Articoli marcati con tag ‘Biocarburanti’

Biocarburanti: Pe, battuta arresto in iter nuove regole Ue

Battuta d’arresto a Bruxelles per l’approvazione delle nuove regole sui biocarburanti, per limitare quelli prodotti da colture alimentari. La Commissione ambiente dell’Europarlamento non è riuscita a raggiungere la maggioranza necessaria di 36 voti (34 a favore, 18 contrari e 1 astensione) per dare il mandato alla relatrice, la liberaldemocratica Corinee Lepage, per i negoziati con Consiglio e Commissione Ue. Ora il rischio è che la proposta non riesca ad essere concordata prima della fine del mandato di questo Europarlamento e slitti al 2015. “Il Ppe e l’estrema destra hanno difeso bene le lobby degli agrocarburanti di prima generazione” ha twittato Lepage, precisando che in ballo ci sono “sette miliardi di euro all’anno di sovvenzioni”. Secondo la proposta approvata dalla plenaria di Strasburgo il mese scorso, i biocarburanti ‘tradizionali’ non devono superare il 6% del consumo finale di energia nel settore dei trasporti entro il 2020, rispetto all’obiettivo del 10% della legislazione vigente, mentre viene inserito un nuovo target del 2,5%, sempre per il 2020, per i biocarburanti di seconda generazione, prodotti da alghe e rifiuti. Secondo Raffaello Garofalo, segretario generale dell’EBB che rappresenta l’industria europea del biodiesel, votare troppo presto il provvedimento finale “non avrebbe dato il tempo sufficiente per valutare la rilevanza” degli studi scientifici alla base delle nuove regole. Per Nusa Urbanic di Transport and Environment, questo passo determina invece “una vittoria per l’industria dei biocarburanti attuali su quella del futuro”. Ora la parola passa alla Commissione industria dell’Europarlamento, che voterà sul mandato negoziale lunedì 21 ottobre. Ma i negoziati non possono cominciare senza il via libera di entrambe le commissioni.

Biocarburanti, l’Europa dice basta agli aiuti

Stop ai bioincentivi

Stop agli aiuti per i biocarburanti di origine agricola, l’Europa dice basta alla produzione di quelli derivati da culture alimentari come mais e colza. L’intento è quello di favorire carburanti bio ancora più sostenibili, estratti da alghe, rifiuti, paglia ed altri tipi di residui, che non interferiscono con la produzione alimentare mondiale. La deadline per gli incentivi è fissata nel 2020.

Entro tale data l’Ue ha fissato anche l’obiettivo del 10% di energia rinnovabile nei trasporti. Per quanto riguarda la direttiva europea sulla qualità dei carburanti, la Commissione europea propone aumentare ”al 60% la soglia minima di riduzione dei gas a effetto serra per i nuovi impianti”.

L’obiettivo: ”migliorare l’efficienza dei processi di produzione dei biocarburanti e scoraggiare ulteriori investimenti in impianti che danno scarsi risultati nella riduzione delle emissioni”. Infine, per la prima volta sarà preso in considerazione l’impatto della conversione dei terreni a livello mondiale (il cosiddetto fattore Iluc), nella valutazione delle prestazioni dei biocarburanti in termini di riduzione delle emissioni.

Oxfam, stop agli incentivi sui carburanti bio

Oxfam contro i biocarburanti

Stop agli incentivi sui biocarburanti. La voce fuori dal coro è quella dell’Oxfam, confederazione di 17 Ong impegnate a combattere la fame e le ingiustizie nel mondo. Rapporto alla mano l’Oxfam si rivolge all’Unione europea e chiede di abolire le misure a sostegno dei carburanti bio. Motivazione? La terra usata per produrli e “sfamare” le auto private europee avrebbe potuto nutrire 127 milioni di persone in un anno se fosse stata coltivata a grano e mais.

La rivendicazione non è nuova: secondo il rapporto Bad Bio, la crescente domanda di biocarburanti sta portando al parallelo aumento dei prezzi degli alimenti su scala mondiale. Entro il 2020, avverte l’Oxfam, la domanda di biocarburanti potrebbe far salire i prezzi di alcuni alimenti fino al 36%. E i motori europei si “berrebbero” un quinto dell’olio vegetale prodotto in tutto il mondo.

Usa, United Airlines inaugura i voli a biocarburante

Il primo volo alimentato a biocarburanti è decollato ieri.

Svolta “verde” per United Airlines: come riporta Green Business, infatti, ieri è decollato il primo volo alimentato con una miscela di carburanti tradizionali e biocarburante. Nello specifico, per effettuare la tratta Houston-Chicago, il Boeing 737 ha sfruttato per il 40% il biocarburante Solazyme, che si ricava dalle alghe, e per il 60% il carburante tradizionale.

“La United Airlines fa un passo molto significativo per promuovere l’uso di carburanti alternativi, ecologicamente utili ed economicamente efficienti”, ha dichiarato Peter McDonald, vice presidente esecutivo della compagnia aerea.

Ma United Airlines non è l’unica negli Usa ad aver optato per le energie ecosostenibili: anche l’Alaska Airlines ha scelto di far decollare 75 aerei con una miscela contenente il 20% di biocarburanti prodotti da olio di scarto della cucina.

Firenze: Festival dell’Energia 23-25 settembre.

Si tratta della prima manifestazione nazionale interamente dedicata all'energia.

Firenze ospiterà la prima manifestazione nazionale dedicata all’energia: il Festival dell’Energia.

Promosso da Legambiente, dal 23 al 25 settembre avremo una fila di eventi, dibattiti, talk show, spettacoli e presentazioni di libri; ovviamente lo sviluppo dell’auto elettrica e i biocombustibili avranno i propri spazi accanto allo sviluppo economico, sociale a ambientale.

Per maggiori informazioni: www.festivaldellenergia.it

Finlandia, Finnair preferisce i biocarburanti

La compagnia aerea finlandese volerà grazie a una miscela con biocarburanti.

Già dalla prossima settimana volerà grazie a un mix di biocarburante e carburante normale per aerei. Lo ha annunciato la compagnia aerea finlandese Finnair, secondo la quale il suo primo volo previsto, Amsterdam-Helsinki, sarà il più lungo mai effettuato con una miscela di carburanti.

La compagnia aerea si è accordata con il fornitore olandese SkyNRG per la consegna di 20 tonnellate di carburante speciale ma sta negoziando acquisti anche dalla finlandese Neste Oil.

Le autorità dell’aviazione civile finlandesi hanno consentito miscele di carburante con massimo il 50% di combustibili raffinati da biofonti. La Finnair è impegnata da tempo nella ricerca di soluzioni a minore impatto ambientale e i biocarburanti, nel lungo periodo, potrebbero ridurre fino all’80% le emissioni prodotte dai velivoli.

Enac, siglato accordo con la Spagna per carburanti ecosostenibili

ENAC

Italia e Spagna uniti per lo sviluppo di carburanti ecosostenibili da utilizzare nell’aviazione civile. Il Direttore Generale dell’Enac Alessio Quaranta, mercoledì scorso, ha firmato un importante Protocollo d’intesa con il Paese iberico, siglato anche da Manuel Ameijeras, Presidente Aesa (Agenzia Spagnola per la Sicurezza del Trasporto Aereo) e Eugenia Llorens, Presidente Senasa (società statale Servizi e Ricerche per la Navigazione Aerea e la Sicurezza Aeronautica).

Il protocollo, di natura triennale, nasce in previsione dell’aumento del traffico aereo e, quindi, anche delle emissioni di gas a effetto serra. La collaborazione tra le società coinvolte è volta alla qualificazione di carburanti alternativi provenienti da fonti rinnovabili e alla loro produzione e impiego.

Si intende così “contribuire al raggiungimento degli obiettivi prefissati dall’Unione Europea, come quello di assicurare che entro il 2020, almeno il 20% del consumo totale di energia provenga da fonti rinnovabili”, ha spiegato Quaranta.

La Commissione Europea lancia “Trasporti 2050”

Green Power

“Trasporti 2050” è il nuovo piano della Commissione Europea per ridurre del 60% le emissioni dovute a combustibili fossili. Il piano prevede importanti ridimensionamento, primo fra tutti: l’eliminazione delle auto a benzina e diesel. Anche aerei e navi dovranno passare ai biocarburanti mentre le linee ferroviarie verranno potenziate per trasportare merci e persone.

Kallas, responsabile del settore dei trasporti della Comunità Europea, ha dichiarato: “Possiamo interrompere la dipendenza del sistema dei trasporti dal petrolio senza sacrificarne l’efficienza e compromettere la mobilità”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner