Articoli marcati con tag ‘Aereoporto Fiumicino’

AEROPORTI DI ROMA PER UN AGGIORNAMENTO SUI LAVORI IN CORSO NELL’AEROPORTO DI ROMA FIUMICINO

L’ENAC e Aeroporti di Roma si sono incontrati oggi, 27 maggio 2016, per la consueta riunione mensile di aggiornamento sullo stato di avanzamento dei lavori in corso nell’Aeroporto di Roma Fiumicino per la realizzazione del nuovo avancorpo e del nuovo molo di imbarco che, da cronoprogramma, dovrebbero essere ultimati entro il 31 dicembre 2016.
La riunione, presieduta dal Presidente dell’ENAC Vito Riggio, ha visto la presenza, oltre che delle rispettive strutture tecniche, dell’Amministratore Delegato di Atlantia Giovanni Castellucci, dell’Amministrato Delegato di Aeroporti di Roma Ugo De Carolis e della società Cimolai in rappresentanza dell’ATI, raggruppamento di imprese, costituita per la realizzazione delle opere oggetto della riunione.
Al fine di efficientare ulteriormente i lavori per concludere le opere nei tempi previsti, l’ENAC ha chiesto un incremento delle risorse umane e dei mezzi impiegati nei cantieri.
L’ENAC continuerà la propria attività di sorveglianza e controllo sulla realizzazione delle nuove infrastrutture secondo la tempistica prevista, trattandosi del completamento di un’opera di interesse pubblico nazionale.
La riunione è stata aggiornata al 24 giugno, direttamente presso l’Aeroporto di Roma Fiumicino, per poter effettuare anche un sopralluogo dei cantieri in corso.

Ampliamanto Roma Fiumicino: precisazioni Enac

Con riferimento alla notizie che riguardano l’ampliamento dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che prosegue la propria attività istituzionale in adempimento al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del dicembre 2012 che prevede il rifacimento integrale dell’attuale Aeroporto di Roma Fiumicino, attraverso una serie di investimenti programmati.
Nello stesso decreto, peraltro, è previsto che nell’area nord rispetto all’attuale posizione dello scalo, si realizzino nuove infrastrutture che consentiranno all’aeroporto di operare in efficacia e sicurezza anche in vista dell’aumento di traffico previsto per i prossimi decenni.
A tal fine, la società Aeroporti di Roma ha presentato all’ENAC un Master Plan attualmente in fase di valutazione. All’esito di questo riscontro si proseguirà, come previsto dalla normativa vigente, con le valutazioni di impatto ambientale e con le conseguenti procedure per l’acquisizione della conformità urbanistica. Tutto ciò consentirà un significativo potenziamento della capacità dello scalo, in risposta alla crescita del traffico, che comporterà anche importanti ricadute economiche per il Paese.
Nello stesso decreto, peraltro, è previsto che nell’area nord rispetto all’attuale posizione dello scalo, si realizzino nuove infrastrutture che consentiranno all’aeroporto di operare in efficacia e sicurezza anche in vista dell’aumento di traffico previsto per i prossimi decenni.
A tal fine, la società Aeroporti di Roma ha presentato all’ENAC un Master Plan attualmente in fase di valutazione. All’esito di questo riscontro si proseguirà, come previsto dalla normativa vigente, con le valutazioni di impatto ambientale e con le conseguenti procedure per l’acquisizione della conformità urbanistica. Tutto ciò consentirà un significativo potenziamento della capacità dello scalo, in risposta alla crescita del traffico, che comporterà anche importanti ricadute economiche per il Paese.

ENAC prosegue attività per ampliamento Roma Fiumicino come previsto da DPCM del 2012

Con riferimento alla notizie che riguardano l’ampliamento dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che prosegue la propria attività istituzionale in adempimento al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del dicembre 2012 che prevede il rifacimento integrale dell’attuale Aeroporto di Roma Fiumicino, attraverso una serie di investimenti programmati.
Nello stesso decreto, peraltro, è previsto che nell’area nord rispetto all’attuale posizione dello scalo, si realizzino nuove infrastrutture che consentiranno all’aeroporto di operare in efficacia e sicurezza anche in vista dell’aumento di traffico previsto per i prossimi decenni.
A tal fine, la società Aeroporti di Roma ha presentato all’ENAC un Master Plan attualmente in fase di valutazione. All’esito di questo riscontro si proseguirà, come previsto dalla normativa vigente, con le valutazioni di impatto ambientale e con le conseguenti procedure per l’acquisizione della conformità urbanistica. Tutto ciò consentirà un significativo potenziamento della capacità dello scalo, in risposta alla crescita del traffico, che comporterà anche importanti ricadute economiche per il Paese.

ENAC: Il Presidente Riggio commenta i dati positivi dell’Aeroporto di Fiumicino

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio commenta favorevolmente i dati di traffico dell’Aeroporto di Roma Fiumicino che nonostante la riduzione di capacità dovuta alle conseguenze dell’incendio che ha interessato una parte dello scalo a inizio maggio e il successivo sequestro del Molo D, ha sostanzialmente confermato la tendenza generale di crescita del traffico aereo nazionale. Comparando, infatti, i dati da inizio maggio ad ieri, con l’analogo periodo dello scorso anno, sull’Aeroporto di Roma Fiumicino il numero dei passeggeri è invariato, con oltre 5 milioni e 800mila passeggeri transitati a cui vanno aggiunti i circa 266 mila provvisoriamente spostati sullo scalo di Roma Ciampino. Il Presidente Riggio evidenzia come l’impegno delle compagnie aeree e del gestore aeroportuale ha portato a risultati positivi a tutela dell’intero settore e a garanzia del diritto alla mobilità dei cittadini. Il Presidente chiede a tutti gli attori coinvolti di proseguire nello sforzo di accoglienza e sostegno ai passeggeri, soprattutto a quelli con disabilità e a ridotta mobilità, fornendo informazioni puntuali ed esaustive sulla situazione e sull’operatività. Riggio auspica, infine, che vi sia al più presto la ripresa della completa capacità al fine di operare in efficienza e regolarità durante l’estate, il periodo di maggior traffico aereo.

ENAC: Incontro in ENAC con vettori che operano a Fiumicino e ADR su aspetti tutela passeggero dopo incendio in area aeroportuale

Si è svolto venerdì mattina, 5 giugno 2015, presso la Direzione Generale dell’ENAC l’incontro convocato dall’Ente con i vettori operativi sullo scalo di Roma Fiumicino per una disamina delle principali problematiche emerse dopo l’incendio che ha interessato un’area dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, con riferimento alla tutela dei diritti del passeggero e della qualità dei servizi.
La riunione è stata presieduta da Giuseppe Daniele Carrabba, Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti e responsabile della struttura che si occupa dei diritti dei passeggeri e della qualità dei servizi aeroportuali. Hanno partecipato i rappresentanti delle Associazioni di vettori Assaereo e Ibar, della società di gestione degli scali romani ADR – Aeroporti di Roma, di Alitalia, EasyJet, Ryanair e Vueling e il presidente del Comitato delle compagnie aeree che operano a Roma Fiumicino (Airport Operators Committee Roma Fiumicino).
L’incontro ha costituito l’occasione per confrontarsi su temi emersi dnela riunione della scorsa settimana (28 maggio u.s.) con le associazioni dei consumatori per definire una linea che, nell’ambito di quanto previsto dalla normativa vigente e con il ruolo di garanzia dell’ENAC, contribuisca il più possibile alla limitazione dei disservizi e dei disagi per i passeggeri coinvolti.
Come per la riunione con i consumatori, anche l’incontro odierno è stato caratterizzato da un clima di collaborazione proattiva, nella consapevolezza della centralità del passeggero nel sistema del trasporto aereo. Tutti gli operatori, infatti, hanno evidenziato come l’obiettivo comune sia quello di riprendere al più presto l’ordinaria operatività, riallineandosi agli standard di qualità raggiunti nei periodi di normalità, a garanzia sia della qualità, sia dell’efficienza e della puntualità del sistema.
Si è convenuto, tra l’altro, sulla necessità di trasmettere in maniera ancora più estensiva ai passeggeri presenti nello scalo e a quelli a bordo di aeromobili in partenza o in arrivo su Roma Fiumicino, un messaggio di spiegazioni sui disagi che al momento potrebbero incorrere a seguito dell’evento del mese scorso.
Su richiesta dell’ENAC, inoltre, il gestore aeroportuale e le compagnie aeree presenti hanno convenuto sulla necessità di semplificare ancora di più i percorsi informativi sui propri siti internet in modo da facilitare, ove necessario, l’acquisizione delle notizie rispetto ai propri voli e alle forme di tutela previste in caso di un inconveniente come quello accaduto a Fiumicino che è da considerarsi un evento eccezionale, confermando, come già evidenziato alle associazioni dei consumatori, il diritto riconosciuto dalla normativa europea vigente di rimborso o riprotezione e di assistenza in relazione alla durata dell’attesa (pasti e bevande, sistemazione alberghiera, trasferimento hotel aeroporto e viceversa, due chiamate telefoniche o fax).

Marasà sull’incidente a Fiumicino

Benedetto Marasà, Vice Direttore Generale dell’Enac, fa il punto sull’incidente che ha coinvolto un Atr 72 in atterraggio a Fiumicino il 2 febbraio 2013 con una video intervista pubblicata dall’Enac sul proprio canale multimediale ‘Enac Channel su YouTube’, canale raggiungibile anche dal portale www.enac.gov.it.
Nella video intervista, il Vice Direttore spiega qual è il ruolo dell’Enac in caso di inconveniente grave o di incidente aereo; fa riferimento alle ispezioni e ai controlli che l’Enac ha effettuato sulla compagnia Carpatair; espone in cosa consistano gli accordi di ‘dry lease’ e ‘wet lease’; chiarisce che il passeggero deve essere informato nel caso in cui l’aeromobile che opera un volo non appartenga alla flotta della compagnia da cui ha acquistato il biglietto.
In merito ai controlli di sicurezza, il Vice Direttore sottolinea che la Carpatair, essendo un compagnia rumena, è sotto la giurisdizione tecnica e amministrativa dell’autorità della Romania. Sugli aeromobili in transito negli aeroporti nazionali, l’Enac, in quanto autorità competente sullo Stato italiano, può effettuare ispezioni di rampa, che rientrano nel programma denominato SAFA (Safety Assessment of Foreign Aircraft). Nel 2012 gli aeromobili della Carpatair sono stati ispezionati 9 volte, mentre altre due ispezioni sono state effettuate nel corso del 2013 proprio sugli Atr 72. In alcuni casi sono state riscontrate delle anomalie che non inficiavano la sicurezza delle operazioni di volo e che comunque sono state immediatamente corrette.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner