Articoli marcati con tag ‘Aereo’

LANCIATO IN EUROPA IL SERVIZIO UPS EXPRESS CRITICAL

È stato lanciato oggi il servizio UPS Express
Critical®<https://www.upsexpresscritical.com/cfw/> dedicato alle
spedizioni molto urgenti che necessitano una gestione particolare, come
il caso delle parti di ricambio di un aereo che deve partire o uno
strumento chirurgico necessario in sala operatoria. Un team UPS dedicato
valuterà le richieste di spedizione attraverso un contact center attivo
24 ore su 24, identificherà le alternative di trasporto e implementerà
soluzioni di spedizione che rispondono alle esigenze di urgenza e costo.

Le opzioni di UPS Express Critical®<https://www.upsexpresscritical.com/cfw/>
includono un corriere personale che può trasportare la spedizione a mano dal punto
di ritiro fino alla destinazione finale su un volo commerciale. Quale leader globale
delle spedizioni urgenti, UPS ha potenzialmente accesso a qualsiasi tipo di aereo o
veicolo nel mondo.

"Grazie al lancio del Servizio UPS Express Critical, i nostri clienti in Europa
possono facilmente trovare una soluzione per far arrivare le loro spedizioni
critiche a destino, bilanciando urgenza e costi," ha dichiarato Boris Dobberstein,
Vice President Logistics & Distribution di UPS in Europa, Africa, Subcontinente
Indiano e Medio Oriente. "Per molti nostri clienti, la velocità con cui arrivano al
mercato determina il grado di successo con cui possono raggiungere nuovi clienti e
accrescere il loro business."

Per far arrivare a destinazione in tempo le spedizioni urgenti, UPS Express
Critical®<https://www.upsexpresscritical.com/cfw/> in Europa offrirà i seguenti
servizi1:

·       Gestione di charter aerei, inclusi aerei cargo di grandi dimensioni per le
spedizioni fuori misura

·       Servizio door-to-door per spedizioni di quasi ogni dimensione

·       Servizio di intercettazione end-of-runway: la spedizione viene ritirata in
pista per velocizzare il trasporto verso la destinazione finale

·       Veicoli specializzati con trasporto via gomma door-to-door entro i confini
europei

·       Maggiore sicurezza e servizi assicurativi attraverso UPS
Capital<https://upscapital.com/>

Mantenere i clienti informati sulle tappe delle spedizione influisce sulla loro
capacità di reagire e prendere decisioni in tempi rapidi.

I clienti possono anche gestire la visibilità della loro supply chain attraverso un
team di spedizione dedicato, un call center 24/7/365, dashboard di trasporto, report
e avvisi personalizzabili, scansioni dei documenti di spedizione e previsioni sui
tempi di arrivo delle spedizioni.

1Tutti i servizi Express Critical sono soggetti ai Termini e Condizioni del
contratto Express Critical, disponibili su richiesta o all'indirizzo
http://ups-scs.com/tools/terms/ups_expresscritical_tc.pdf.

Ulteriore balzo dell’EBIT per Austrian Airlines grazie all’ottima performance estiva

Nei primi 9 mesi di quest’anno Austrian Airlines ha registrato un EBIT pari a 61 milioni di euro, un notevole miglioramento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (Q3 2014: -4 milioni di euro). In particolare le spese operative si sono leggermente ridotte dello 0,3% e i ricavi operativi sono cresciuti del 3,6%, portando a un ricavo complessivo di 1.591 milioni euro, pari a un aumento anno-su-anno dell’1,1%, e le previsioni per la chiusura del 2015 sono positive. Il miglioramento della performance di Austrian Airlines è da attribuirsi a diversi fattori: la riduzione delle spese a seguito del processo di riorganizzazione, la riduzione del costo del carburante e una stagione estiva favorevole.

Il trimestre estivo ha portato, infatti, ottimi risultati per Austrian Airlines: rispetto al Q3 2014 i ricavi sono saliti del 4,7% e i ricavi operativi del 6,6%, per un EBIT pari a 78 milioni di euro (vs Q3 2014: EUR 37 milioni).

“Se da una parte la crisi nelle regioni intorno alla Russia ha avuto una ricaduta sul business di Austrian, di contro la performance delle rotte di lungo raggio sta dando grande soddisfazione. L’ampliamento dell’offerta su Washington e New York ha portando ottimi risultati e anche le prenotazioni su Miami hanno superato le aspettative ancor prima dell’inaugurazione della rotta. Nel 2015 la compagnia ha messo in atto un cambiamento strategico importante, l’inaugurazione di diverse destinazioni turistiche. La capacità disponibile del vettore è stata e sarà pertanto spalmata sulle nuove rotte: Minorca la scorsa estate, Miami-Colombo-Mauritius operati da ottobre, Marrakech dal 14 novembre e Bari da maggio” ha dichiarato Glauco Grossi, Country Manager Italy & Malta di Austrian Airlines.

Austrian continua a essere ai primi posti per quanto riguarda la puntualità, con una regolarità delle operazioni di volo del 98,8% e una puntualità al decollo dell’88,8%. Circa 8,4 milioni di passeggeri hanno volato con Austrian Airlines nel periodo gennaio-settembre 2015 su quasi 97.000 voli.

Enac: Nota di divieto di sorvolo area Expo e Aeroporto di Bresso da domani 30 aprile, fino al 28 maggio 2015

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa che, a seguito di quanto emerso dalla riunione del 23 aprile u.s. del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica di Milano, su richiesta del Prefetto di Milano e per motivi di ordine pubblico in relazione dell’imminente avvio dell’EXPO 2015, ieri, 29 aprile 2015, è stato emesso un Notam (Notice to Airmen, avviso ai naviganti) di divieto di sorvolo dell’area dell’esposizione e delle zone limitrofe a tutto il traffico aereo, con esclusione degli aeromobili militari, di Stato, di soccorso, di emergenza e del traffico commerciale.
Nello specifico, oltre al sorvolo dell’area in cui si svolgerà l’EXPO; la zona interessata dal divieto comprende anche il sedime dell’Aeroporto di Bresso, area inserita sul territorio della provincia di Monza e della Brianza e della provincia di Varese.
Si precisa che rimane vigente la deroga, già in atto, che riguarda l’operatività dell’Aeroporto di Milano-Linate.
Il provvedimento di divieto di sorvolo ha decorrenza a partire dalle ore 00:01 di domani, 30 aprile 2015, con durata prevista di un mese, fino al 28 maggio 2015. Nel frattempo verranno comunque verificate e valutate eventuali necessità di proroga del Notam.

Sempre più trasporto aereo nel futuro dei viaggi

Un settore dell’aviazione sempre più accessibile in tutte le regioni del mondo
porterà ad un maggiore utilizzo dei viaggi in aereo, in particolare da e verso i
mercati emergenti. Secondo l’ultimo Global Market Forecast (GMF) pubblicato da
Airbus, nei prossimi 20 anni (2013-2032) il traffico aereo crescerà a un tasso annuo
del 4,7%, creando la domanda per oltre 29.220 nuovi aeromobili passeggeri e cargo
del valore di USD 4,4 trilioni. Circa 28.350 di questi saranno aeromobili adibiti al
trasporto passeggeri, per valore di USD 4,1 trilioni. Di questi, 10.400
sostituiranno degli aeromobili già esistenti con modelli più efficienti.
Considerando la flotta attuale di 17.740 aeromobili, questo significa che entro il
2032 la flotta disponibile a livello mondiale raddoppierà per raggiungere un totale
di quasi 36.650 aeromobili.

Lo sviluppo economico, la crescita della classe media, l’accessibilità, la facilità
con cui si viaggia, l’urbanizzazione, il turismo e le migrazioni sono alcuni dei
fattori che portano ad una maggiore interconnessione fra le persone e le regioni
geografiche e a un incremento della frequenza dei viaggi. Con la crescente
urbanizzazione il numero di megalopoli raddoppierà passando dalle attuali 42 a 82
entro il 2032 e il 99% del traffico aereo mondiale a lungo raggio avverrà fra o
attraverso di loro. 

La crescita del traffico ha comportato a una crescita media della dimensione degli
aeromobili del 25%, inducendo i vettori a scegliere degli aeromobili più grandi o a
incrementare le dimensioni degli aeromobili ordinati e non ancora consegnati. Gli
aeromobili più grandi, quali l’A380, uniti a capacità di carico più elevate,
garantiscono l’uso più efficiente di un numero di slot limitato, e contribuiscono a
incrementare il numero di passeggeri senza aumentare il numero di voli – stando a
quanto ha dichiarato l’aeroporto di Londra Heathrow. L’obiettivo della crescita
sostenibile ha portato a una diminuzione nel consumo del carburante e dei livelli di
rumore di almeno il 70% nel corso degli ultimi 40 anni. Si tratta di una tendenza
che continua nel tempo, grazie a innovazioni quali l’A320neo, l’A320 dotato di
Sharklet, l’A380 e l’A350 XWB.

“Entro il 2035 la regione Asia-Pacifico si troverà al primo posto al mondo in
termini di traffico, superando sia l’Europa sia il Nord America. Oggi, in media, un
quinto della popolazione dei mercati emergenti vola una volta all’anno. Entro il
2032 questo sarà vero per ben due terzi della popolazione. L’attrattiva dei viaggi
aerei significa che assisteremo a ben più di un raddoppiamento del numero di
passeggeri, che passeranno dagli attuali 2,9 miliardi a 6,7 miliardi entro il 2032,
dimostrando chiaramente il ruolo essenziale dell’aviazione nella crescita
economica”, ha dichiarato John Leahy, COO Clienti.

Alitalia: Primo semestre, ricavi a +4,1%. Ebit a -169 mln e risultato netto a -201 mln

Nel primo semestre 2012 il gruppo Alitalia ha trasportato oltre 11 milioni di passeggeri, con un risultato sostanzialmente invariato rispetto al periodo gennaio – giugno 2011 (- 0,8%). Nel periodo gennaio-maggio la quota di mercato del gruppo Alitalia è stata del 22,7% (in linea con quella dei primi 6 mesi del 2011) sull’insieme dei tre segmenti: intercontinentale, internazionale e domestico.
I ricavi totali del periodo sono aumentati, passando da 1.620 a 1.686 milioni di euro, con un incremento del 4,1%. Ciò è stato possibile «grazie anche allo sviluppo delle attività charter di lungo raggio, al forte incremento dei ricavi ancillari e al miglioramento dell’attività Cargo Belly che ha registrato aumenti nei ricavi (+ 6,2%) e nel load factor (+ 5 punti percentuali), oltre allo sviluppo di manovre di adeguamento delle tariffe al costo del carburante – in linea con i competitor di riferimento – e a una più efficiente gestione delle classi tariffarie». Sono i dati contenuti nel bilancio relativo al primo semestre dell’anno approvati oggi dal Cda di Alitalia. Per quanto riguarda l’andamento economico-finanziario, Ebit e risultato netto evidenziano risultati in flessione. Il risultato operativo (Ebit) è stato pari a – 169 milioni di euro, in flessione di 101 milioni rispetto allo stesso semestre dello scorso anno, mentre il risultato netto è stato di – 201 milioni di euro, con un calo di 107 milioni rispetto all’analogo periodo del 2011.
L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno risultava pari a 862 milioni di euro, in aumento di 8 milioni rispetto al 31.12.2011 (854 milioni), con una quota per l’indebitamento sulla flotta di erei di proprietà pari a 658 milioni.
Al termine del semestre, la disponibilità liquida totale – comprendente le linee di credito non utilizzate – risultava pari a 367 milioni di euro, in aumento di 41 milioni rispetto al 31.12.2011 (326 milioni).
«In uno dei peggiori semestri che il settore del traffico aereo europeo ricordi, Alitalia è riuscita a resistere meglio di molte altre compagnie aeree europee alle più svariate situazioni avverse: un costo del petrolio ai massimi storici, un apprezzamento senza precedenti del dollaro sull’euro, una recessione europea ed ancor più italiana che ha contratto in maniera drammatica la domanda – ha dichiarato Andrea Ragnetti, amministratore delegato di Alitalia -. Nell’ultimo trimestre abbiamo lavorato duramente per contrastare la crisi ma anche per prepararci ad accelerare il tasso di crescita dei nostri ricavi nel secondo semestre 2012 e soprattutto nel 2013. Abbiamo continuato a rinnovare la nostra flotta, con l’obiettivo di avere una delle flotte più giovani del mondo a gennaio del 2013, ci siamo concentrati su un ulteriore miglioramento del servizio e della performance operativa, con l’obiettivo di diventare entro il 2014 la compagnia aerea più puntuale in Europa; abbiamo allineato la nostra organizzazione interna all’obiettivo di dare spinta alle vendite e ai ricavi. La parte peggiore dell’anno e’ passata. Il secondo semestre dovrebbe essere migliore del primo. Serviranno ancora molti sacrifici e dovremo essere uniti e determinati, ma l’inversione di tendenza che mi aspetto ci proietterà verso un 2013 che, come ho già detto, dovrebbe essere l’anno del ritorno di Alitalia all’utile operativo dopo più di venti anni».

Se l’aereo si ispira al maggiolino

Un maggiolino

L’affidabilità di un motore aereo? Potrebbe essere nelle mani, si fa per dire, di un maggiolino. L’idea nasce in Australia, più precisamente da due tesi di dottorato che hanno vinto il premio ‘UNSW Canberra Amelia Earhart Fellowships’. Grazie alle ricerche sull’aerodinamica degli insetti due giovani studentesse della School of Engineering and Information Technology della University of South Wales, Priyanka Dhopade e Sheila Tobing, incasseranno 10mila dollari e potranno proseguire negli studi.

La proposta della Tobing prende spunto dalle capacità di volo dei maggiolini (noti per la capacità di volare trasportando carichi pesanti) e sirfidi (in grado di volare a una quota stabile) per migliorare i Micro Air Vehicles (AMV), macchine capaci di effettuare attività di sorveglianza e ricognizione in situazioni ritenute ostili per l’uomo. La Dhopade invece svilupperà uno studio per migliorare l’affidabilità dei motori aerei, concentrandosi sui carichi di pressione fluttuanti che agiscono sulle pale dei motori.

Disagi per i viaggiatori d’Europa, sciopero a Francoforte

L'aeroporto di Francoforte

Riprende oggi lo sciopero dei lavoratori di terra dell’aeroporto di Francoforte, uno dei principali hub del traffico aereo europeo. La mobilitazione era stata interrotta lo scorso 22 febbraio dopo che l’azienda che gestisce lo scalo aveva invitato i sindacati a tornare al tavolo della trattativa per una vertenza salariale. Il negoziato, però, non è andato a buon fine, pertanto alle 20 di oggi i lavoratori torneranno a incrociare le braccia.

Lo sciopero, cominciato lo scorso 16 febbraio, durerà fino alle 4 di giovedì 1° marzo. Possibili disagi per chi si mette in viaggio in questi giorni.

Smog, l’inquinamento lascia a terra 100 voli in Cina

La nebbia di smog di Pechino

Oltre 100 voli in ritardo o cancellati all’aeroporto di Pechino, nella giornata di ieri. La motivazione? Non il maltempo, ma la solita persistente coltre di smog che spesso avvolge la capitale cinese. La visibilità è rimasta a lungo inferiore a 200 metri, provocando la cancellazione di oltre 40 voli, mentre più di 80 hanno subito forti ritardi. I sensori hanno registrato un indice di pm10 pari a 560 microgrammi per metro cubo, ben al di sopra della soglia massima. Molti i ciclisti e i pedoni che sono ricorsi a mascherine antipolvere anche solo per girare per le vie della città. La situazione è migliorata nel corso della giornata solo per merito del vento.

Quaranta scelto come Accountable Executive per lo Stato italiano per lo “State Safety Programme”

Alessio Quaranta scelto coem referente internazionale dello stato italiano in tema di safety

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che Alessio Quaranta, Direttore Generale dell’Enac, è stato designato dal Ministro dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, Accountable Executive per lo Stato italiano per lo “State Safety Programme”.
Con questo ruolo, previsto dalla normativa dell’ICAO (International Civil Aviation Organization), organismo dell’ONU che riunisce le autorità per l’aviazione civile dei 191 Stati membri, il Direttore Quaranta diventa il referente dell’Italia nel contesto internazionale per quanto riguarda la sicurezza, intesa come safety, del trasporto aereo.

Da ATA a A4A: l’associazione delle compagnie aeree americane cambia nome

L'ATA cambia nome dopo 75 anni.

L’associazione delle compagnie aeree americane ha cambiato nome: da Air Transport Association (ATA) a Airlines for America (A4A). “In 75 anni di storia della nostra associazione, abbiamo supportato le compagnie aeree americane nel modo in cui hanno cambiato i viaggi, il commercio e il turismo negli Stati Uniti, diventando indispensabili per l’economia mondiale, trasportando oggi oltre il 90% del traffico di tutte le compagnie cargo e passeggeri Usa”, ha commentato il presidente e ceo di A4A, Nicholas E. Calio.

“Gli Stati Uniti – ha aggiunto Calio – intendono competere nei mercati oltreoceano, incrementare l’export e creare nuovi posti di lavoro e le nostre compagnie giocheranno un ruolo sempre più importante”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner