Articoli marcati con tag ‘accordo’

Fincantieri: operativo l’accordo con Huarun Dadong Dockyard

Fincantieri e Huarun Dadong Dockyard (HRDD), i principali cantieri cinesi specializzati in repair and refitting, hanno ulteriormente sviluppato la cooperazione esclusiva raggiunta nel marzo di quest’anno, firmando – rende noto Fincantieri – nei giorni scorsi un accordo che definisce e completa i termini della collaborazione.
L’intesa ora include la gestione tecnica congiunta delle attività di riparazione, dry-docking e conversione in ambito cruise, aprendo così la strada al primo progetto condiviso.
Fincantieri è sempre attenta agli sviluppi dei mercati e l’accordo si inquadra quindi nella strategia di penetrazione dei mercati emergenti. Si ricorda a tal proposito che già oggi in Cina operano in via continuativa almeno 13 navi da crociera di compagnie occidentali che necessitano in loco dei servizi che la partnership è in grado di offrire, e questo numero è destinato a crescere rapidamente.
L’industria della crocieristica cinese vive infatti un momento di rapido sviluppo, e nei prossimi dieci anni si espanderà significativamente. La domanda in questo settore di cantieri adeguati e di consolidate capacità di riparazione e refitting sta aumentando costantemente. HRDD, dotato di strutture moderne situate strategicamente nei pressi del cruise terminal di Shangai, vanta una grande esperienza e un notevole patrimonio di competenze specifiche che lo rendono particolarmente adatto anche al settore crocieristico.
Fincantieri, attraverso la sua business unit dedicata Ship Repair and Conversion, farà valere l’esperienza tecnica maturata come operatore di riferimento del comparto crocieristico a livello globale che, combinata con le infrastrutture all’avanguardia di HRDD, offriranno il fondamentale supporto al nascente settore cruise cinese

ICAO adotta un accordo globale per il contenimento delle emissioni degli aerei – Importante il ruolo dell’Europa

Nell’ambito dei lavori della 39a Assemblea Generale dell’ICAO (International Civil Aviation Organization), l’organismo dell’ONU che riunisce le autorità per l’aviazione civile di 191 Stati, in corso a Montreal, è stato raggiunto un importante accordo finalizzato al contenimento delle emissioni di CO2 nel settore aereo.
Il Direttore Generale dell’ENAC, Alessio Quaranta, che partecipa ai lavori a Montreal come Capo delegazione dell’Italia, commenta:
“Si tratta di un risultato storico per tutta l‘aviazione civile internazionale. L’obiettivo comune è quello della tutela dell’ambiente nel rispetto dello sviluppo del settore. Determinante nel corso degli anni l’operato svolto dall’Europa per raggiungere, con un negoziato che è durato circa nove anni, un punto di convergenza tra tutti i Paesi membri.
È un orgoglio per l’Italia di aver partecipato attivamente a tutte le fasi della trattativa e di aver fattivamente contribuito al raggiungimento di questo grande risultato ”.
L’accordo si suddivide in alcune fasi:
2021 – 2023 fase pilota a cui aderisce l’Italia;
2024 – 2026 fase volontaria alla quale partecipano gli Stati già aderenti alla fase pilota;
2027 – 2035 partecipazione obbligatoria per tutti gli Stati.
Il testo dell’accordo prevede che la distribuzione degli oneri per la riduzione delle emissioni non sia al 100% settoriale per l’intero periodo: infatti, dopo una prima fase di approccio interamente settoriale, dal 2032 la distribuzione dovrà essere per il 20% individuale e per l’80% settoriale, e dal 2035 queste due percentuali saranno fissate rispettivamente al 70 e al 30. Dalla distribuzione individuale, a differenza di quella settoriale, discendono oneri maggiori a carico dei singoli operatori-produttori di emissioni.
Dal momento dell’adesione, pertanto, tutti i voli tra 65 Stati aderenti, applicheranno una misura globale finalizzata a compensare le emissioni di CO2 contribuendo da subito alla migliore tutela ambientale nel settore del trasporto aereo mondiale. Circa l’80% delle emissioni sarà compensato tra il 2021 e il 2035.
Con la risoluzione adottata oggi dall’ICAO è stata creata una misura globale basata sul mercato – Global Market-Based (GMBM) – attraverso la quale le compagnie aeree compenseranno la crescita delle loro emissioni di CO2 dopo il 2020 e che contribuirà al conseguimento degli obiettivi fissati nell’accordo COP21 di Parigi. La risoluzione contiene una clausola di revisione che garantirà anche opportunità di miglioramento della misura GMBM per renderla sempre più in linea con gli obiettivi dell’accordo di Parigi.

Renato Mazzoncini, amministratore delegato FS Italiane, firma accordo di collaborazione con le ferrovie argentine

Accordo di collaborazione tra Ferrovie dello Stato Italiane e Ferrovie argentine. L’intesa – firmata oggi a Berlino in occasione di Innotrans dall’Amministratore Delegato di FS, Renato Mazzoncini, e dal Presidente delle Ferrovie argentine, Guillermo Fiad – riguarderà principalmente l’attuazione di progetti ferroviari di cooperazione, l’esecuzione di servizi di consulenza, l’implementazione di attività di formazione e la certificazione di componenti ferroviari.

Di particolare interesse per il Gruppo FS Italiane lo sviluppo infrastrutturale della rete ferroviaria  argentina, l’affiancamento alle Ferrovie argentine nel processo di riorganizzazione in corso, in un’ottica di efficienza e redditività del business, il supporto al Programma RER (Red de Expresos Regionales), per la creazione di una rete interoperabile di collegamenti ferroviari nell’area metropolitana di Buenos Aires, e il contributo alla realizzazione di un corridoio bi-oceanico che permetterebbe di collegare la rete ferroviaria argentina a quella cilena.

L’intesa siglata da Renato Mazzoncini, amministratore delegato FS, potrà inoltre favorire l’estensione dell’attuale collaborazione di Italferr (Gruppo FS Italiane) in Argentina in merito al Progetto Sarmiento, l’interramento di 36 km di linea, di cui 16 in galleria, nell’area metropolitana di Buenos Aires. A tal proposito, già nel maggio scorso Italferr firmò un primo contratto per il Progetto Sarmiento, considerato strategico per la viabilità della capitale, con il raggruppamento internazionale di imprese costituito dall’argentina Lecsa, l’italiana Ghella e la brasiliana Odebrecht, denominato UTE CNS (Union Temporal de Empresas Consorcio Nuevo Sarmineto).

Va ricordato che il governo argentino è promotore di un piano di sviluppo nazionale che include, per il triennio 2016-2019, investimenti pari a 33 miliardi dollari, di cui 10,3 destinati a ferrovie urbane e 2,6 per il settore ferroviario delle merci.

Nell’ambito del programma di investimenti, il governo argentino ha lanciato il “Plan Belgrano”, che prevede 16,3 miliardi di dollari per le priorità infrastrutturali, di cui 5,5 miliardi per il rinnovamento di 3.800 km di linee ferroviarie.

Cathay Pacific sceglie Trenitalia per un trasporto internazionale sempre più integrato

Hong Kong più vicina a Roma e Milano grazie alla nuova intesa che Cathay Pacific Airways ha stretto con Trenitalia.

L’accordo, che prevede agevolazioni per i clienti delle Frecce e di Cathay Pacific, fa della formula treno più aereo un modello di trasporto internazionale sempre più integrato.

La Compagnia di Hong Kong, 34 milioni di passeggeri trasportati nel 2015, sceglie Trenitalia e la sua capillare rete di frequenze e destinazioni servite in tutta Italia – 50 milioni di clienti trasportati con le Frecce nel 2015, 14,4 nel primo semestre 2016 con un tasso di soddisfazione del 97,2% – per offrire un ventaglio ancora più ampio ed efficiente di soluzioni per raggiungere gli hub di Milano Malpensa e Roma Fiumicino.

Sono 249 le Frecce che ogni giorno collegano tutt’Italia a Milano e Roma. In 51 minuti poi si raggiunge Malpensa dalla stazione Centrale, mentre bastano 32 minuti con il Leonardo Express da Termini a Fiumicino.
Fiumicino Aeroporto è inoltre servito da due Frecciargento che collegano direttamente Venezia, Bologna, Firenze e Roma all’hub internazionale romano.

Nelle circa settemila agenzie di viaggio convenzionate con Trenitalia i passeggeri di Cathay Pacific potranno approfittare di riduzioni sul prezzo del biglietto delle Frecce e degli altri treni a percorrenza nazionale per raggiungere gli scali di Roma e Milano, dai quali la Compagnia offre un collegamento giornaliero con il proprio hub di Hong Kong e, da qui, voli verso oltre 190 destinazioni in tutto il mondo, comprese 90 destinazioni in Cina Continentale, Asia e Oceania.

Anche per i soci Cartafreccia, il programma di loyalty Trenitalia, sono previste offerte promozionali per 7 destinazioni servite da Cathay Pacific nei mesi di luglio e ottobre 2016.

DKV e Shell rinnovano la collaborazione

DKV Euro Service e Shell hanno recentemente rinnovato la loro collaborazione con la conclusione di un accordo, arrivando così a coprire circa 2.200 stazioni di servizio in 12 paesi. Oltre a Belgio, Bulgaria, Germania, Francia, Lussemburgo, Olanda, Austria, Polonia, Slovacchia e Ungheria, i Clienti DKV possono ora utilizzare la loro DKV Card in 30 stazioni di servizio Shell anche in Svizzera, ad esempio. La rete DKV ora comprende 20.000 punti di accettazione (11.700 stazioni di servizio) in Germania e 54.700 punti di accettazione (39.700 stazioni di servizio) a livello internazionale.

“Siamo lieti di continuare ad offrire ai nostri clienti anche per il futuro una sempre più elevata sicurezza per il loro rifornimento “, afferma Alexander Hufnagl, DKV Managing Director. “Partners strategici come Shell rappresentano una solida base per raggiungere questo obiettivo”

Raggiunta l’intesa. Trasportounito entra a far parte di Confetra

Siglata l’intesa fra Confetra e Trasportounito: l’organizzazione sindacale che raggruppa le imprese di autotrasporto aderisce da oggi alla Confederazione che associa le organizzazioni di rappresentanza nel trasporto e nella logistica, e cioè delle principali filiere e delle differenti modalità di trasporto e mobilità in Italia.
L’intesa, concretizzatasi in tempi molto stretti, trae motivazione nella condivisione di obiettivi strategici per la razionalizzazione normativa e per il recupero di efficienza dell’intera catena logistica.
“Crediamo sia giunto il momento – ha affermato il Presidente Nazionale di Trasportounito, Franco Pensiero – di unire le forze e trovare tavoli comuni di dialogo nei quali affrontare le ormai croniche e sin troppo palesi difficoltà dell’autotrasporto merci in Italia, soprattutto in presenza di una crisi economica senza precedenti. Attraverso l’adesione a Confetra siamo convinti di poter creare le basi per un confronto permanente con tutte le componenti della Confederazione, per eliminare le distorsioni e le inefficienze che caratterizzano il mercato dell’autotrasporto in Italia e favorire il suo sviluppo in un’ottica di competitività nel più ampio mercato europeo”.
Il Presidente di Confetra, Nereo Marcucci, ha evidenziato come l’ingresso di Trasportounito centri un doppio risultato confederale: da una parte, l’ampliamento dello spettro di rappresentanza della Confederazione; dall’altra, la possibilità di arricchire la sua capacità propositiva, con una ulteriore visione socio-economica del complesso mondo dell’autotrasporto.

Enac firma uno storico accordo con la FAA

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che nell’ambito di un visita ufficiale su invito dell’Ambasciata d’Italia presso gli Stati Uniti, il Presidente Vito Riggio e il Vice Direttore Generale Benedetto Marasà, mercoledì 12 marzo parteciperanno a un workshop sui temi della ricerca e dello sviluppo dei voli commerciali suborbitali cui farà seguito la firma di un importante accordo con l’FAA, la Federal Aviation Administration.
Infatti, il Presidente Riggio e l’Amministratore dell’FAA, Michael P. Huerta, sottoscriveranno un “Memorandum of Cooperation” ENAC-FAA per lo sviluppo del trasporto commerciale spaziale.
In base a questo protocollo verrà avviata la sperimentazione per l’impiego di mezzi suborbitali (tipo navette spaziali suborbitali) anche per il trasporto merci, abbattendo notevolmente i tempi di collegamento tra Stati e continenti.
L’ENAC è la prima autorità per l’aviazione civile europea a sottoscrivere questa iniziativa che rappresenta un’importante occasione per tutta l’industria italiana per gli scenari che nel giro di pochi anni si apriranno a favore dei collegamenti suborbitali commerciali.
La cooperazione, inserita in un accordo tra il Governo italiano e quello statunitense, coinvolgerà, in ambito nazionale, l’Aeronautica Militare, l’Agenzia Spaziale Italiana, vari organismi di ricerca e gruppi industriali già attivi nel settore aerospaziale.

Ferretti: accordo al Mise, salvo sito produttivo Forlì

Chiuso la scorsa notte a Roma, al ministero dello Sviluppo economico, l’accordo per il gruppo cantieristico Ferretti, acquisito nel 2012 dal gruppo cinese Weichai. All’incontro hanno partecipato il rappresentante del ministero, Giampietro Castano, responsabile dell’attività di supporto e competenza per la salvaguardia delle imprese in crisi, i manager dell’azienda nautica, il presidente della regione Emilia-Romagna, Vasco Errani, il sindaco di Forlì Roberto Balzani, i sindacati. L’azienda il 23 gennaio aveva comunicato alle organizzazioni sindacali la volontà di chiudere lo stabilimento produttivo di Forlì, con il trasferimento delle maestranze sugli altri siti e la determinazione di esuberi. “La decisa presa di posizione dei lavoratori del gruppo – spiegano Cgil, Cisl e Uil – che hanno rigettato qualunque ipotesi di ridimensionamento occupazionale e produttivo, si è tradotta in una serie di iniziative di mobilitazione che hanno coinvolto tutti i 1.200 lavoratori della Ferretti”. Importante, secondo i sindacati, il ruolo svolto dalle istituzioni, “in particolare la proposta, fatta da Errani, di istituire un tavolo tecnico che ha consentito di far emergere soluzioni alternative alla chiusura dello stabilimento di Forlì”. L’accordo prevede l’impegno dell’azienda a garantire la funzionalità e la produzione in tutti i siti produttivi per i prossimi quattro anni, l’utilizzo di ammortizzatori sociali per gestire l’attuale calo di ordinativi, una procedura di mobilità volontaria e incentivata per 50 lavoratori nel gruppo (30 impiegati dell’intero gruppo e 20 operai del solo stabilimento di Forlì) e la proroga della durata del contratto aziendale la cui scadenza slitta al 2017. “Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea CGIL monitoreranno, in stretta connessione col ministero dello sviluppo economico, la Regione Emilia-Romagna e il Comune di Forlì (tutti firmatari dell’accordo) la puntuale applicazione degli impegni assunti”. “Inoltre – precisano ancora i sindacati – Mise e Regione hanno manifestato la volontà di agevolare processi di innovazione di processo e di prodotto, nonché progetti di ricerca. Mentre il Comune di Forlì verificherà la possibilità di allungare i termini relativi all’attuale destinazione d’uso dell’area vincolata all’accordo di programma del 2005″, passata a suo tempo da agricola a fabbricabile per realizzare un nuovo grande capannone Ferretti.

Accordo Trenitalia e Royal Air Maroc: integrazione Frecce/aerei e agevolazioni sui biglietti ferroviari

Agevolazioni sul prezzo del biglietto Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca per i clienti di Royal Air Maroc.
E’ quanto prevede un accordo siglato fra Trenitalia e la Compagnia Aerea di Bandiera del Marocco, che punta a rafforzare l’integrazione modale fra treno e aereo.

Nel dettaglio, tutti i passeggeri di Royal Air Maroc possono ottenere particolari agevolazioni per viaggiare sul network delle Frecce, nella stessa giornata del viaggio aereo, per raggiungere o partire dalle stazioni prossime agli aeroporti internazionali di Roma, Milano, Torino e Bologna.

“E’ il decimo accordo con un importante vettore aereo – ha affermato Gianfranco Battisti, Direttore Divisione Passeggeri Nazionale e Internazionale di Trenitalia – che conferma come la nostra Società punti sempre di più a rafforzare l’integrazione modale treno/aereo. Funzionale a questo obiettivo – ha concluso Battisti – è anche la presenza di Trenitalia nei grandi sistemi distributivi internazionali del web e su altre piattaforme di vendita”.

“Questo accordo permetterà ai nostri diversi segmenti di clientele (la comunità marocchina, la comunità africana e i turisti italiani) di raggiungere più facilmente i nostri 4 scali in Italia per viaggiare verso tutte le rotte del nostro network”, afferma la Direttrice Generale per l’Italia, Myriam Bellaha.

Ogni giorno partono dall’Italia voli per Casablanca, con frequenze che sfiorano i 30 voli a settimana.
“Il cliente è sempre al centro della strategia commerciale Royal Air Maroc” – conclude la dott.ssa Myriam Bellaha – “e questo accordo si aggiunge al piano di crescita e di espansione di Royal Air Maroc iniziato dal 2013”.

I biglietti Trenitalia possono essere acquistati esclusivamente nelle Agenzie di Viaggio convenzionate. Le agevolazioni si applicano sul prezzo base del biglietto ferroviario nel livello Business o 1a classe e nel livello Standard o 2a classe.

Trenitalia/Egyptair: accordo per mobilità integrata treno e aereo

Trenitalia e Egyptair insieme per favorire l’integrazione treno e aereo tra Italia ed Egitto.
Grazie a un accordo siglato fra la Società di trasporto del Gruppo FS Italiane e la Compagnia aerea egiziana, i passeggeri di Egyptair possono acquistare a prezzo ridotto, per la stessa giornata del viaggio aereo, un biglietto Trenitalia Frecciarossa, Frecciargento o Frecciabianca verso Roma o Milano e raggiungere poi gli aeroporti internazionali di Fiumicino e Malpensa, dove fanno scalo i voli di Egyptair.
I biglietti Trenitalia ridotti possono essere acquistati esclusivamente nelle Agenzie di Viaggio convenzionate.
Le riduzioni si applicano sul prezzo base del biglietto ferroviario livello Business o 1a classe e livello Standard o 2a classe.
Sono 228 le Frecce Trenitalia, di cui 144 ad Alta Velocità (Frecciarossa e Frecciargento), che ogni giorno collegano Roma e Milano tra di loro e, con corse frequenti, comode e veloci, con Torino, Bologna, Firenze, Napoli, Salerno e i principali centri turistici e distretti produttivi del Paese.
L’intesa strategica con Egyptair, la compagnia di bandiera egiziana partner di Star Alliance, arricchisce l’elenco delle compagnie aree internazionali che scelgono Trenitalia per gli avvicinamenti ai loro scali aeroportuali e costituisce un ulteriore passo in avanti verso la completa integrazione dei sistemi di vendita dei biglietti treno più aereo con i Global Distribution System (GDS).

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner