Articoli marcati con tag ‘adr’

Cattive notizie in arrivo per AdR ed Enac

Si sa le brutte notizie non vengono mai sole. Ma per una volta, non lo sono per i cittadini.
La prima “brutta notizia” è contenuta nella proposta di Relazione – depositata dalla Presidente della
Commissione d’Inchiesta Parlamentare sugli Infortuni sul lavoro – che a proposito dell’’incendio del
Terminal 3 evidenzia gravi carenze e specifiche responsabilità dirette ed indirette di AdR e ENAC,
confermando così le denunce che il Comitato FuoriPISTA va facendo da anni.
Alla faccia del mercato tanto sbandierato, delle regole europee e anche di quelle nazionali AdR gestisce
come è noto il sistema aeroportuale romano (Fiumicino e Ciampino) grazie ad una concessione ottenuta
senza alcuna gara e per la durata complessiva di ben 70 anni! E a dimostrazione che l’Italia non è affatto
un Paese normale, secondo quanto stabilito sarà proprio AdR che realizzerà la maggiore “Grande Opera”
prevista per il prossimo futuro. Peraltro una “grande opera” che di grande (oltre ai costi, ben 13 miliardi)
ha solo il conflitto di interessi che vede Benetton giocare il doppio ruolo di compratore, tramite AdR che
stabilisce il prezzo di acquisto o esproprio dei 1300 ettari necessari per “ampliare” l’aeroporto, e di
venditore in quanto proprietario della Maccarese SpA. per 900 ettari sui 1300 complessivi.
La seconda cattiva notizia per i sostenitori dell’ampliamento è che i cittadini di Fiumicino si sono costituiti in
giudizio davanti al Presidente della Repubblica contro la tesi sostenuta dall’ENAC, secondo cui, se non fosse
intervenuta nel 2013 l’estensione della Zona 1 di massima salvaguardia della Riserva Naturale Statale del
Litorale Romano, decretata dal Ministero dell’Ambiente, sarebbe stato possibile costruire un secondo
aeroporto dentro la Riserva. Analoga tesi è stata presentata da AdR con un ricorso al TAR.
In realtà, come sostenuto dallo stesso Ministero dell’Ambiente e dai cittadini riuniti dal FuoriPISTA e
costituitisi in giudizio, l’ampliamento è sempre stato incompatibile, perché è fin dalla nascita della Riserva
nel 1996 che l’area sulla quale si vorrebbero realizzare le nuove infrastrutture è per alcune centinaia di
ettari già Zona 1. E quindi – a rigore di logica – ad essere illegittimo, da sempre, è proprio il progetto di
ampliamento, che va sotto il nome di Fiumicino2 o Fiumicino Nord.
A questo punto ci aspettiamo che il Ministro dei Trasporti, invece di alludere alle grandi novità che il 2016
porterà a Fiumicino, faccia chiarezza sul comportamento di AdR e dell’ENAC, verificando, per esempio,
come sono stati impiegati i circa 800 milioni di euro dati al gestore dalla privatizzazione ad oggi e magari
anche verificando se, come suggerisce la su citata Relazione, dati i comportamenti e le condizioni degli
impianti di AdR, non vi debbano essere “conseguenze sul piano della validità contrattuale” attualmente
esistente tra Enac e AdR. C’è poi da chiedersi come tutto questo sia compatibile con il mantenimento alla
direzione degli attuali vertici di ENAC ed ADR???
I mali dell’aeroporto non si risolvono fantasticando progetti megalomani ma razionalizzando e ampliando i
servizi a terra, aumentando le ore volabili, evitando i picchi che mandano in saturazione le capacità delle
piste, accogliendo aerei sempre più grandi, dislocando i voli low cost in un aeroporto a loro dedicato e
utilizzando appieno tutto lo spazio disponibile all’interno dell’attuale sedime, inclusi i circa 160 ettari ad
oggi ancora totalmente liberi e inutilizzati.

Terminal Bologna Interporto, esercitazione di emergenza

Un contenitore danneggiato e sostanze chimiche che fuoriescono da un carro ferroviario fermo sui binari dell’Interporto di Bologna, dove alcuni operatori accusano malori.

E’ stato questo lo scenario dell’esercitazione di emergenza cui hanno partecipato ieri Rete Ferroviaria Italiana e Trenitalia Cargo, insieme a Prefettura di Bologna, Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Bologna, Polizia Ferroviaria e Servizio di Emergenza Sanitaria 118.

Obiettivo dell’esercitazione è stato testare l’efficacia della risposta e del coordinamento di tutti i soggetti coinvolti, in linea con quanto previsto dai rispettivi piani di emergenza e nel rispetto del Piano provinciale del rischio da trasporto merci pericolose in provincia di Bologna, emanato dalla locale Prefettura.

ENAC ha ricevuto in serata da parte di ADR i dati sulla qualità dell’aria nell’Aeroporto di Roma Fiumicino

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, autorità unica di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo sul settore dell’aviazione civile italiana, rende noto di aver ricevuto, nella serata di oggi, da parte di Aeroporti di Roma, gestore totale degli scali romani, i dati relativi alla qualità dell’aria nell’Aeroporto di Roma Fiumicino a seguito dell’incendio che ha interessato alcune aree dello scalo la notte del 7 maggio u.s.
La tabella di sintesi dei dati (tabella in allegato), è pubblicata sul portale dell’ENAC – www.enac.gov.it
La tabella riporta i risultati delle rilevazioni dei soggetti coinvolti nelle verifiche sulla qualità dell’aria, con i rispettivi valori di riferimento.
La comparazione dei dati non sembrerebbe rilevare particolari criticità.
I dati trasmessi da ADR sono di :
- HSI Consulting
- Dati trasmessi da ARPA all’Istituto Superiore di Sanità
- Dati ASL VT Laboratorio di Igiene Industriale
- Valori trasmessi da Igeam a LS Travel Retail
- Valori trasmessi da Tecnologie d’Impresa a Autogrill S.p.A.
- Valori trasmessi da Chef Express
- Valori trasmessi dal CNR

ENAC: Graduale riduzione capacità Aeroporto Roma Fiumicino che passerà da 80% al 60% entro la mezzanotte di venerdì 12 giugno

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa di aver disposto, in condivisione con la Prefettura di Roma, in considerazione delle indicazioni attinenti possibili problematiche di ordine pubblico e al fine di mitigare i disagi dei passeggeri, che la capacità aeroportuale dello scalo di Roma Fiumicino, sia gradualmente ridotta, nell’arco di alcuni giorni, dall’attuale 80% al 60% rispetto alla normale capacità operativa del periodo.
La riduzione entrerà in vigore a partire dalla mezzanotte di venerdì 12 giugno 2015, ovvero dalle ore 00:01 di sabato 13 giugno.
Contestualmente, inoltre, viene disposta la non operatività, anche questa progressiva, del Terminal T3 dell’Aeroporto di Fiumicino per le attività di accettazione dei passeggeri.
La decisione è stata presa a seguito delle esigenze manifestate dalla società di gestione Aeroporti di Roma, ADR, che in via precauzionale ha richiesto la riduzione e la temporanea limitazione del Terminal 3, a garanzia del mantenimento di una gestione operativa regolare e in sicurezza che potrebbe, invece, essere compromessa dalla congestione o dal sovraffollamento delle aree attualmente utilizzabili. Si ricorda, infatti che il Molo D dello scalo è sottoposto a sequestro preventivo da parte della Procura di Civitavecchia, titolare delle indagini in corso a seguito dell’incendio che ha interessato un’area dell’aeroporto lo scorso 7 maggio.
L’ENAC, nel chiedere alla società di gestione di assicurarsi che i vettori forniscano un’adeguata informativa agli utenti, rinnova, al contempo, l’invito ai passeggeri con voli in programma da e per l’Aeroporto di Roma Fiumicino a contattare le compagnie aeree di riferimento per verificare operatività e orario del proprio volo.

ENAC: Incontro in ENAC con vettori che operano a Fiumicino e ADR su aspetti tutela passeggero dopo incendio in area aeroportuale

Si è svolto venerdì mattina, 5 giugno 2015, presso la Direzione Generale dell’ENAC l’incontro convocato dall’Ente con i vettori operativi sullo scalo di Roma Fiumicino per una disamina delle principali problematiche emerse dopo l’incendio che ha interessato un’area dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, con riferimento alla tutela dei diritti del passeggero e della qualità dei servizi.
La riunione è stata presieduta da Giuseppe Daniele Carrabba, Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti e responsabile della struttura che si occupa dei diritti dei passeggeri e della qualità dei servizi aeroportuali. Hanno partecipato i rappresentanti delle Associazioni di vettori Assaereo e Ibar, della società di gestione degli scali romani ADR – Aeroporti di Roma, di Alitalia, EasyJet, Ryanair e Vueling e il presidente del Comitato delle compagnie aeree che operano a Roma Fiumicino (Airport Operators Committee Roma Fiumicino).
L’incontro ha costituito l’occasione per confrontarsi su temi emersi dnela riunione della scorsa settimana (28 maggio u.s.) con le associazioni dei consumatori per definire una linea che, nell’ambito di quanto previsto dalla normativa vigente e con il ruolo di garanzia dell’ENAC, contribuisca il più possibile alla limitazione dei disservizi e dei disagi per i passeggeri coinvolti.
Come per la riunione con i consumatori, anche l’incontro odierno è stato caratterizzato da un clima di collaborazione proattiva, nella consapevolezza della centralità del passeggero nel sistema del trasporto aereo. Tutti gli operatori, infatti, hanno evidenziato come l’obiettivo comune sia quello di riprendere al più presto l’ordinaria operatività, riallineandosi agli standard di qualità raggiunti nei periodi di normalità, a garanzia sia della qualità, sia dell’efficienza e della puntualità del sistema.
Si è convenuto, tra l’altro, sulla necessità di trasmettere in maniera ancora più estensiva ai passeggeri presenti nello scalo e a quelli a bordo di aeromobili in partenza o in arrivo su Roma Fiumicino, un messaggio di spiegazioni sui disagi che al momento potrebbero incorrere a seguito dell’evento del mese scorso.
Su richiesta dell’ENAC, inoltre, il gestore aeroportuale e le compagnie aeree presenti hanno convenuto sulla necessità di semplificare ancora di più i percorsi informativi sui propri siti internet in modo da facilitare, ove necessario, l’acquisizione delle notizie rispetto ai propri voli e alle forme di tutela previste in caso di un inconveniente come quello accaduto a Fiumicino che è da considerarsi un evento eccezionale, confermando, come già evidenziato alle associazioni dei consumatori, il diritto riconosciuto dalla normativa europea vigente di rimborso o riprotezione e di assistenza in relazione alla durata dell’attesa (pasti e bevande, sistemazione alberghiera, trasferimento hotel aeroporto e viceversa, due chiamate telefoniche o fax).

FS Italiane/ADR: collegamenti veloci aeroporto Roma-Fiumicino in campo con azioni congiunte

Procedono secondo programma le azioni e i progetti messi in campo dal Gruppo FS Italiane per il collegamento veloce con l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Roma-Fiumicino.
I treni veloci, grazie ai nuovi slot orari programmati da Rete Ferroviaria Italiana, dal 14 dicembre connetteranno l’hub della Capitale con il sistema AV nazionale, in corrispondenza degli orari di arrivo e partenza dei più importanti voli intercontinentali. Entro fine anno, poi, RFI consegnerà al MIT il progetto di fattibilità per il potenziamento della rete infrastrutturale a servizio del Leonardo da Vinci.
Sono i primi due step che concretizzano l’intesa siglata ad agosto da Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e FS Italiane per nuove soluzioni infrastrutturali di collegamento fra il sistema AV nazionale e gli aeroporti, Roma-Fiumicino, Milano-Malpensa e Venezia-Tessera Marco Polo.
Aeroporti di Roma ha avviato contatti con le numerose compagnie aeree (oltre 100) operative sul Leonardo da Vinci per illustrare il progetto per nuovi collegamenti ferroviari veloci da e per l’aeroporto. Particolare interesse hanno dimostrato le compagnie operative sui mercati dell’Asia, delle Americhe e del Medio Oriente, che rappresentano circa il 15% sul totale del traffico.
Lo stato di attuazione dell’intesa e le attività avviate per Roma-Fiumicino aeroporto sono stati illustrati oggi al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, dall’Amministratore Delegato di FS Italiane, Michele Mario Elia e dal Presidente di Aeroporti di Roma, Fabrizio Palenzona.
“Finalmente nel nostro Paese si inizia a ragionare e conseguentemente a operare in termini di sistema”, ha commentato il Ministro Maurizio Lupi. “Collegare il nostro principale aeroporto intercontinentale con l’Alta Velocità ferroviaria era un dovere, perché Fiumicino non è solo lo scalo di Roma ma la porta verso gli altri continenti di città come Firenze, Napoli e Bologna, tutte raggiungibili con l’Alta Velocità. Grazie a FS Italiane che ha colto la sollecitazione fatta, un ringraziamento che non è mio ma di tutti i passeggeri che godranno dei benefici di questi nuovi collegamenti”.

“Il Gruppo FS Italiane – ha sottolineato l’AD FS Italiane Michele Mario Elia – è impegnato per collegare, anche in Italia, i principali aeroporti italiani al sistema AV nazionale e per rispondere in modo concreto e funzionale alle richieste dei cittadini e alle esigenze degli operatori. Un impegno che si concretizza, nell’immediato, con le nuove soluzioni commerciali di Trenitalia e che proseguirà, entro fine anno come prevede l’intesa siglata ad agosto, con la consegna al MIT, da parte di RFI, dei progetti di fattibilità per nuove soluzioni di collegamento della rete ferroviaria con Roma-Fiumicino, Milano-Malpensa e Venezia-Tessera Marco Polo.”

“E’ fondamentale” commenta Fabrizio Palenzona, Presidente di Aeroporti di Roma “che un aeroporto come il Leonardo da Vinci abbia dei collegamenti nazionali diretti con l’Alta Velocità, come avviene in tutti gli altri scali competitor europei. E’ per questo che fin d’ora si sta valutando, grazie all’impegno di Trenitalia, l’aumento dell’offerta in termini di frequenza giornaliera al fine di intercettare i momenti di maggior densità dei voli intercontinentali nel corso della giornata e garantire il servizio a tutti i vettori operanti su Fiumicino”.

Vertici ENAC incontrano ADR per verifica monitoraggio investimenti su aeroporto Fiumicino

Il Presidente dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, Vito Riggio, e il Direttore Generale Alessio Quaranta hanno incontrato, alla presenza delle relative strutture tecniche, la società di gestione Aeroporti di Roma rappresentata dall’Amministratore Delegato Lorenzo Lo Presti e da Giovanni Castellucci, Amministratore Delegato di Atlantia. La riunione si inserisce nell’ambito delle attività programmate di vigilanza e controllo svolte dall’ENAC nei confronti delle società di gestione, e in questo caso su ADR, come previsto dai contratti di programma in corso. L’ENAC ha verificato con soddisfazione un generale incremento dei livelli di qualità dei servizi raggiunto dall’Aeroporto di Roma Fiumicino negli ultimi tempi, evidenziato anche dalla classifica di ACI Europe (Airport Council International), l’associazione che riunisce i principali aeroporti, che colloca lo scalo romano in posizioni migliori rispetto al passato e a quelle attualmente ricoperte dagli aeroporti di Parigi, Francoforte e Madrid. L’incremento dei livelli di qualità è uno dei risultati raggiunti anche grazie al contratto di programma stipulato tra l’ENAC e la società ADR (dicembre 2012) che nel corso di questo primo anno effettivo di vigenza ha portato anche alla riattivazione degli investimenti che, peraltro, hanno subito una buona accelerazione. L’implementazione delle attività conseguenti al contratto di programma comportano, pertanto, benefici sia per i passeggeri utenti di Roma Fiumicino, sia per gli operatori aerei del comparto che hanno deciso di operare sullo scalo e, in particolar modo, di coloro che hanno fatto di Fiumicino l’hub per le proprie attività di volo. L’ENAC evidenzia come questi primi risultati raggiunti dalla società ADR, così come quelli conseguiti dalle altre società con cui è in corso un contratto di programma, sono il prodotto di un meccanismo di vigilanza collaborativa che si inserisce in un contesto costruttivo, insito nello stesso contratto di programma, che vede il soggetto vigilato agire in maniera propositiva, anticipando le soluzioni di un eventuale problema prima che si inneschi la normale procedura tra vigilante e vigilato. Preso atto del generale miglioramento, l’ENAC ha invitato la società Aeroporti di Roma a continuare a mettere in atto tutte le azioni volte ad accelerare la realizzazione completa del programma di investimenti e delle opere connesse al contratto di programma e allo sviluppo dello scalo. L’incontro è stato aggiornato a un successivo appuntamento intermedio di verifica del monitoraggio in corso e, inoltre, l’ENAC ha anticipato che organizzerà un evento pubblico per dare evidenza dei risultati raggiunti.

Tutte le strade portano a Roma

Armando Muccifora di Thai Airways

Si è tenuto a Padova il  Road Show “Tutte le strade portano a Roma” organizzato da Aeroporti di Roma, in collaborazione con Thai Airways. L’evento ha coinvolto i maggiori tour operator e le agenzie di viaggio del Triveneto per condividere i  miglioramenti avvenuti al Leonardo da Vinci in tema di qualità di servizi, processi e infrastrutture, a favore dei passeggeri che scelgono Fiumicino come scalo di connessione per raggiungere la propria destinazione finale con Thai Airways.

Sono molti, infatti, gli investimenti e le novità che ADR ha messo in campo negli ultimi anni per sviluppare infrastrutture e servizi di scalo. A cominciare dai 20 milioni di euro per la realizzazione del NET 6000, impianto di smistamento dei bagagli in transito, capace di gestire ben 6000 valigie l’ora, che in tre anni ha visto diminuire di quasi il 50% i bagagli disguidati o smarriti. Grazie a questa struttura, Fiumicino si è attestato al terzo posto nella speciale classifica degli aeroporti con le migliori performance nel trattamento delle valigie in transito.

Tra i nuovi servizi offerti al “Leonardo da Vinci” rientra la connessione gratuita di mezz’ora, tramite WI-FI, che Aeroporti di Roma – in linea con le best practise internazionali – garantisce dall’ aprile di quest’anno, per navigare e scaricare la posta in attesa del nuovo volo.

In ambito commerciale, la galleria transiti ha visto la completa ristrutturazione di 18 punti vendita “duty free”  per circa 5.000 mq gestiti dall’operatore internazionale Aelia. Entro marzo 2016, inoltre, con la realizzazione dell’area di imbarco F e dell’avancorpo del Terminal 3, si incrementerà ulteriormente la superficie commerciale di nuovi 7.500 mq. Nella massima estensione di quest’area, si passerà dagli attuali 50 punti vendita oggi esistenti al Terminal 3, a circa 100.

A partire dallo scorso anno e per tutto il primo semestre del 2013, è proseguito, dunque, il lavoro avviato da ADR per riaffermare la centralità del passeggero attraverso una continua ricerca dell’eccellenza. Tra i principali interventi effettuati la riduzione del 40% del tempo di attesa ai controlli di sicurezza, attualmente già sotto i 6 minuti (con l’obiettivo di scendere in autunno sotto i 5) e la ristrutturazione di tutti i servizi igienici (2.600 mq) e dell’area arrivi del T3 (1.000 mq).

Thai Airways è un partner storico di Aeroporti di Roma, attivo sulla tratta Roma Fiumicino – Bangkok con quattro voli settimanali, per i quali viene utilizzato un Boeing 747 di oltre 400 posti. La compagnia ha trasportato, nel 2012, oltre 110.000 passeggeri da e per Roma. A partire dalla prossima stagione invernale, le frequenze settimanali dei voli saranno aumentate passando da quattro a cinque, offrendo, quindi, ancora più possibilità di hubbing sullo scalo romano.

“Siamo particolarmente contenti nel produrre una sinergia così importante con ADR  – spiega Armando Muccifora, Direttore Commerciale THAI Italia, Sud-Est Europa e Mediterraneo – e di trovarci qui in Veneto, la Regione in Italia di maggior potenzialità per Thai, per celebrarla. Quello di Fiumicino per THAI è un hub strategico sia in termini di arrivi dall’Asia che come crocevia di partenze per i viaggiatori italiani, visto che oltre il 30% dei passeggeri che si imbarcano a Roma arrivano da altre parti d’Italia. L’accordo con ADR, che prevede benefits esclusivi per la stagione estiva riservati ai clienti THAI (tra cui sconti speciali per il parcheggio Easy Parking in aeroporto, sui pacchetti benessere dello spazio Be Relax ed aperitivi presso Italian Tastes), si inserisce in un più ambizioso piano di investimenti sull’hub romano che porterà la THAI ad inaugurare la quinta frequenza settimanale non-stop da Fiumicino a Bangkok; operativa già dal prossimo inverno e sempre con Boeing 747-400, produrrà un incremento di offerta verso la Thailandia del 20% per un totale di circa 100.000 posti/anno disponibili per le partenze da Roma Fiumicino”.

L’Enac precisa su contratti ADR e SAVE

Con riferimento alla nota congiunta di Assaereo, Ibar, Comitato Utenti e AOC in merito ai contratti di programma con Aeroporti di Roma e Save, all’ordine del giorno del Consiglio di
Amministrazione dell’Enac in programma per domani, l’Enac precisa quanto segue.
Il confronto preventivo ed effettivo con le associazione delle compagnie aeree e con i
comitati utenti degli aeroporti di Roma si è già svolto nel corso della consultazione tenutasi il
12 settembre u.s.. In tale occasione le associazioni e gli utenti hanno ritenuto di non fornire
alcun elemento utile alla discussione, se non dichiarare la proposta dell’Enac irricevibile.
Ciò posto, il 2 ottobre, ultimo giorno utile per presentare le proprie osservazioni, le
associazioni e gli utenti hanno ritenuto di dover fornire all’Ente una serie di commenti. A tali
osservazioni l’Enac risponderà nei termini di legge, e comunque prima dell’assunzione della
delibera.

Enac: Riggio, schema contratto programma AdR e Save a Cda del 18 ottobre

Il presidente dell’Enac, Vito Riggio, si impegna ad inserire all’ordine del giorno del Cda dell’ente del 18 ottobre prossimo l’esame dello schema di contratto di programma di AdR, la societa’ di gestione degli aeroporti romani, tenendo conto che la consultazione sullo schema sta terminando in questi giorni. Stessa data anche per lo schema di contratto di Save, ha detto Riggio a margine della presentazione del bilancio della stagione estiva per il trasporto aereo. «Mi impegno ad averli all’ordine del giorno del Cda del 18 ottobre” ha spiegato – per poi procedere alla stipula del contratto, da sottoporre poi all’approvazione dei ministeri dei Trasporti, Infrastrutture e dell’Economia». Al termine di tale iter, il Governo, tramite un Dpcm, dovra’ infine approvare i contratti entro il 31 dicembre prossimo.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner