organizzato dal Popeller Club del porto di Genova a Palazzo San Giorgio quest’oggi proprio su “Mrv (Monitoring, recording and verification) delle emissioni CO2 delle navi previsto dal regolamento europeo 2015/757″. Gli armatori dovranno presentare entro il 31 agosto di quest’anno i piani del monitoraggio che partirà il primo gennaio 2018 e durerà un anno. “Ci stiamo preparando – spiega Federico Beltrami, direttore flotta della Premuda che conta in tutto 20 navi di cui 5 gestite a Genova – per iniziare a raccogliere i dati”. Il sistema “deve essere pronto presto perché la raccolta dati è complessa e richiede notevole impegno finanziario per la scelta tecnica per fare il monitoraggio ma soprattutto di risorse umane: c’è una grossa mole di dati da trattare, controllare, accumulare e inviare. Stiamo realizzando un manuale, una procedura per la società e una personalizzata per ciascuna nave per tenere conto dell’eventuale differenza nel monitoraggio nei sistemi di bordo. Abbiamo scelto un sistema con i contatori fuel”.

Msc entra in società con Messina

Msc si prepara a entrare in società con il gruppo Messina, che gestisce un flotta di otto navi e un terminal in porto a Genova, acquisendo una quota che secondo le indiscrezioni dovrebbe essere del 49%. Oggi a Genova si è svolto un incontro fra i vertici del gruppo Msc, guidato da Gianluigi Aponte, e del gruppo Messina con il top management di Banca Carige, che segna un passo avanti nella trattativa. “Msc e Messina, grazie anche alla disponibilità manifestata dalla banca, proseguiranno il percorso con l’obiettivo di pervenire ad un accordo”, affermano le parti in una nota che sottolinea il “clima di forte e condivisa collaborazione”. L’ingresso di Msc nella compagine azionaria del gruppo Messina (che oltre al terminal portuale di Genova ha sei terminal intermodali e circa 15 agenzie in Europa e Africa) è legato alla possibilità di sfruttare sinergie nei core business dei due gruppi. L’accordo con il colosso internazionale guidato da Aponte, che spazia dai container alle crociere e ai traghetti, dovrebbe riguardare sia la parte armatoriale sia quella terminalistica dell’attività della ‘Ignazio Messina’. Con l’operazione che potrebbe essere firmata a breve, grazie appunto al passaggio con Banca Carige con cui la Messina ha una forte esposizione, si rafforzerà la presenza di Msc nel capoluogo ligure, dove detiene già metà del terminal contenitori di Calata Bettolo (l’altra metà è dell’imprenditore genovese Luigi Negri, che sta vendendo la sua quota al fondo Infracapital), e detiene la maggioranza di Stazioni Marittime spa, la società che gestisce il terminal crociere e traghetti dello scalo. Msc crociere è inoltre la principale compagnia crocieristica che scala Genova con le sue navi e fa capo al gruppo Msc anche la compagnia di traghetti Gnv che ha nel capoluogo il suo quartier generale. Proprio ieri il presidente dell’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale (Genova e Savona), Paolo Signorini aveva incontrato Aponte a Ginevra discutendo le possibilità di sviluppo ulteriore del gruppo nello scalo.

D’Amico vende due navi per 27 milioni di dollari

D’Amico International Shipping , società specializzata nel mercato delle navi cisterna, ha reso noto che la propria controllata d’Amico Tankers (Irlanda) ha venduto due navi Medium Range: MT High Endurance e MT High Endeavour, imbarcazioni per il trasporto di prodotti petroliferi raffinati per una portata lorda pari a 46,9 tonnellate. Le due navi sono state vendute a Sea World Tankers (cliente di Sea World Management) per un importo pari a 13.5 milioni di dollari ciascuna. d’Amico Tankers manterrà l’impiego commerciale, avendo concluso con l’Acquirente anche un contratto di time charter di 4 anni. Ad oggi la flotta d’Amico comprende 53,8 navi cisterna di età media di 7,7 anni (di cui 30,3 navi di proprietà e 23,5 a noleggio). d’Amico Tankers ha inoltre contratti in essere con Hyundai Mipo Dockyard per la costruzione di 6 nuove navi cisterna LR1 (Long Range), con consegna prevista tra il 2017 e il 2018. L’a.d. di d’Amico, Marco Fiori ha dichiarato: “Questa vendita è in linea con la nostra strategia di lungo periodo di mantenere una flotta di navi di proprietà molto giovane, sostituendo gradualmente le unità più vecchie con le nuove ordinate negli ultimi 4 anni. Allo stesso tempo, questo accordo ci consentirà di mantenere il controllo commerciale di queste due navi per ulteriori quattro anni. In aggiunta, il contratto permetterà di generare circa 2 milioni di dollari di ‘profitto da vendita di navi’, con un impatto positivo sui risultati del primo trimestre 2017″.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner