Articoli marcati con tag ‘ambiente’

I taxi? In Olanda sono su due ruote

I taxi-scooter

Rivoluzione sulle strade cittadine di Amsterdam: andare in taxi non sarà più come una volta, i più sportivi (o frettolosi) possono adesso scegliere il tassì a due ruote, rigorosamente elettrico. Poteva essere altrimenti nella patria delle biciclette? A mettere a punto la novità Hopper, un’organizzazione di Amsterdam che ha messo a disposizione 100 scooter elettrici per un nuovo servizio di taxi cittadino. Insomma, chi non avesse voglia di pedalare o non volesse perdersi nelle pastoie del bike sharing, tra tessere e stazioni, adesso ha un’alternativa altrettanto veloce e altrettanto eco.

L’idea è venuta qualche anno fa a un giovane olandese, Ruben Beugels, che l’ha in seguito realizzata con il contributo del Comune di Amsterdam e delle Ferrovie nazionali. La spesa? Decisamente contenuta: 2,50 euro a corsa, addirittura meno di un biglietto del bus (qui la corsa singola costa 2,70 euro). Adesso i taxi a due ruote si apprestano a conquistare L’Aia e Utrecht entro il 2013.

Crisi&Ambiente, nel 2011 vendute più bici che auto

Più bici che auto

Non succedeva dal dopoguerra, ma il 2011 potrà essere considerato come l’anno della svolta da parte di tutti i ciclisti convinti: nell’arco degli scorsi 12 mesi sono state vendute più bici che auto. Complice il caro-carburante, gli italiani hanno riscoperto i pedali. Le vetture immatricolate sono state 1.748.143, le bici vendute 1.750.000. Quasi duemila in più, un distacco minimo dal punto di vista numerico ma dal forte valore simbolico.

Non solo si comprano più bici ma gli italiani hanno riscoperto anche il “restauro”, vale a dire il recupero di vecchi modelli che da anni giacevano nelle cantine o nei garage. Un dato che si aggira intorno ai 200mila pezzi. Con una spesa di 100-150 euro, si possono mettere a nuovo le bici. E pensare che l’ultimo investimento pro-bici fatto dallo Stato risale a 13 anni fa.

Saipem, contratti offshore per quasi un miliardo di dollari

Perforazioni offshore

Saipem, leader mondiale nei servizi per l’industria petrolifera, ha firmato nuovi contratti E&C Offshore in Angola, Kazakhstan e Mare del Nord, per un valore di circa 950 milioni di dollari.

In Angola Saipem si è aggiudicata da CabGoc un contratto di tipo Epci per il progetto Congo River Crossing Pipeline, che verrà sviluppato al largo delle coste dell’Angola e della Repubblica Democratica del Congo. Sempre in Angola è stato firmato un contratto di tipo Epci per la realizzazione di infrastrutture URF e gasdotti di esportazione. In Kazakhstan, tramite la società a controllo congiunto Ersai Caspian Contractor LLC in consorzio con Keppel Kazakhstan LLP, Saipem si è aggiudicata da Teniz Burgylau LLP un contratto per la costruzione, allestimento e messa in servizio di un jack-up.

Infine la società ha firmato due contratti per attività T&I che prevedono l’utilizzo della Saipem 7000 e del mezzo posatubi Castoro Sei nel settore Britannico del Mare del Nord, tra il secondo trimestre del 2014 e il terzo trimestre del 2015.

Fs, patto col Governo per più merci su rotaia

Moretti e Clini

Più merci su rotaia, per sostenere una politica di mobilità sostenibile. Il patto, definito “storico”, tra il ministro dell’Ambiente Corrado Clini e l’ad di Fs Mauro Moretti è stato siglato la scorsa settimana ad Assisi, in occasione del meeting internazionale sull’ambiente “Nostra madre terra”, organizzato dall’Accademia Nazionale delle Scienze in collaborazione proprio con le Ferrovie.

Sia Clini sia Moretti si sono soffermati sul ”costo enorme” del trasporto su gomma, e su come questo ”freni lo sviluppo del Paese”. Per Moretti ”dobbiamo applicare delle politiche dei trasporti come fanno altri Paesi come la Germania. Se valutiamo i costi complessivi del trasporto su gomma, questi sono enormi, ma soprattutto se non cambia qualcosa rischiamo di rimanere in una economia da Paese sottosviluppato”.

”Il 90% delle merci – ha riferito Clini – viaggia su gomma. I dati indicano quindi che in Italia solo il 10% delle merci viene trasportato su rotaia, la metà della media europea”.

Come risparmiare 400 mln di euro di carburante

Carpooling

Fino a 400 milioni di euro di carburante risparmiato in un weekend. Come? Condividendo l’auto. Secondo i dati elaborati da BlaBlaCar.it, sito web che si occupa di condivisione del viaggio, se ogni vacanziero scegliesse di ospitare un altro viandante il numero di auto circolanti potrebbe diminuire di oltre sei milioni, evitando inutili ingorghi. Il risparmio di carburante sarebbe, inoltre, pari a 400 milioni di euro e le emissioni di Co2 si ridurrebbero di ben 450mila tonnellate in un solo weekend.

Le tratte più richieste su BlaBlaCar.it si confermano quelle dalle grandi città del nord verso le mete turistiche del sud: da Milano, Torino, Bologna e Firenze verso Campania, Puglia e Sicilia. Grazie alla copertura paneuropea del servizio, numerose sono anche le offerte di passaggi verso l’estero: da Milano a Barcellona, da Torino e Genova a Nizza, da Milano a Parigi (a 45 euro), da Roma a Berlino. Non mancano inoltre quanti offrono passaggi per Portogallo, Belgio, Regno Unito, Croazia, Polonia, Repubblica Ceca e numerosi altri paesi europei.

Smog, più auto nuove, meno emissioni nel 2011

Meno smog in Europa

Più auto, meno inquinamento. E’ l’equazione 2011: grazie alla vendita di 12,8 milioni di nuove autovetture, l’anno scorso, le emissioni di CO2 sono calate del 3%. Secondo l’Agenzia europea per l’ambiente, il merito è da attribuire alle tecnologie green messe in atto dalle case produttrici. “I costruttori europei – commenta il commissario europeo al Clima, Connie Hedegaard – stanno rispettano gli impegni verso i target di CO2 del 2015. Questi dati confermano il progresso nel migliorare l’efficienza dei carburanti e la riduzione delle emissioni di CO2 delle nuove auto”. Il 2011, oltretutto, era l’ultimo anno libero dal vincolo dei nuovi target di emissioni: da quest’anno si apre infatti il periodo di transizione che deve portare all’obiettivo di 130 microgrammi di CO2 per km nel 2015. Secondo l’analisi dell’agenzia Ue per l’ambiente, i principali responsabili della riduzione delle emissioni dei nuovi veicoli sono stati un insieme di fattori: cambiamenti nelle scelte di acquisto dei consumatori, migliori tecnologie ed efficienza dei motori. Nell’Unione europea le emissioni di CO2 dal trasporto su strada sono aumentate del 23% dal 1990 e sono all’origine di quasi un quinto del totale dei gas serra prodotti dai 27 stati membri. Per tagliarle, i costruttori hanno un obiettivo collettivo: la media della CO2 emessa da un’auto venduta nell’Ue deve essere al massimo di 130 microgrammi per km nel 2015 e di 95 microgrammi per km nel 2020.

Sorrento, 100 euro a chi va in bici

Una bici elettrica

Cento euro a chi sceglie la bici elettrica. E’ la proposta approvata dalla Giunta comunale di Sorrento per incentivare la mobilità green. Tra le misure da adottare per ridurre l’inquinamento e il traffico, viene indicato l’uso delle biciclette elettriche a pedalata assistita. Per incentivarne l’uso l’Amministrazione guidata dal sindaco Giuseppe Cuomo stanzierà un contributo che dovrebbe aggirarsi sui cento euro, a partire dall’anno prossimo, a favore di quei cittadini, di età superiore ai 18 anni, che decideranno di acquistare la due ruote.

Unica condizione per non vedersi revocare l’incentivo sarà l’obbligo di mantenere la proprietà del veicolo per almeno due anni. “Iniziative analoghe – spiega Cuomo – saranno promosse anche dagli altri Comuni del comprensorio. L’obiettivo è infatti quello di predisporre iniziative di carattere unitario e coordinato nel settore della mobilità sostenibile. Oltre al contributo prevediamo la realizzazione di una rete di ricarica per le biciclette che sarà disponibile in tutti i sei Comuni, stalli di sosta, percorsi ciclabili e sistemi di park and ride presso i parcheggio i terminal di treni e aliscafi”.

Crisi&Ambiente: cresce la domanda di metano

Cresce la domanda di veicoli a metano

Cresce la domanda di veicoli a metano in Europa, complice il caro-carburante e la maggior sensibilità verso l’ambiente. Secondo le previsioni di Ngva Europe, il mercato europeo di veicoli a metano passerà dall’attuale 0,4% al 5% nel giro di 8 anni. Il che significa che per il 2020 in Europa gireranno 17 milioni di veicoli a metano.

A questi temi è dedicata Ngv2012, manifestazione internazionale dedicata ai veicoli a gas naturale, sul tema ”(Bio)metano: l’alternativa accessibile per tutte le modalità di trasporto”, dal 19 al 21 giugno, presso il Quartiere fieristico di Bologna. Si tratta della terza edizione dell’evento annuale promosso da Ngva Europe, l’associazione europea del settore del metano per auto, ospitato quest’anno dal consorzio italiano Ngv System Italia ed organizzato da Ngv Communications Group. Dopo Berlino e Madrid, la manifestazione arriva a Bologna e non è un caso, visto il primo veicolo a gas naturale è stato prodotto proprio in questa città e messo in circolazione sulle strade bolognesi all’inizio degli anni ’30. Le cifre riguardanti i veicoli a metano e le stazioni di rifornimento fanno inoltre di Bologna e dell’Emilia Romagna la regione europea maggiormente sviluppata in ambito Ngv.

Condividi il viaggio? Risparmi fino al 75% (anche di Co2)

Viaggia a pieno carico e risparmia

Fino al 75% in meno di spese di viaggio e di Co2 immessa nell’aria. La ricetta non include nessuna nuova fantastica auto ecologica: si può fare anche col vecchio catorcio che abbiamo in garage. Basta condividere il viaggio. Secondo i dati elaborati da BlaBlaCar.it, se si viaggiasse con automobili piene, condividendo i posti liberi, si risparmierebbero ogni anno ben 40 miliardi di tonnellate di Co2 e 55 miliardi di euro: una cifra pari al 3,5% del Pil italiano.

Nel settore del trasporto su gomma, razionalizzare l’utilizzo di risorse significa veicoli da trasporto merci sempre pieni e automobili con tutti i posti occupati. Si calcola che in Italia il numero di auto circolanti si attesti a oltre trentasei milioni e cinquecento mila, con un tasso di occupazione di circa 1,2 persone per veicolo. Questo significa che ogni giorno, nel nostro Paese, sono disponibili circa cento milioni di posti liberi. La condivisione dell’auto, inoltre, consente anche un immediato risparmio economico: sempre secondo BlaBlaCar.it, per un tragitto Roma-Milano, viaggiare da soli in auto può costare fino a 120 euro fra carburante e pedaggio, con emissioni di Co2 di circa 200 Kg. Lo stesso viaggio, condividendo i posti in auto, costa al conducente fino al 75% in meno e le emissioni pro capite vengono tagliate anch’esse del 75%. E anche la Terra ringrazia.

Auto elettriche, superbonus da 5mila euro

Più incentivi all'elettrico

Cinquemila euro di incentivo per l’acquisto di un’auto elettrica. E’ stato approvato in Commissione alla Camera il testo che stabilisce i nuovi contributi statali per chi passa alla guida green. In totale lo Stato erogherà 420 milioni di euro in tre anni, a partire dal prossimo, per chi si convertirà ad un mezzo elettrico. Previsto un bonus inferiore, fino a 1.200 euro, per l’acquisto di vetture con emissioni superiori a 50 g/km di CO2, ma inferiore alla soglia dei 95 g/km.

Attenzione però, perché c’è da fare presto: chi primo arriva più bonus ottiene, dal 2014 il contributo scenderà a 4mila euro per l’elettrico e a mille per gli altri veicoli eco. Un ulteriore calo è previsto per il 2015 (3mila e 800). Nel frattempo dovrebbe andare a norma anche il piano di supporto alla mobilità sostenibile: più colonnine di ricarica per tutti. Ma questa l’abbiamo già sentita. La novità invece riguarda una nuova tariffazione per il consumo di energia elettrica a scopo di ricarica dei veicoli, che dovrebbe servire ad incentivo e durare almeno cinque anni.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner