Articoli marcati con tag ‘apTrieste’

IL COMMISSARIO DELL’APT ZENO D’AGOSTINO NOMINATO PRESIDENTE DI TRIESTE TERMINAL PASSEGGERI

Zeno D'Agostino, Commissario dell'Autorità Portuale di Trieste è stato nominato
Presidente della Trieste Terminal Passeggeri, durante l'assemblea dei Soci svoltasi
questa mattina presso la Stazione Marittima.
Dopo l'approvazione del bilancio d'esercizio 2014, si è proceduto al rinnovo delle
nomine dei Consiglieri e del Presidente.
Per quanto riguarda la nomina dei Consiglieri, l'Autorità Portuale  - che detiene il
40% delle quote della società - ha indicato il nome di Edi Kraus, Assessore alle
Attività Produttive del Comune di Trieste.
TAMI società  privata che possiede il rimanente 60%, e a cui spetta la nomina
dell'AD, ha confermato sia l'incarico a Franco Napp quale Amministratore Delegato
sia ai Consiglieri Aldo Rigo e Beniamino Maltese. La durata degli incarichi sarà
circoscritta ad un esercizio.

D'Agostino che ha deciso di rinunciare al compenso di 25.000,00 euro previsto per
l'incarico di Presidente, ha affermato "L'Autorità Portuale vuole essere pienamente
partecipe allo sviluppo degli indirizzi strategici e operativi della TTP che svolge
servizi di interesse generale per la gestione dell'attività terminalistica
passeggeri. In questo momento delicato per la società, vogliamo dare un segnale
forte, perché è forte il potenziale del settore crocieristico per Trieste, se
gestito adeguatamente. Inoltre avere la presenza di un rappresentante del Comune
come Edi Kraus, sarà fondamentale visto il diretto impatto economico di questo
business sulla città e il territorio circostante".

Porto di trieste: chiusura favorevole dell’EU Pilot sulle concessioni

“Accogliamo con sollievo l’ufficializzazione della chiusura favorevole dell’EU Pilot riguardante le tre concessioni del nostro porto da parte della DG Mercato interno e servizi della Commissione Europea. Il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri ci ha comunicato oggi che la Commissione europea ha accettato le nostre risposte ed ha deciso di archiviare il caso. E’ il risultato di un lavoro costante portato avanti in queste settimane assieme alla Regione FVG. A questo punto riprendiamo velocemente a lavorare con la struttura dell’Autorità Portuale in modo da portare a compimento le procedure che erano state interrotte. Era uno dei punti fondamentali su cui si puntava per poter proseguire nell’azione strategica di sviluppo del porto. Grazie a questa notizia ci possiamo concentrare finalmente sulle questioni più operative”. Questo il commento del commissario Zeno D’Agostino sull’esito positivo dell’EU Pilot 7019/14/MARK “Concessioni Porto di Trieste” che consente all’Autorità Portuale di Trieste la conclusione di importanti procedimenti demaniali pluriennali già oggetto di deliberazione del Comitato Portuale, che prevedono rilevanti investimenti totalmente a carico dei privati, in opere ed attrezzature portual
La SIOT – SOCIETA’ ITALIANA PER L’OLEODOTTO TRANSALPINO S.p.A. potrà continuare a gestire, per ulteriori 50 anni il terminale marino del Punto Franco Olii Minerali. Il precedente atto di concessione aveva scadenza nel mese di novembre 2015.
Anche la TRIESTE MARINE TERMINAL S.p.A., concessionaria fino al 2031 del terminal contenitori del Molo VII, potrà sottoscrivere un nuovo atto di concessione sessantennale e così realizzare gli interventi di prolungamento del molo di 200 m ed allargamento della banchina nord di 20 m, nonché le altre opere di riorganizzazione del terminal.
Infine, la TESECO S.p.A. potrà procedere con la realizzazione degli interventi previsti dall’atto di concessione sessantennale già sottoscritto nel 2014 e consistenti nella realizzazione di un terminale Ro-Ro e multipurpose, previa bonifica, infrastrutturazione e banchinamento di 63.203 mq nel Canale Navigabile di Zaule.

PORTI: SERRACCHIANI, COMPETENZE D’AGOSTINO UTILI PER SVOLTA A TRIESTE

“Accogliamo con molto favore la nomina di Zeno D’Agostino a commissario
dell’Autorità portuale di Trieste: le sue competenze tecniche di grande
livello saranno utili per permettere allo scalo di compiere una svolta di
cui si sentiva la necessità”. Lo ha affermato la presidente del Friuli
Venezia Giulia, commentando la firma dal parte del ministro dei Trasporti
Maurizio Lupi del decreto di nomina del commissario.

“Le attitudini professionali di D’Agostino - ha aggiunto Serracchiani -
saranno messe al servizio delle fondamentali esigenze del porto, che deve
essere aperto all’internazionalizzazione in sintonia con la vocazione
storica di Trieste, e che ha bisogno di ristabilire i legami con
l’entroterra e con le finalità trasportistiche dei soggetti incardinati sul
territorio. In una congiuntura in cui la competitività è generata anche
dalla massa critica, occorre che l’idea di porto-regione diventi effettiva
e D’Agostino ha le qualità per lavorare guardando a questo obiettivo”.

Porti: Trieste, nel 2013 primo nel Mediterraneo per petrolio

I traffici al porto di Trieste sono cresciuti nel 2013, tanto che lo scalo è diventato il primo nel Mediterraneo per il petrolio, con 41,2 milioni di tonnellate movimentate.
Il dato è stato reso noto oggi dalla presidente dell’Autorità portuale, Marina Monassi, e dal presidente e amministratore delegato del gruppo Tal, Ulrike Andres, che gestisce l’oleodotto Transalpino.
Nel 2013 il movimento di container è cresciuto dell’11,49% a quota 458 mila Teu, i veicoli su ferry sono cresciuti del 45,26% a 271 mila, i passeggeri del 49,74% a 147 mila.
La crescita del traffico di greggio è stata del 18,07%, dai 34,9 milioni di tonnellate del 2012 ai 41,2 del 2013, anche grazie alla crescita del peso di Trieste e del gruppo Tal per la raffineria tedesca di Karlsruhe (Germania), la più grande del Paese. La raffineria veniva rifornita storicamente dal porto di Marsiglia, ma dalla fine del 2012 è passata progressivamente nella competenza di Trieste, che oggi fornisce il completo fabbisogno. Lo scalo giuliano fornisce all’Italia i due terzi della domanda di greggio, pari a 40 su 60 milioni di tonnellate.

Porti: Grandi navi, strategia comune Trieste-Venezia

Una strategia comune di armonizzazione per i traffici delle crociere e delle autostrade del mare Ro-Ro è stata condivisa oggi dai presidenti delle autorità portuali di Trieste e Venezia, Marina Monassi e Paolo Costa. La prospettiva è stata condivisa oggi a Trieste. “A dicembre, in occasione dell’assemblea che sarà organizzata a Venezia per definire la nuova strategia dei porti del North Adriatic Port Association (Napa) – hanno dichiarato Monassi e Costa – dopo i successi conseguiti questi anni in sede europea, saranno invitati anche i terminalisti e gli operatori interessati dei rispettivi scali per definire le strategie necessarie a incrementare i traffici dalla Turchia e quelli crocieristici in Alto Adriatico, trovando le misure comuni necessarie a mantenere lo sviluppo di questi traffici in Alto Adriatico, evitando di vederli i dirottati su altre destinazioni”. L’intesa arriva anche a seguito della decisione di ridurre progressivamente l’arrivo di grandi navi da crociera a Venezia. Nel 2012 il porto di Venezia ha accolto due milioni di passeggeri, quello di Trieste oltre centomila.

IL NAPA AFFILA LE ARMI

I porti del NAPA, soddisfatti dagli obiettivi infrastrutturali raggiunti e consacrati nel processo di adozione della nuova regolamentazione europea della rete Ten-T e della CEF (Connecting Europe Facility), hanno  avviato l’attività di aggiornamento del proprio piano strategico individuando priorità, bisogni e richieste da presentare all’Europa e agli Stati Membri.

Il primo obiettivo resta quello di “far sentire la propria voce ed essere pronti a ricoprire il ruolo di nodo fondamentale per la rete infrastrutturale europea”, per questo il Presidente di turno dell’Associazione Napa Prof. Paolo Costa, ha fissato una serie di incontri con ciascun porto associato, il primo si è tenuto a Rijeka (Fiume).

Nel corso degli incontri tecnici si ridefinirà l’agenda strategica del NAPA da portare poi all’approvazione nell’assemblea generale del 16 dicembre, che si terrà a Venezia,

Paolo Costa sui fondi all’APTrieste

La notizia della firma del decreto interministeriale che assegna
all’Autorità portuale di Trieste il finanziamento di 32 milioni di euro che
consentiranno di realizzare a Trieste una piattaforma portuale e logistica
del valore di 132 milioni di euro è una splendida notizia - ha dichiarato Paolo Costa -
per Trieste, per i porti di Venezia , Koper e Rijeka che , con Trieste , sono uniti
nel NAPA (North Adriatic Port Association) e per l'intero multi-porto dell'Alto
Adriatico.
Alla Presidente del Porto di Trieste Marina Monassi vanno i complimenti e le
mie congratulazioni sia come Presidente dell’Autorità Portuale di Venezia
sia come Presidente di turno dell'associazione NAPA, anche a nome dei
colleghi di Koper e Rjieka. La nuova piattaforma logistica di Trieste
costituisce un altro importante tassello del mosaico teso a costruire quel
sistema portuale multi scalo capace, in Alto Adriatico, di raggiungere la
massa critica necessaria per fare dei porti NAPA un gateway che riequilibra
da sud l'alimentazione dei mercati europei, soprattutto centro orientali,
ri-contendendo anche ai porti del Baltico mercati "naturali" oggi sottratti
dai porti del Mare del Nord.

Segno più anche ad agosto per APTrieste

Anche nel mese di agosto l’attività del porto di Trieste ha registrato un incremento: Sono 22.771 i contenitori movimentati nel mese, con un incremento rispetto ai 19.831 dello stesso mese del 2012 (+14,82%). Per quanto riguarda i teu, sempre ad agosto i 30.199 del 2012 sono aumentati a 35.280 nel 2013, con un +16,82%. ”Grande soddisfazione” è stata espressa dalla presidente dell’Autorità Portuale, Marina Monassi, che evidenzia quanto ”il trend annuale sia davvero incredibile nonostante le difficoltà economiche a livello mondiale. La perfetta sinergia attivata tra Apt e terminalista – commenta – registra per il periodo gennaio-agosto 2013 ben 201.117 contenitori contro i 179.786 del 2012 e corrispondenti al +11,86%, mentre i teu sono passati dai 275.592 del consolidato ad agosto 2012 ai 312.640 dello stesso periodo del 2013, con una crescita del +13,44%”

ApTrieste: record traffico passeggeri

Il traffico passeggeri di Trieste Terminal Passeggeri a fine agosto raggiungerà gli 84.355 passeggeri, 5 mila unità in meno rispetto alle 89.340 unità movimentate in tutto il 2012. Dunque, il 2013 sarà un altro anno record per il terminalista triestino, con previsione di arrivare a fine dicembre 2013 a 139.000 passeggeri.

Lo rende noto la stessa TTP in un comunicato in cui è sottolineato anche il “pizzico d’orgoglio” espresso dal presidente di TTP, Antonio Paoletti e dall’ad Franco Napp. Paoletti parla di anno positivo anche per i mega yacht: ”Quest’anno hanno scelto i nostri ormeggi imbarcazioni del calibro di Al Sayd (nave reale del Sultano dell’Oman), Noor, Moonlight II, Follow me V, Mustique, Mariù, Ecstasea, Pelorus, Topaz (registrato come nave passeggeri), Ouranus Too. Al Sayd, Ecstasea, Topaz e Pelorus rientrano nella classifica delle 10 imbarcazioni di lusso più lunghe del mondo”.

Per quanto riguarda Costa Crociere, invece, l’ad Napp precisa che, in occasione dei lavori per la realizzazione nella laguna di Venezia del Mose (23 novembre – 4 aprile 2014), ”Costa Fascinosa e Costa Magica saranno dirottate a Trieste unicamente per l’azione commerciale personalmente svolta sui vertici della compagnia, in quanto le 9 navi previste in trasferimento da Venezia erano in procinto di essere dirottate a Ravenna perché il terminal romagnolo è partecipato dalla Venice Terminal Passeggeri SpA (VTP), ovvero la stessa società che gestisce il terminal veneziano”.

Sul fronte dell’azione promozionale per portare a Trieste nuovi traffici, a fine settembre al ”Montecarlo Yacht Show” Trieste terminal Passeggeri S.p.A. presenterà Trieste Yacht Berth (TYB), il nuovo consorzio costituito assieme ai marina Porto San Rocco e San Giusto per una promozione congiunta verso i maxy yacht.

A fine settembre TTP sarà in Germania al “Seatrade Europe Hamburg” con un proprio stand. In particolare ad Amburgo l’ad Napp ha già previsto 11 incontri con altrettante compagnie di navi da crociera per programmare nuove toccate su Trieste.

ApTriestre: Il nostro porto è il primo per il trasferimento merci mare-rotaia

Trieste è il primo porto italiano per trasferimento delle merci in arrivo e partenza via ferrovia. Il dato è stato evidenziato dal presidente dell’Autorità portuale di Trieste, Marina Monassi, nel corso in un incontro sulle infrastrutture al Meeting di Rimini. ”Siamo uno scalo virtuoso – ha detto Monassi, in un convegno con il ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi - che alla concorrenza estera ha risposto abbattendo le tasse secondo quanto previsto dalla legge, generando un circolo virtuoso di crescita dei traffici contenitori (+45% nell’ultimo triennio) e un avanzo di bilancio 2012 di oltre 13 milioni di euro da reinvestire subito per migliorare l’efficienza dello scalo e garantire affidabilità dei servizi”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner