Alcune note sul cronotachigrafo

Alcuni nostri lettori hanno chiesto delucidazioni sulla revisione dei cronotachigrafi e tachigrafi digitali.
Per i non addetti ai lavori, il cronotachigrafo digitale, è quella strumentazione che è necessaria per registrare i tempi di guida dei conducenti di camion, pullman ed autocarri, nasce dall’esigenza di sostituire il precedente apparato analogico, nel tempo risultato di facile contraffazione da parte degli utilizzatori, così da consentire la manomissione delle rilevazioni degli orari e per questo in grado di creare gravi distorsioni della libera concorrenza.

Inoltre, problemi d’utilizzo ed affidabilità, specialmente nella lettura dei dati sul disco hanno reso complessi anche i controlli da parte delle Autorità competenti.

L’Unione Europea ha, pertanto, deciso di procedere alla realizzazione ed alla diffusione di un nuovo apparecchio di controllo più affidabile e sicuro, grazie alla nuova tecnologia digitale.

Ogni singolo dispositivo di controllo (cronotachigrafo analogico o tachigrafo digitale), indipendentemente da guasti o difetti di funzionamento, deve essere sottoposto a controllo ogni 2 anni presso un´officina o un centro tecnico autorizzato che deve:

v apporre sull´apparecchio un apposito sigillo recante un marchio uniforme;
v rilasciare all´utente un´attestazione da esibire agli UMC quando il veicolo è sottoposto a revisione ai sensi dell´art. 80 C.d.S..
Infatti, al momento della revisione del veicolo, l´UMC non effettua alcun controllo tecnico diretto sul dispositivo né alcuna verifica dell´efficienza del dispositivo stesso ma acquisisce la documentazione di verifica dell´officina autorizzata ed accerta soltanto:

v presenza e regolarità del sigilli,
v regolarità del marchio di omologazione del dispositivo,
v corrispondenza del diametro delle ruote con quello indicato sulla targhetta dell´apparecchio (e per il quale il dispositivo è stato approvato).
Il cronotachigrafo deve essere controllato ogni 2 anni dalle officine autorizzate alla riparazione degli apparecchi stessi. L’attestazione di avvenuto controllo biennale deve essere esibita in occasione della revisione periodica prevista dall’art. 11, comma 9, Legge 4 aprile 2012, n. 35, che prevede “Gli apparecchi di controllo sui veicoli adibiti al trasporto su strada disciplinati dal regolamento (CEE) n. 3821/85, e successive modificazioni, sono controllati ogni due anni dalle officine autorizzate alla riparazione degli apparecchi stessi. L’attestazione di avvenuto controllo biennale deve essere esibita in occasione della revisione periodica prevista dall’articolo 80 del Codice della strada.”

Azione nel Trasporto Italiano a Brescia per il primo raduno nazionale

L’Associazione “Azione Nel Trasporto Italiano”, ha indetto per sabato 16 novembre alle ore 11.00 all’uscita di Brescia Est dell’A4, un incontro con trasportatori, padroncini e autisti, per parlare delle gravi difficoltà che l’autotrasporto sta attraversando in questo momento. Un incontro per decidere insieme quali contromisure assumere per farsi ascoltare da un Governo Sordo!
Sarà l’occasione, tra l’altro, per rendere tutti edotti della costituzione della C.T.L.E “Confederazione del Trasporto e della Logistica in Europa”, che sarà il punto di partenza per presentare i problemi della categoria alla Comunità Europea. Per non parlare più! Per agire! Vi aspettiamo tutti all’autoporto di Brescia est, A4 uscita Bs Est.

Patente di guida: i nuovi quiz sono scattati da lunedì 4 novembre.

Attenzione, codice rosso: dal 1 novembre 2013 gli esami di teoria per il conseguimento della patente di guida delle categorie A e B si svolgeranno con i nuovi quiz ministeriali. Se la data di entrata in vigore prevista era quindi il 1° ottobre 2013, a due settimane esatte dallo scadere del termine il Ministero sembra aver cambiato idea e secondo fonti attendibili la nuova data annunciata è quella del 4 Novembre 2013.

Ricordiamo che le novità rispetto ai quiz precedenti riguardano l’introduzione/variazione di 700 quiz destinati ad un adeguamento dell’ Italia alle normative dell’Unione Europea.

Per quanto riguarda la modalità di svolgimento di esame per la patente di guida non c’è nessuna variazione, le solite 40 domande con risposta vero o falso a cui dare risposta in 30 minuti di tempo e fino a 4 errori consentiti per superare la prova.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha pubblicato la Circolare con protocollo 23010 del 18/09/2013 avente per oggetto “Esami di teoria per il conseguimento della patente di guida delle categorie A1, A2, A, B1, B, BE“. La Circolare dispone che “a far data 1 novembre 2013, gli esami di teoria per il conseguimento della patente di guida delle categorie A e B si svolgeranno con i nuovi quiz predisposti dall’Amministrazione, sulla base dei programmi d’esame previsti dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 8 gennaio 2013 e dal decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 19 dicembre 2012“.

Facciamo notare che, essendo il 1° novembre un giorno di festa nazionale, la reale operatività della circolare scivolerà a lunedì 4 novembre 2013.

A Citytech il TPL è… sexy!

Stufo del solito modo di parlare di TPL?
Il TPL è una risorsa irrinunciabile per le nostre città, ma sempre più spesso è soggetto a tagli e attacchi che minano la sua sopravvivenza. In più, le campagne di comunicazione che dovrebbero promuovere l’utilizzo di autobus, tram, metropolitane e treni, troppo spesso sono percepite dall’utente finale come obsolete e poco “cool”. Per incoraggiare i cittadini all’uso del TPL, occorrono strategie di comunicazione in grado di rilanciarne l’immagine, rendendola accattivante e sensuale, fresca e frizzante, in una parola: sexy!

A Citytech il TPL è… sexy!
Prendendo spunto dalle campagne di comunicazione delle aziende esercenti il servizio di TPL in Danimarca, Belgio, Svezia, Sexy TPL sarà un convegno dall’approccio innovativo, dove i relatori delle aziende italiane potranno conoscere i direttori della comunicazione di aziende straniere, confrontandosi su come si può e si deve comunicare il TPL. Vi aspettiamo martedì 29 ottobre, dalle 9 alle 11, nella Sala Corridoio della Fabbrica del Vapore e, in attesa di incontrarci di persona, vi proponiamo alcuni video:

Alcune anticipazioni
Sarà nostra graditissima ospite: Sylvie CAPPAERT-BLONDELLE, Direttore della Comunicazione della UITP, International Association of Public Transport. Interverranno inoltre: Simone Tornabene, Docente di strategia e marketing, Ninja Marketing; Robert Sahlberg, Karlstadsbuss Svezia; Blanka Brozova, ROPID Praga, Repubblica Ceca; Tamara De Bruecker, Direttore della Comunicazione, De Lijn Belgio.

Visita il sito per il programma completo dei convegni, che hanno ottenuto l’Adesione del Presidente della Repubblica. Citytech ha il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, della Provincia di Milano, della Regione Lombardia, di Aipark, AMAT (Agenzia Mobilità Ambiente Territorio) e ATM. L’evento è realizzato da Clickutility on Earth, in partnership con il Comune di Milano e Commissione Europea – Rappresentanza Regionale a Milano. Per informazioni: citytech.eu e per partecipare: info@citytech.eu. Seguite le notizie anche sulla Fanpage Facebook e su Twitter! L’evento è aperto al pubblico e gratuito, per iscriversi è necessario compilare il form online.

28 convegni, 200 relatori per l’evoluzione della logistica e trasporti nel XXI secolo.

Muovere merci e persone in agglomerati urbani da oltre 10 milioni di persone è un problema che già oggi affligge le grandi megalopoli e che diverrà un problema planetario nel 2050 quando, si stima, che il 70% delle persone vivrà inurbato.

In Italia il numero delle città con oltre 1 milione di abitanti è ridotto ma la conformazione geografica del Paese, la configurazione dei centri storici delle città, lo sviluppo urbanistico non gestito, fanno dell’Italia un ideale bacino per la sperimentazione di nuovi metodi e tecnologie utili a decongestionare il traffico e ridurre l’impatto ambientale.

Lo sviluppo della mobilità intelligente nei centri urbani del nuovo millennio costituirà il volano imprescindibile per migliorare il benessere dei cittadini e per rafforzare la competitività del settore italiano dell’automotive e dei sistemi di ITS mantenendo la sua leadership tecnologica a livello internazionale.

Persone e merci dovranno spostarsi all’interno di un sistema intelligente che permetta di ridurre la congestione del traffico urbano attraverso la gestione dei flussi di veicoli con tecnologie informatiche avanzate (ICT) in grado di regolarne gli scambi e offrire al cittadino la scelta del mezzo più conveniente in termini di posizione e di tempo riducendo la concentrazione di inquinanti nell’aria e promuovendo l’utilizzo di soluzioni a basso impatto ambientale e zero emissioni.

Perché ciò possa realmente divenire concreto è necessario che tutta la filiera degli attori coinvolti lavori in maniera coordinata: istituzioni locali e nazionali, aziende del trasporto pubblico e privato, società di logistica, car makers, devono agire in una visione integrata; acquisendo consapevolezza che solo attraverso questa modalità si potrà garantire lo sviluppo e l’evoluzione economica di questo comparto.

Per avere una visione sistemica di questa trasformazione epocale nasce Smart Mobility World, il primo evento intersettoriale che si terrà a Torino al Centro Congressi del Lingotto dal 26 al 27 settembre a Torino, con una International pre-conferences il giorno 25.

Attraverso 3 Forum si metteranno a sistema esperienze, idee, visioni di industria, università e istituzioni, con la presenza di relatori di altissimo profilo come: Gian Gherardo Calini, Head of Marketing Development, European GNSS Agency, Mario Caporale, Responsabile Strategie SatNav/SatCom/Sat-EO, ASI – Agenzia Spaziale Italiana, Enrico Finocchi, Direttore Generale Trasporto Stradale ed Intermodalità, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Bartolomeo Giachino, Consigliere, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

In particolare i temi delle Smart City, dei Big data, del digital signage verranno affrontati nell’ambito dei Forum di “ITN Infrastructures & technologies for the Smart City” e di  “Telemobility”, con dibattiti e seminari dedicati che rappresenteranno lo stato dell’arte sui temi della connettività, del digitale, della mobilità integrata.

A questi Forum, quest’anno si aggiunge “Green Cars Forum” dedicato al settore Automotive; permettendo quindi un connubio perfetto tra le tecnologie di comunicazione ed i veicoli a basso impatto ambientale.

Per maggiori informazioni, per il programma delle conferenze e la registrazione gratuita previo accredito e riservata ad operatori del settore, è disponibile il sito web dell’evento: www.smartmobilityworld.eu

Ion Purice, il camionista-eroe dell’A4

Finalmente è nota l'identità del camionista che con una manovra spettacolare ha
fatto da scudo, domenica scorsa sulla A4, alla bambina ferita rimasta incastrata
nell'abitacolo della vettura su cui viaggiava. Tutta la CNA-Fita si congratula
dunque con Ion Purice, 29 anni, di origini rumene che con il suo gesto, oltre a
dimostrare un eroismo ammirevole, evidenzia anche che nell'autotrasporto
professionale vi sono persone responsabili e capaci di preservare la sicurezza in
condizioni estreme, con i propri comportamenti e la propria professionalità. "Troppo
spesso - afferma Cinzia Franchini - gli autotrasportatori vengono rappresentati con
frasi del tipo "bisonti della strada", o nel migliore dei casi i rinomati
"padroncini". Mai però ci si riferisce a loro come a professionisti, e mi riferisco
al trasporto in conto terzi, che ogni giorno, con professionalità e in condizioni di
lavoro estreme - prosegue la presidente della CNA-Fita - a causa di una burocrazia
asfissiante, costi assicurative e del carburante esorbitanti e infrastrutture
stradali in condizioni pessime garantiscono la distribuzione delle merci sul
territorio nazionale. Anche per questo va a Ion Purice il nostro grazie.

Gara di solidarietà sulla A4

C’è stata una gara di solidarietà  sulla A4, l’autostrada Milano Venezia, per aiutare una bambina di otto anni che è stata sbalzata fuori da una Ford Galaxy volata contro la barriera new-jersey centrale fra Dalmine e Bergamo. Un camionista ha messo il suo tir di traverso facendo scudo all’auto incidentata per evitare che fosse travolta dagli altri veicoli, e una squadra di volontari della croce rossa che stava passando ha prestato il primo soccorso alla bambina, che era in arresto cardiaco, rianimandola. Adesso la piccola, di origini marocchine che vive con i genitori a Pieve di Soligo in provincia di Treviso, è ricoverata in condizioni molto gravi all’ospedale Giovanni XXIII di Bergamo dove ha subito un intervento al viso

Ma se è viva probabilmente lo deve alla prontezza di riflessi dell’autista e dei volontari della Cri di Lomazzo (Como) che in pulmino stavano andando alle gare di primo soccorso a Castiglione delle Stiviere, nel mantovano. ”Abbiamo visto il camion sull’autostrada – ha spiegato la caposquadra Susanna Pagani -. Erano libere la corsia di sorpasso e quella di emergenza. Pensavano che avesse avuto lui l’incidente, poi passando con la coda dell’occhio abbiamo visto un uomo in ginocchio che stringeva una bambina”. Non ci hanno pensato un momento, si sono fermati e scesi dal pulmino l’hanno sentito urlare disperato chiedendo aiuto. La madre, invece, non riusciva ad esprimersi in italiano, forse perché sotto choc. Il papà aveva avvolto la piccola – sbalzata dal finestrino posteriore sinistro dell’auto – in una coperta. Subito i volontari si sono accorti che oltre ad avere un trauma cranico era in arresto cardiaco e hanno iniziato le manovre di rianimazione. Loro hanno fatto il massaggio cardiaco, mentre il papà l’ha ventilata. Il cuore ha ricominciato a battere, la bambina ha ripreso a muoversi e a piangere, anche se non si poteva dire che fosse cosciente. Sono arrivati la polstrada – che dovrà accertare da dinamica dell’incidente – l’automedica e l’ambulanza che ha portata la piccola in ospedale.

Il libro bianco sulla Mobilità e i Trasporti In Italia protagonista al Citytech

Durante   la   Sessione   Istituzionale   di   Citytech (Milano,   28   ottobre   2013)   sarà   presentato    il   Libro   Bianco   sulla   Mobilità    e    i   Trasporti    in    Italia,   redatto   dall’Osservatorio    sulla Mobilità    e    i    Trasporti    dell’Eurispes.   L’Osservatorio,   costituito   nel   dicembre   2012   e    diretto   dall’Ing.   Carlo   Tosti,   si   propone   sullo   scenario   di   settore   come   un   centro   di    produzione   di   dati   e   di   conoscenza   sui   temi   dei   trasporti,   della   mobilità   e   della   logistica,    nella   loro   componente   sociale,   politica,   industriale,   tecnologica,   giuridica   e   commerciale   e    allo   stesso   tempo   si   pone   come   interlocutore   privilegiato   delle   Autorità,   dell’industria   e    dei   diversi   attori   che   si   occupano   di   mobilità   e   trasporto   in   Italia.   Il   Libro   Bianco   offrirà    una   fotografia   dettagliata   dei   temi   sociali,   infrastrutturali,   commerciali   e   tecnologici   legati    ai   trasporti.

Ecco   un’anticipazione    dei    temi    che    affronterà    il    Libro    Bianco:   l’urbanizzazione   e    l’accesso   ai   servizi   di   trasporto   (accesso   e   utilizzo   delle   diverse   modalità   di   trasporto,   la    trasformazione   della   domanda   di   trasporto   individuale,   i   tempi   di   trasporto   e   il   loro   costo    sociale);   la   mobilità   e   le   persone   (le   infrastrutture   critiche   –   i   parcheggi   di   scambio,   le    linee   tranviarie,   le   infrastrutture   tecnologiche   –   infomobilità   e   bigliettazione   integrata,    l’intermodalità,   il   trasporto   turistico);   la   bolletta   energetica   (delle   famiglie   e   delle   aziende    di   trasporto,   l’impatto   ambientale);   il   trasporto   merci   (volumi,   organizzazione,   tipologia    di   vettori,   gli   interporti   e   i   poli   logistici);   il   ruolo   e   l’efficacia   delle   normative.       Appuntamento   con   Citytech    e    la Mobilità    Nuova a   Milano   il   28    e    29    ottobre    2013,    presso   la   Fabbrica   del   Vapore,   per   ripensare   i   sistemi    di    trasporto,    gli    spazi    e    la

connettività, e   per   seguire   da   vicino   tutte   le   novità   del   settore,   le   tecnologie   più    innovative   e   le   ultime   tendenze   del   mercato.   Citytech   ha   il   patrocinio   del   Ministero    dell’Ambiente   e   della   Tutela   del   Territorio   e   del   Mare,   della   Provincia   di   Milano,   della    Regione   Lombardia,   di   AMAT   (Agenzia   Mobilità   Ambiente   Territorio)   e   Aipark.   L’evento   è    realizzato   da   Clickutility   on   Earth,   in   collaborazione   con   il   Comune   di   Milano.   Per

informazioni: www.citytech.eu -°©  o info@citytech.eu | Seguiteci   anche   su   Facebook   e    su   Twitter.   L’evento    è    aperto    al    pubblico    e    gratuito,    per    iscriversi    è    necessario compilare il form onlin.



NORBERT DENTRESSANGLE ACQUISISCE LE ATTIVITÀ LOGISTICHE DI FIEGE IN ITALIA, SPAGNA E PORTOGALLO

Norbert Dentressangle annuncia oggi l’acquisizione delle attività di Fiege in Italia, Spagna e Portogallo, grazie ad un’operazione finanziata completamente con fondi propri. L’accordo con Fiege, il più grande Gruppo Logistico europeo, consente a Norbert Dentressangle di raddoppiare le sue dimensioni attuali in Italia e di posizionarsi come quarto player del mercato nazionale della logistica. A seguito della transazione, le nuove attività di logistica di Norbert Dentressangle in Italia genereranno un fatturato totale di 220 M€, con 35 siti, 630.000 m² di magazzini e 2.800 effettivi. Allo stesso tempo le nuove attività di logistica di Norbert Dentressangle in Spagna e Portogallo genereranno un fatturato combinato di 450 M€, con 458.000 m² di depositi a temperatura ambiente, 1.800 veicoli e un organico composto da 1.700 dipendenti. Tale transazione rafforzerà ulteriormente la sua leadership nel mercato europeo della logistica, permettendo all’azienda di continuare ad offrire ai propri clienti servizi di alta qualità, con soluzioni innovative e personalizzate in un’ampia gamma di settori (beni di largo consumo, retail e sanità & farmaceutica). Hervé Montjotin, Presidente del Consiglio di gestione di Norbert Dentressangle, ha commentato l’operazione: “Quest’acquisizione di carattere strategico rafforzerà in misura considerevole la presenza in Europa meridionale della nostra divisione Logistica: poiché l’Italia e la penisola iberica sono aree geografiche cruciali della rete paneuropea di Norbert Dentressangle. La nostra decisione di continuare ad investire nella regione riflette il crescente bisogno dei clienti di soluzioni logistiche e di trasporto solide ed integrate. Siamo lieti che Norbert Dentressangle sia in grado di soddisfare questi bisogni con ancor maggiore efficienza e con gli stessi elevati standard qualitativi. Le posizioni di leadership che stiamo conquistando e consolidando in questi mercati ci permetteranno di aumentare rapidamente la nostra massa critica in Europa meridionale e di accedere a più ampie opportunità di business, in modo più sistematico e con maggiore successo”. Comunicato Stampa Lunedì, 27 maggio 2013 2/3 Ube Gaspari, Amministratore Delegato della divisione logistica italiana di Norbert Dentressangle, ha affermato: “Siamo estremamente contenti dell’esito positivo di questa importante operazione di mercato. L’ottimo lavoro e le complesse soluzioni logistiche sviluppate dal team di Fiege Italia nei settori FMCG (Fast Moving Consumer Goods), Retail, Abbigliamento, Industria, Beni durevoli, Gomme e Farmaceutico contribuirà a rafforzare il nostro posizionamento su tali mercati”.

L’ACQUISIZIONE ITALIANA

Grazie a questa operazione, Norbert Dentressangle acquisirà le operazioni italiane di Fiege Borruso e FLI S.p.A. (Pharma) in un’operazione complementare in termini di rete, competenze, esperienze e portafoglio clienti.
Con un organico composto da 510 dipendenti, le attività acquisite in Italia hanno generato nel 2012 un fatturato di circa 95 M€ e hanno chiuso il bilancio in utile. Gli 11 siti oggetto della transazione
rappresentano un’area di stoccaggio di 264.000 m². Le nuove attività offrono i propri servizi ad un’ampia gamma di settori, che spaziano dai beni di largo consumo (food – non food – bevande) alla distribuzione (commercio all’ingrosso e al dettaglio, GDO) includendo anche prodotti farmaceutici. Inoltre sono ben note le soluzioni personalizzate offerte nel campo alimentare, delle bevande, dei prodotti per la casa, per la cura del corpo e alimenti per animali domestici.
Secondo l’accordo Fiege conserverà alcuni contratti di logistica e trasporto aereo gestiti in Italia e parte delle attività europee con i propri clienti tedeschi.

CORPORATE VEHICLE OBSERVATORY ARVAL: ANALIZZIAMO LE TENDENZE DELLA MOBILITA’ AZIENDALE

“La mission che il CVO di Arval, quale leader di mercato, sente propria – dice Andrea Solari, Direttore del
Corporate Vehicle Observatory- è quella di offrire alle aziende una chiave di lettura sempre aggiornata,
per comprendere, interpretare e anticipare i maggiori fenomeni di mercato. L’obiettivo è quello di offrire
riflessioni e analisi per la definizione delle strategie di corporate mobility. “
La prima ricerca è stata “Fiscalità auto 2013”, in collaborazione con Ernst & Young.
Giacomo Albano, Partner Studio Legale Tributario Ernst & Young
“Le ultime manovre finanziarie hanno portato ad un ulteriore inasprimento nel trattamento fiscale delle
auto aziendali. Abbiamo quindi accolto l’invito del CVO per fare il punto a 360 gradi sulla fiscalità dell’auto
aziendale, per offrire uno strumento che illustri in maniera sintetica ma completa i contenuti della nuova
normativa fiscale”.
Ha proseguito Gian Primo Quagliano, Presidente di Econometrica e del Centro Studi Promotor con “Le
nuove frontiere della gestione della mobilità aziendale”.
“La ricerca ha dimostrato che sta crescendo l’interesse delle aziende per una gestione integrata delle tre
aree della mobilità aziendale: viaggi d’affari, spostamenti casa-lavoro e utilizzazione della flotta di
autoveicoli. Emerge che il 33% delle aziende sono già strutturate per una gestione integrata e il 31% è
intenzionata ad adottare un modello di questo tipo entro tre anni”.
È stato poi la volta de “La Car Policy : uno strumento in continua evoluzione”, realizzata in collaborazione
con il Centro Studi Fleet & Mobility
Pier Luigi Del Viscovo, Docente di Sistemi di distribuzione presso l’Università LUISS – Roma.
“La Company car diventa sempre più ”personal”, vale a dire perde la sua dimensione esclusiva di
strumento professionale per incontrare le esigenze dei driver e abbracciare le tematiche relative alla
sicurezza. La sfida è comprendere quali attenzioni le aziende vogliono dare a questo fenomeno emergente
e quali aspettative ripongono nell’offerta dei gestori di flotte e più in generale dei loro fornitori di
mobilità.”
Si è proseguito con un argomento di strettissima attualità, “Il Corporate Car Sharing : best practice e
possibili scenari di mercato”, affrontato grazie alla partnership con Clickutility, società di consulenza in
ambito mobilità.
Carlo Iacovini, Associate Senior Manager di Clickutility on Earth.
“La ricerca intende comparare i fattori di successo del car sharing nelle esperienze internazionali per
realizzare un “business model” del servizio destinato alle aziende. L’utenza corporate ha un ruolo
significativo nella mobilità complessiva e il car sharing aziendale consente di ridurre i costi e gli impatti
ambientali.”
In conclusione, la ricerca, condotta in partnership con il Centro di Ricerca per il Trasporto e la Logistica
dell’Università la Sapienza di Roma,” ll nuovo Total Cost of Ownership, integrato con la valutazione dei
costi della non sicurezza”.
A illustrare tutti i costi indiretti e nascosti che derivano dall’incidentalità e da condizioni di scarsa
sicurezza alla guida, Fabio Orecchini , Responsabile SEM del CIRPS Sapienza Università di Roma:
“La collaborazione tra il Ctl – Centro di ricerca trasporti e logistica della Sapienza Università di Roma e il
CVO di Arval ha l’obiettivo di sviluppare un metodo per l’individuazione e la valutazione dei costi della non
sicurezza. L’argomento è estremamente innovativo e non esiste a livello internazionale uno strumento
simile. Viaggiare sicuri rappresenta un vantaggio sociale ed economico, ma non

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner