Articoli marcati con tag ‘ApCagliari’

Cagliari alla Seatrade Cruise Shipping di Miami

Anche Cagliari alla trentesima edizione della Seatrade Cruise Shipping 2014, la più importante fiera internazionale del settore crociere, in programma dal 10 al 13 marzo a Miami. Ci saranno l’Autorità portuale con la responsabile marketing, Valeria Mangiarotti, la Cagliari Cruise Port (Ccp), concessionaria dello spazio riservato al molo Rinascita alle crociere, con l’amministratore delegato Antonio Di Monte, e il Comune con l’assessore del Turismo Barbara Argiolas.
L’occasione di mettersi in vetrina in una manifestazione che ospita novecento espositori e diecimila professionisti del settore con le principali compagnie, dal gruppo Carnival alla Royal Caribbean. Cagliari sarà nella zona riservata all’Italia: lo stand sarà abbellito con immagini del porto e del Poetto. “Il Comune – ha spiegato Argiolas – porterà le guide della città e il materiale su Sant’Efisio: cercheremo di rappresentare al meglio il territorio. Lanciamo Cagliari come vero prodotto del settore crocieristico”.
Per la Ccp una grande opportunità: “Pensiamo – ha sottolineato Di Monte – di ospitare gli operatori in una sorta di educational tour di qualche giorno per fare conoscere le bellezze di questo territorio”.

Porti: 4500 navi nel 2013 a Cagliari tra merci e passeggeri

Oltre quattromilacinquecento navi nello scalo marittimo di Cagliari negli ultimi dodici mesi tra passeggeri e merci. È uno dei numeri del bilancio 2013 illustrato questa mattina dall’Autorità portuale e dalla Capitaneria di porto di Cagliari.

Ma la svolta per il porto del capoluogo sardo – lo ha annunciato il commissario straordinario Piergiorgio Massidda – potrebbe arrivare nei primi mesi del 2014. Il 7 gennaio, infatti, saranno aperte le buste per l’affidamento della banchina di San Bartolomeo, area degli sport nautici, ma anche porta acquatica per il parco di Molentargius. Entro gennaio poi potrebbe essere inaugurata ufficialmente la pista ciclabile che collegherà Su Siccu con l’area umida e Quartu. E infine il 14 gennaio saranno aperte le buste per la gestione dell’ex terminal crociere del molo Ichnusa destinato a diventare il quartier generale dei maxi-yacht.

“Lo hanno definito – ha spiegato Massidda – una delle dieci incompiute d’Italia. Bene, siamo pronti ad aprire un nuovo capitolo. Proprio per questo abbiamo concesso una ulteriore proroga alle società interessate che hanno già visitato la struttura”. Presto partiranno (a disposizione circa 2 milioni) i lavori di manutenzione dei fondali ai moli Garau, Rinascita e Sabaudo. Per il porto canale Massidda ha parlato dell’importanza anche in chiave occupazione dei cantieri per il “refitting” (la rimessa in sesto) delle imbarcazioni.

E ha confermato di aver inviato a Roma il piano attuativo per la zona franca doganale. “Non è la bacchetta magica – ha detto – ma è importante. Spesso gli ostacoli sono soltanto burocratici: noi continuiamo a crederci”.

Confermati anche i 700 mila euro per il parco di Sant’Efisio e l’imminente approdo al porto canale di una società di software italo-americana. “Ancora presto per svelare tutte le carte – ha detto Massidda – ma garantirà circa duecento posti di lavoro”.

Autorità portuale alla carica anche per i fondi per l’anniversario della prima guerra mondiale. “Sono 250 milioni e per ora siamo esclusi. Ma sarebbero fondamentali per il progetto da 40 milioni dei nuovi attracchi al porto canale”.

Confermato anche l’abbattimento delle tasse portuali: -70% deciso nel corso dell’ultima riunione del comitato portuale.

Nomina presidente Authority Cagliari, indagato Lupi

Sulla nomina del commissario dell’autorità portuale di Cagliari, Piergiorgio Massidda, la Procura di Cagliari ha indagato, per abuso d’ufficio, il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, e inviato gli atti al Tribunale dei Ministri. L’inchiesta è stata aperta in seguito dell’esposto presentato dal docente universitario Massimo Deiana, ordinario di Diritto della Navigazione, dopo la sentenza del Consiglio di Stato che aveva ribaltato il giudizio di primo grado del Tar Sardegna sulla nomina di Massidda a presidente dell’autorità portuale di Cagliari. I giudici romani avevano dichiarato l’ex parlamentare non in possesso dei requisiti per ricoprire l’incarico.
Decaduto dalla presidenza – come riportano anche i quotidiani L’Unione Sarda e La Nuova Sardegna – Massidda è poi stato indicato come Commissario della stessa autorità che non potrebbe guidare per la carenza dei titoli. L’ipotesi di reato per il ministro sarebbe quella di abuso d’ufficio.
A fine novembre in merito alla nomina a commissario straordinario dell’Autorità portuale di Piergiorgio Massidda, ex presidente dell’ente dichiarato decaduto in base alla sentenza del Consiglio di Stato, il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti aveva precisato che lo stesso ministero “sta dando esecuzione al dispositivo della sentenza che chiede di ripetere la procedura per la nomina del presidente dell’Autorità portuale. Inoltre è in corso, da parte del ministero oltre che del dottor Massidda, l’impugnazione in Corte di Cassazione della sentenza del Consiglio di Stato. Contemporaneamente si chiede al Consiglio di Stato stesso la sospensione degli effetti della sentenza”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner