Articoli marcati con tag ‘apdi venezia’

Il porto di venezia presenta i propri progetti al Ministro Passera

Il Porto di Venezia ha illustrato nei giorni scorsi al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti i progetti di sviluppo a sostegno della portualità nazionale insieme agli altri scali italiani.
Nel corso dell’incontro è stata presentata la piattaforma in acque profonde in grado di rendere l’operatività del Porto di Venezia perfettamente concorrenziale con gli scali del Nord Europa e tutti quegli interventi realizzabili in breve tempo per aumentare l’accessibilità nautica e collegare il Porto con la rete europea.
L’Autorità Portuale porterà infatti a termine l’approfondimento fino a 12 metri del Canale Malamocco Marghera entro il 2012, sta procedendo ad implementare il parco ferroviario dell’isola portuale – l’opera dovrebbe concludersi entro pochi mesi – ed è incorso la progettazione del nuovo parco ferroviario a servizio dell’intero Petrolchimico.
Grazie a tali interventi, che prevedono un coinvolgimento di RFI e FS nonché delle istituzioni regionali e locali, l’Autorità Portuale di Venezia intende così dare il proprio contributo per lo sviluppo portuale italiano, con l’obiettivo di renderlo all’altezza delle esigenze europee e mondiali, e per il  recupero produttivo ed occupazionale di Porto Marghera.

Nasce il Comitato Cruise venice

Una nuova associazione culturale nata per promuovere e valorizzare il traffico crocieristico nel Porto di Venezia e nel centro storico della città.
E’ stato presentato lo scorso,  9 maggio , in una conferenza stampa tenutasi presso l’Hotel Russott di Mestre il “Comitato Cruise Venice”. L’associazione, oltre a sostenere  la crocieristica in laguna, un comparto economico in salute che ha portato negli ultimi anni lo scalo veneziano a raggiungere lo status di primo homeport europeo, nono nelle classifiche mondiali, si impegnerà in una capillare attività’ di informazione locale, nazionale ed internazionale sull’importanza e sui vantaggi di questo traffico non solo per la crescita del porto di Venezia ma anche per tutta la filiera turistico – ricettiva locale.
“Ogni nave, grande o piccola che sia, afferma Massimo Bernardo, Presidente del Comitato Cruise Venice -, è come un virtuale ponte per traghettare non solo passeggeri o merci ma storia e culture diverse, elementi questi che, proprio per l’ universalità che la Città ha da sempre rappresentato ,  a Venezia,  dovrebbero incontrare porte aperte, fondamentali in una vera cultura dell’ospitalità e non a quella dello sterile  business to business fai da te , praticabile in ogni altra metropoli del mare. Cruise Venice è una libera associazione nata  per dare al mondo, anche  attraverso la rete , un messaggio importante a difesa e a sostegno  del traffico crocieristico che abbia  tra i  porti  di riferimento,  quello di Venezia”.
Nel corso dell’incontro sono stati illustrati i risultati della campagna “La Venezia che lavora e produce é a favore della crocieristica”. Ad oggi hanno sottoscritto l’appello oltre 4500 operatori qualificati che rappresentano l’indotto economico, diretto o indiretto, che la crocieristica genera e desiderano tutelarne lo sviluppo nel capoluogo lagunare.  “Un risultato significativo, continua Bernardo, – che ci  sostiene  nel difendere questo prezioso polmone dell’economia marittima . Un settore sempre più appetibile e voluto da tanti altri porti a noi vicini”.

“Una iniziativa importante a sostegno di una attività,  quella turistica che esprime la principale risorsa economica della città, evidenzia Roberto Magliocco Presidente Ascom Venezia intervenuto all’incontro – Sottovalutare l’importanza di questo settore produttivo è molto pericoloso, i nostri competitor sono in agguato. Basti pensare che nel 2011 l’Italia é stata superata dalla Spagna per un valore pari a 10miliardi di euro nell’indotto derivante dal turismo. Questo deve essere sempre più considerato come un valore aggiunto e non un problema. Bisogna dare voce a chi lavora e produce e non a chi vuole fare di Venezia una città fantasma. Per far questo è necessario incentivare il comparto turistico in ogni sua sfaccettatura, ci sono molti settori come quello nautico e balneare che non sono adeguatamente sfruttati nella nostra città”.
Nell’occasione é stato presentato anche il portale web in inglese, lingua scelta per condividere i contenuti con un pubblico internazionale, www.cruisevenice.org. Il sito é diviso in varie sezioni, dall’approfondimento di alcuni temi legati al comparto crociere alla galleria di immagini e video di Venezia e dell’area di Marittima con le navi, oltre ad informazioni utili per il crocerista quali il calendario dei maggiori eventi culturali in Veneto e notizie di carattere tecnico logistico.
“Il nostro sito web che oggi presentiamo ufficialmente alla stampa, – conclude Bernardo- ,  diverrà non solo uno strumento aperto alle tante categorie economiche, agli operatori del porto e ai sostenitori del cruising  ma anche, per usare un termine tecnico-marinaro, un “radar riflettente”  per non far perdere la rotta a tutte quelle compagnie di navigazione che su Venezia hanno investito e stanno investendo adattando le loro navi ai massimi standard di sicurezza , compresi quelli ambientali”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner