Articoli marcati con tag ‘ApPalermo’

Porti:Cannatella,a Palermo più collegamenti trasporto merci

Il presidente dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella, e il segretario generale facente funzione, Renato Coroneo, hanno partecipato a Heraklion (Creta) ai lavori della 18 Euro-Med Convention – “From Land to Sea”, incontro annuale organizzato dalla Grimaldi Group tra il proprio management ed esponenti della logistica internazionale. Il gruppo napoletano, che cresce nonostante la crisi, ha investito in nuove navi con bassi consumi che consentono importanti economie. “Negli incontri con i vertici della Grimaldi – ha detto Cannatella – si è discusso sulla possibilità di realizzare nuovi collegamenti di navigazione ro-ro da Palermo e, soprattutto, Termini Imerese, nell’ambito dei loro programmi di sviluppo del ro-ro dalla Sicilia. Il periodo attuale, secondo Grimaldi, è il più interessante per lo sviluppo del settore ro-pax dagli anni ’50 a oggi, perché la stagnazione in Europa non ha influito sulla logistica del settore automotive. Naturalmente l’Autorità portuale ha assicurato il massimo impegno per garantire ogni facilities in grado di migliorare la logistica e gli spazi portuali necessari a tali traffici in entrambi i porti”. Lo scorso mese di giugno la Commissione regionale dei Lavori pubblici ha approvato i progetti generali per il completamento del molo sopraflutto e sottoflutto del porto di Termini Imerese per un importo complessivo rispettivamente di 49,8 milioni e 30,5 milioni.

Lupi nomina Cannatella presidente dell’Autoritá portuale di Palermo

“Ringrazio il ministro per questa nomina che arriva dopo dieci mesi da commissario straordinario dell’Autorità portuale di Palermo. In un momento complesso come quello attuale, mi sento di dire che continueremo a lavorare, come abbiamo fatto finora, ma con una prospettiva di quattro anni e sempre in sintonia con le evoluzioni del mercato mondiale”. Questo il primo commento dell’ingegnere Vincenzo Cannatella da oggi presidente dell’Autorità portuale di Palermo. A stabilirlo il decreto firmato dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi visti “i pareri favorevoli espressi dall’VIII Commissione permanente del Senato della Repubblica e dalla IX Commissione permanente della Camera dei Deputati”.
“Assumo questo incarico – ha continuato Cannatella – con l’obiettivo di lavorare subito alle principali questioni da risolvere. Voglio che Palermo diventi una base di partenza per le crociere e il suo porto un volano di crescita per un comparto fondamentale come quello turistico. Attraverso una stretta collaborazione con le istituzioni pubbliche e private già avviata, è necessario valorizzare il flusso turistico che viene dal mare con interventi che migliorino i servizi e le infrastrutture portuali, con politiche idonee a trattenere i crocieristi, e potenziando l’offerta turistica. Procede, inoltre, il lavoro per assicurare, con nuovi investimenti infrastrutturali approvati di recente, lo sviluppo della cantieristica nel porto di Palermo e in quello di Termini Imerese”.

Autorità Palermo a Transport China Logistic di Shangai

L’Autorità portuale di Palermo è presente al Transport Logistic China in corso a Shangai: si tratta del più importante salone internazionale per la logistica e la mobilità, punto d’ incontro di operatori del settore provenienti da tutto il mondo. Il porto di Palermo è ospite, assieme ad altre autorità portuali italiane, del Padiglione Italia “All in One”, allestito da Assoporti.

“La partecipazione dell’Autorità portuale di Palermo al Transport Logistic China – ha spiegato Vincenzo Cannatella, commissario straordinario dell’Autorità portuale di Palermo – è un utile strumento per promuovere rapporti strategici a sostegno dello sviluppo della logistica e dei trasporti intermodali delle merci collegati ai porti di Palermo e di Termini Imerese, e ottenere informazioni innovative sulla composizione e l’evoluzione del mercato che favoriscano la crescita delle attività commerciali e operative dei due porti”.

E’ a Shangai anche una delegazione di Portitalia srl, la società che gestisce il terminal container – handling nel porto di Palermo. La delegazione ha incontrato numerosi operatori e stakeholders specializzati nel settore dei trasporti marittimi e della logistica, e agenzie marittime cinesi, che hanno manifestato particolare interesse a sviluppare nuovi traffici nel Mediterraneo.

Autostrade del mare Italo-turche

Si sono incontrati oggi, nella sede dell’Autorità portuale di Palermo, Vincenzo Cannatella, commissario straordinario dell’autorità portuale, e Farhat Ben Souissi, console della Repubblica Tunisina a Palermo. Per sviluppare le “Autostrade del mare”, nell’ambito della realizzazione di una piattaforma logistica italo-turca, il consorzio Med Europe Export è disponibile a realizzare e presentare all’Unione per il Mediterraneo il progetto di un collegamento tra la Turchia e i porti del Mediterraneo. E proprio per ampliare la valenza del progetto e coinvolgere altri porti che si affacciano sullo stesso mare, nasce la volontà di sviluppare i traffici tra il porto di Palermo e quello di Tunisi. “Il concretizzarsi di questo programma – ha spiegato Cannatella – consentirebbe all’Autorità portuale di accedere a cospicui finanziamenti europei da utilizzare per interventi riguardanti sia la rifunzionalizzazione delle aree portuali, sia il fondamentale miglioramento delle infrastrutture e la viabilità”. “Noi siamo disponibili a intervenire per coordinare un protocollo d’intesa – ha detto il console – tra le autorità portuali e agevolare tutto ciò che bilateralmente si può fare per incrementare i traffici. La Tunisia sta progettando a Enfidha, tra Sousse e Hammamet, un porto per navi giganti, e potremmo trovare proprio a Palermo un partner ideale nel Mediterraneo. Di sicuro lavoreremo insieme nell’interesse dei nostri due paesi”

L’Emma Maersk approda a Palermo

Il fatto che la Maersk abbia scelto la Sicilia per le delicate e impegnative operazioni di riparazione e manutenzione della sua Ammiraglia, non può che gratificarci, rappresentando un riconoscimento della professionalità e della qualità del comparto marittimo nostrano». Con queste parole il marketing manager di Est (Europea servizi terminalistici) Antonio Pandolfo, ha commentato  l’arrivo a Palermo di “Emma Maersk”, una delle otto portacontainer più grandi al mondo.

L’agenzia marittima siciliana ha avuto l’incarico di curare l’approdo e la permanenza della nave da parte dell’Armatore di una delle più grandi aziende leader del mercato: «Questa commessa – continua il rappresentante di Est – rappresenterà di certo una boccata d’ossigeno per la Fincantieri, che impegnerà a rotazione le sue maestranze per quattro mesi circa, e per l’economia dell’Isola più in generale: sarà una vetrina anche per dimostrare la competenza del comparto siciliano dello shipping, a garanzia dello sviluppo dei nostri porti e dei servizi offerti».

La Emma Maersk è stata la prima nave oltre i 10.000 TEU di capacità introdotta nel mercato nel 2006. Insieme a altre sette navi gemelle, fa parte della PS-class, una delle più moderne, soprattutto dal punto di vista dell’attenzione agli impatti ambientali. L’Ammiraglia due settimane fa ha subito un allagamento in sala macchine ed è stata trainata dal Suez Canal Container Terminal, dov’è stata ormeggiata a seguito dell’incidente.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner