Articoli marcati con tag ‘apsalerno’

Porto di Salerno: buone notizie per la razionalizzazione della sosta

Buone notizie al Porto di Salerno, per la sicurezza e la razionalizzazione della
sosta dei veicoli industriali per quanto riguarda la viabilità interna ed esterna
allo scalo. Giovedì 20 ottobre si sono incontrati nella sede dell’Autorità portuale
i rappresentanti delle autorità competenti, dei terminalisti e degli
autotrasportatori. Dopo un serrato ma proficuo scambio di opinioni sui punti più
delicati della questione, la riunione si è conclusa con l’impegno di tutti a non
intralciare la viabilità interna al porto con la sosta, anche temporanea, dei
veicoli industriali, in particola modo lungo la viabilità di uso comune a tutti gli
utenti. Dall’altro lato l’Autorità portuale di Salerno si è assunta l’impegno di
fare applicare in maniera sistematica, cosa ora possibile grazie alla recente
apertura giornaliera del varco Trapezio, il regolamento che prevede la possibilità
di accumulare i mezzi industriali anche lungo la tangenziale esterna allo scalo.

Porti:Salerno,arriva il preclearing per sdoganamento in mare

Sbarca anche al porto di Salerno il “preclearing” per rendere più snelle le operazioni di sdoganamento delle merci. L’innovazione arriva dopo la sottoscrizione da parte del Comandate della capitaneria di Porto Gaetano Angora e dal direttore provinciale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Vito De Benedictis, del disciplinare di servizio rivolto a tutti gli operatori portuali, che vorranno usufruire delle facilitazioni introdotte dalla procedura di sdoganamento in mare delle merci.

Il cosiddetto “preclearing”, sarà quindi possibile anche presso il porto di Salerno, agli operatori che la locale Agenzia delle Dogane ha già autorizzato, secondo precise e standardizzate modalità tecnologiche. L’attività, sarà disponibile grazie a sistemi satellitari e di radiolocalizzazione del traffico navale disponibili presso la Capitaneria di Porto che già garantiscono, quotidianamente la sicurezza della navigazione e che da oggi garantiranno anche la sicurezza doganale delle merci trasportate.

Quando la procedura sarà richiesta, si procederà al monitoraggio già in alto mare nel Mediterraneo, in modo da avere due giorni di vantaggio sui tempi di trasmissione per la convalida del manifesto doganale delle merci da sbarcare all’arrivo. Si realizza così, informa la capitaneria di Salerno, l’accesso ad una sorta di binario ad alta velocità delle merci in importazione, che potrà garantire un vantaggio teorico di giorni sulla consegna delle merci sbarcate, con positive ricadute sulla redditività dei ridotti spazi del porto salernitano. Il preclearing si realizza, informa la nota, grazie a un impegno sinergico ed intelligente di diverse amministrazioni dello stato, che nel rispetto delle norme vigenti hanno raggiunto un unico obiettivo, lo sviluppo del porto, con lo sgombero di un ulteriore ostacolo al traffico commerciale, continuando l’opera di sburocratizzazione e velocizzazione di incombenze amministrativo contabili, in favore della ripresa economica locale, regionale e nazionale da tanto tempo attesa.

Porto Salerno: traffico container +32% in 2014,bene crociere

Una festa per il Natale e per celebrare la chiusura di un anno molto positivo per il porto di Salerno, che guarda a ulteriori sviluppi grazie ai progetti infrastrutturali in atto. In vista della festa di fine anno dell’autorità portuale, in programma venerdì sera, per lo scalo salernitano è tempo di consuntivo e programmi futuri. “Dopo un 2013 – spiegano i vertici dell’autorità in una nota – caratterizzato da notevoli incrementi dei volumi di merce movimentata: con +30% per i container, +35% per le auto nuove e trailer e +15% per le merci varie; ai quali si somma il +10% per il traffico passeggeri.

Anche nel 2014 si registra un’ulteriore crescita; infatti, con un incremento del 32% per il traffico container, il Porto di Salerno si posiziona al primo posto tra tutti gli scali italiani. Un’ottima performance produttiva che viaggia di pari passo con il pieno inserimento nei circuiti mondiali della logistica integrata”.

Bene il comparto merci, quindi, ma anche quello turistico, con Salerno che si accredita sempre di più come porta per le bellezze naturali della costiera amalfitana e il patrimonio storico archologico di Pompei e Paestum. E infatti venerdì verrà fatto anche il punto sullo stato di avanzamento del nuovo Polo crocieristico che sarà in grado di offrire ai passeggeri tutti i servizi ed i comfort necessari: il nuovo terminal passeggeri, con l’ormeggio dedicato al Molo Manfredi lungo complessivamente 500 metri e con la Stazione Marittima, progettata dall’archistar Zaha Hadid, già dalla stagione crocieristica 2015, potrà accogliere le nuove navi da crociera e soddisfare le numerose richieste di approdo delle più importanti compagnie di navigazione di livello internazionale. “Si prevedono – aggiunge la nota – in pochi anni, di superare il milione di passeggeri solo per il settore crocieristico, con ulteriori potenzialità di crescita, nel breve periodo, dei flussi turistici e, in generale, dell’economia non solo della Provincia. La vicinanza del nuovo Terminal passeggeri al centro di Salerno permette, inoltre, ai crocieristi di visitare anche la città”. Ma gli interventi infrastrutturali, che valgono oltre 350 milioni di euro, riguardano anche il prolungamento del Molo Manfredi, che sono in fase di collaudo, e il consolidamento ed adeguamento funzionale dei cigli banchina della testata del Molo 3 Gennaio. In atto anche i lavori per il nuovo accosto dedicato ai traghetti Ro-Ro al Molo di Ponente, di adeguamento e potenziamento dell’impianto idrico e antincendio, e i lavori di costruzione delle gallerie di ‘Salerno Porta Ovest’ per il collegamento diretto tra Porto e svincoli autostradali e ferroviari.

La Ignazio Messina sceglie Salerno

Dopo novant’anni di attracchi nel porto di Napoli la compagnia di navigazione Ignazio Messina & C. s.p.a sceglie Salerno. Da stamani, infatti, con l’approdo della portacontainer “Jolly Quarzo” nel porto salernitano è stata battezzata l’intesa fra il Gruppo armatoriale genovese e la SCT (Salerno Container Terminal).
“Purtroppo Napoli non riusciva più a soddisfare le nostre esigenze – ha detto Ignazio Messina, amministratore delegato dell’omonimo gruppo – non eravamo più soddisfatti. Basti pensare solo ai lunghi tempi d’attesa in rada per poi poter attraccare”. La decisione di scegliere il porto commerciale di Salerno è stata favorita dagli importanti interventi di riqualificazione infrastrutturali realizzati dall’Autorità Portuale di Salerno che hanno consentito allo scalo di portare il pescaggio a meno di 13 metri, abilitandolo così all’approdo di navi in grado di trasportare 4500 container da 20 piedi ciascuno, proprio come la Jolly Quarzo, lunga 240 metri, larga 37,5 metri con la possibilità di trasportare 3.900 container.
“E’ una giornata importante per noi ma soprattutto per la città di Salerno – ha affermato Agostino Gallozzi, presidente della SCT – è la conferma diretta della validità delle scelte strategiche assunte dal Gruppo Gallozzi per il potenziamento delle proprie attività . L’arrivo della prestigiosa compagnia di navigazione genovese – ha sottolineato – ci inorgoglisce e premia il lavoro congiunto e condiviso con le istituzioni. per i nostro territorio – ha concluso – è un traguardo importante che rilancia le potenzialità internazionali dello scalo salernitano”.
Dal porto di Salerno da oggi con cadenza settimanale e quindicinale partono quattro linee di navi container per il sud Africa, per il Pakistan, per la Tunisia e per il Medio Oriente.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner