Articoli marcati con tag ‘Belgio’

Viapass dal 1 di aprile in Belgio

ll 1° aprile 2016 il sistema di pedaggio satellitare VIAPASS sarà introdotto in Belgio per i mezzi con peso superiore a 3,5 tonnellate. Una On Board Unit obbligatoria sostituirà l’attuale Eurovignetta, questo cambiamento può essere facilmente gestito tramite DKV Euro Service, che garantisce un servizio conveniente e completo per assicurare un passaggio lineare dall’Eurovignetta alla On Board Unit.

Per trarre vantaggio da questo servizio, le aziende di autotrasporto possono inserire i propri dati nel sito web di DKV e caricare i documenti necessari richiesti (i.e. le copie dei certificati di registrazione dei veicoli), autorizzando DKV a registrarsi a suo nome. Dopodiché DKV verificherà i documenti e completerà la registrazione e le procedure d’ordine con l’operatore del pedaggio Satellic NV. Infine, le On Board Unit verranno inviate alle società di autotrasporto.
Per maggiori informazioni visita il sito

https://www.dkv-euroservice.com/it

INFRASTRUTTURE PER L’IDROGENO: PRIMA STAZIONE DI RIFORNIMENTO BELGA SUI TERRENI TOYOTA CONCESSI AD AIR LIQUIDE

Alcuni momenti sono destinati a passare alla storia. Oggi è uno di quelli, con l’inizio dei lavori da parte della Air Liquide che porteranno alla realizzazione della prima stazione di rifornimento per l’idrogeno in Belgio.

Assieme ad Annemie Turtelboom, Vice-Ministro-Presidente delle Fiandre e Ministro belga delle Finanze, l’inaugurazione dei lavori è stata presenziata da Masahisa Nagata, Vice-Presidente di Toyota Motor Europe, Diederick Luijten, Responsabile Commercio Industriale della Air Liquide Benelux Industries, e da Bert De Colvenaer, Direttore Esecutivo di FCH JU.

La stazione sarà aperta al pubblico dalla metà del 2016 e verrà realizzata e gestita da Air Liquide sui terreni di proprietà Toyota a Zaventem, proprio accanto ai centri R&D di TME, che ha deciso di concederli in leasing gratuito per un periodo di 20 anni.

In quanto parte del progetto SWARM*, la stazione ha ottenuti i fondi stanziati dalla ‘European Fuel Cells and Hydrogen-Joint Undertaking’, una partnership pubblico/privata nata per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture dedicate all’idrogeno.

Il gruppo Air Liquide è coinvolto attivamente nella realizzazione di questa infrastruttura con un track record di 75 stazioni in tutto il mondo.

Recentemente il gruppo ha annunciato, inoltre, l’apertura di nuove stazioni in Germania, Danimarca e Francia nel 2015, confermando così l’impegno nella realizzazione di una rete di distribuzione europea. La realizzazione di tali infrastrutture è una delle condizioni fondamentali per poter commercializzare le vetture equipaggiate con celle a combustibile.

Diederick Luijten, Air Liquide Benelux Industries Director Industrial Merchant: “Air Liquide vuole ringraziare Toyota per averci concesso alcuni terreni di sua proprietà e per aver portato la Mirai sul mercato belga ed europeo. In questo modo Toyota sta facendo la sua parte per promuovere una società basata sullo sfruttamento dell’idrogeno. Grazie alle competenze tecnologiche dei suoi partner, Air Liquide può recitare un ruolo di primissimo piano nello sviluppo di un’infrastruttura europea per l’idrogeno, proponendosi come una delle avanguardie della moderna transizione energetica.”

Il lancio della nuova Mirai è in corso in tre paesi europei (Germania, Danimarca e Regno Unito). Nella prima metà del 2016 il nuovo modello verrà inoltre lanciato in una quarta nazione, il Belgio. Toyota Motor Europe inaugurerà anche il Fuel Cell Vehicle Care Centre presso il suo Centro Tecnico di Zaventem, e diventerà quindi uno dei clienti della nuova stazione di rifornimento. I clienti di Mirai, così come tutti i proprietari di vetture equipaggiate con celle a combustibile, potranno accedere alla stazione sette giorni su sette per 24 ore al giorno.

Con un’autonomia di guida paragonabile a quella di una vettura convenzionale e tempi di rifornimento inferiori ai cinque minuti, Toyota Mirai non restituisce alcun tipo di emissione dannosa ma esclusivamente vapore acqueo. Proprio come accaduto nel 2000 con il lancio europeo della Prius, un modello che è diventato un’icona e che ha aperto la strada alla produzione in serie di moltissime altre vetture ibride, con Mirai il brand Toyota segna l’inizio di una nuova era per la mobilità, una mobilità rispettosa dell’ambiente e che aiuterà a diffondere il concetto di zero emissioni entro un paio di decenni. Ma il brand non può agire da solo.

Masahisa Nagata, R&D Executive Vice-President di Toyota Motor Europe: “Toyota immagina una società basata sull’idrogeno in cui la mobilità riesca a svilupparsi attorno a vetture a zero emissioni capaci di migliorare la vita delle persone e del pianeta. Lo scorso anno abbiamo lanciato Mirai in Giappone e adesso ci stiamo accingendo a farlo in Europa. Ma se l’intenzione è quella di democratizzare le celle a combustibile c’è bisogno di un’infrastruttura adeguata, ed è quindi necessario che alcuni soggetti chiave come gli enti locali, quelli governativi e le società di fornitura energetica come Air Liquide collaborino per consentire al nostro sogno di diventare realtà.”
La prima stazione pubblica del Belgio collegherà il paese al network europeo .

COCA-COLA BELGIO RICEVE LE CHIAVI DEL 100° VEICOLO RENAULT TRUCKS

Coca-Cola Enterprises è uno dei maggiori imbottigliatori dei prodotti a marchio Coca-Cola Company. Dal 2008, Coca-Cola utilizza motrici Renault Trucks per trasportare i propri prodotti nei supermercati, nelle scuole e negli ospedali. Inizialmente, la flotta includeva modelli Premium, ma ora hanno iniziato ad entrare anche le motrici della nuova gamma T. Autotelai da 26 tonnellate equipaggiati con cambio robotizzato Optidriver e motore DTI 11 da 380 cavalli. “Questo motore, parco nei consumi, ha contribuito a ridurre ulteriormente le emissioni di CO2,” afferma Pascal Libens, Manager Logistica della Coca-Cola Enterprises Belgium. “Abbiamo scelto Renault Trucks anche per l’ottimo rapporto qualità/prezzo dei loro prodotti e soprattutto perché siamo estremamente soddisfatti del servizio offerto dalla loro rete. Stiamo mettendo delle solide basi per costruire un vero e proprio rapporto di lungo periodo con il nostro fornitore”.
Il Renault Trucks T, eletto International Truck of the Year 2015 lo scorso Settembre, non è progettato solamente per il trasporto sulle lunghe distanze. Nella sua configurazione motrice 6×2 con cabina Day Cab, è perfettamente adatto per le applicazioni di distribuzione pesanti. Mettendo in servizio i T 380 di Renault Trucks, Coca-Cola Enterprises Belgium ha mostrato ancora una volta la fiducia che ripone nel marchio francese. Per l’occasione, il 100° veicolo della Casa della Losanga ha una speciale targa brandizzata “Coca-Cola” nel caratteristico colore rosso del Marchio.

PEDAGGIO SATELLITARE TRA POCO AL VIA IN BELGIO

A partire dal 1 gennaio 2016 il Belgio introdurrà il sistema di pedaggio satellitare Viapass per tutti i veicoli con peso totale superiore a 3.5 tonnellate.
Il sistema di pedaggio verrà applicato sulla rete stradale nazionale e autostradale belga attualmente soggetta a Eurovignetta (Fiandre, Vallonia e Bruxelles) e sostituirà l’Eurovignetta a tempo.

La quota di pedaggio dipenderà dal peso totale e dalla classe EURO del mezzo, oltre alla categoria stradale. Il rilevamento del pedaggio In base al percorso avverrà attraverso una On Board Unit satellitare, che può essere ordinata dopo registrazione online o acquistata in uno delle oltre 100 stazioni di servizio in Belgio. Ulteriori punti vendita saranno aperti nei paesi limitrofi.
Il pedaggio Viapass per veicoli pesanti sarà caratterizzato come una tassa (quindi senza IVA) nelle regioni di Bruxelles e delle Fiandre, mentre in Vallonia sarà considerato un canone sull’utilizzo delle strade (e quindi con IVA). Immediatamente dopo la registrazione e l’installazione della On Board Unit sul veicolo, l’utente potrà scegliere di pagare il pedaggio secondo due modalità, prima o dopo il viaggio. Un modo comodo per adeguarsi al nuovo sistema di pedaggio belga sarà attraverso DKV Euro Service.
Per il nuovo pedaggio satellitare in Belgio è prevista una fase test per monitorare la corretta funzionalità del sistema per l’inizio del 2016.

Il Belgio sperimenta l’alta velocità verde.

I treni verdi sono una prospettiva affascinante... peccato per i costi ancora proibitivi.

Belgio – tratta Anversa-Amsterdam – e finalmente il treno elettrico.

La tratta è stata inaugurata da un mezzo ad alta velocità che collega Parigi ad Amsterdam passando appunto per Anversa.

Un mezzo elettrico? E dov’è la novità? Da un pezzo auto e case, si sa, possono andare avanti con i pannelli solari! Ma la novità è un’altra: il treno si muove grazie a una galleria di tre km tutta ricoperta di pannelli fotovoltaici.

E non è solo il treno a correre con quest’energia pulita, anche le stazioni avranno l’energia per far funzionare i loro bulloni! Mica male.

E’ la prima volta che succede in Europa.


La galleria.

Le ricerche sull'energia solare sono ben motivate dal bassissimo impatto sull'ambiente.

La tratta passa vicino ad un’antica foresta e c’era un pericolo: gli alberi possono cadere e non guardano in faccia treni o binari. Così il tunnel doveva proteggere il

passaggio.

Ora 16 mila pannelli solari ricoprono la superficie sopra al tunnel, per la bellezza di 50.000 mq. Come riempire 8 campi da calcio di pannelli.

L’opera è il risultato della collaborazione tra Enfinity, società per lo sviluppo di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, Infrabel, gestore delle ferrovie belga, i comuni Braschaat e Schoten, e Solar Power Syste, azienda esperta nel solare.


Il tunnel misura 3,3 km per 16.000 pannelli solari.

La tecnologia.

Circa 3,3 MWh l’anno. Praticamente il consumo annuale di circa 1.000 famiglie. L’energia prodotta è destinata a far funzionare la segnaletica, l’illuminazione e il riscaldamento delle stazioni. E ovviamente: le vetture! Quante? Enfinity, con questo progetto, parla di arrivare a muovere ben 4.000 treni ogni anno. Corrispondono grossomodo a una giornata di intenso traffico su rotaia. Leggi il resto di questo articolo »

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner