Articoli marcati con tag ‘brasile’

AVIANCA BRASIL OGGI ENTRA IN STAR ALLIANCE

Nel corso della speciale cerimonia tenutasi
oggi presso l’aeroporto internazionale Guarulhos di San Paolo i vettori membri hanno
salutato con favore l’entrata di Avianca Brasil in Star Alliance. Si aggiungono così
15 nuove destinazioni in Brasile alle 12 già servite dalle compagnie aeree
dell’alleanza, per un totale di 27.

Avianca Brasil è la compagnia aerea a più rapida crescita in Brasile: la sua quota
di mercato è passata dal 2,6% del 2010 all’8,4% del 2014. Fino a maggio 2015 il
trend è continuato, raggiungendo una quota cumulativa di mercato del 9%.

Un’ulteriore crescita è prevista poiché Avianca Brasil e gli altri vettori membri di
Star Alliance che servono il paese connetteranno più passeggeri attraverso i
principali hub brasiliani di San Paolo - Guarulhos, di Rio de Janeiro - Galeão e di
Brasilia.

Sono complessivamente 13 i vettori membri che ora servono il Brasile: Air Canada,
Air China, Avianca, Avianca Brasil, Copa Airlines, Ethiopian Airlines, Lufthansa,
Singapore Airlines, South African Airways, SWISS, TAP, Turkish Airlines e United.
L’entrata di Avianca Brasil rafforza ulteriormente la posizione di Star Alliance
come alleanza con il maggior numero di compagnie aeree in questo mercato.

In aggiunta alla rete di collegamenti interni di Avianca Brasil, i passeggeri ora
possono raggiungere le destinazioni internazionali in Nord e Sud America, Europa,
Asia e Africa grazie agli 88 voli settimanali da 12 aeroporti brasiliani. Attraverso
gli hub di Star Alliance in queste regioni, i passeggeri possono beneficiare della
rete globale di collegamenti offerti dalle 28 compagnie aeree per un totale di oltre
18.500 voli giornalieri verso 1.330 aeroporti in 192 paesi.

Gli oltre 2,7 milioni di iscritti al Programma Frequent Flyer (FFP) di Avianca
Brasil “Amigo” potranno ora godere di tutti i vantaggi offerti da Star Alliance ai
frequent flyer, come per esempio accumulare e spendere le miglia con tutti i vettori
membri. I passeggeri con status Amigo Gold e Diamond possono ora accedere alle oltre
1.000 lounge in tutto il mondo, usufruire della franchigia bagaglio extra, della
consegna bagagli prioritaria, dei banchi di accettazione dedicati e dell’imbarco
prioritario. Allo stesso modo, i membri degli altri FFP di Star Alliance potranno
avere gli stessi vantaggi viaggiando con Avianca Brasil.

I voli della compagnia aerea, codice IATA O6, da ora saranno inclusi nei prodotti
tariffari di Star Alliance: il Round the World, il più conosciuto, che consente di
fare il giro del mondo utilizzando la rete di collegamenti offerta dai 28 vettori
membri, ma anche le soluzioni tariffarie pensate per le aziende Star Alliance
Corporate Plus, Conventions Plus e Meetings Plus.

Dialogo Italia-Brasile sulla nautica: arriva una fiera dedicata ai nostri prodotti

La nautica italiana resta leader nel mondo, a dimostrarlo è la Fiera internazionale di tecnologia, subfornitura e design del mare dell’Italia in Brasile, sintetizzata nell’acronimo Fimar, che si terrà a Florianopolis, capitale dello Stato di Santa Caterina, dal 16 al 19 aprile 2015. Il Brasile dedica quindi un salone al mondo della nautica italiana, una realtà che in Brasile da spunti prolifici per lo sviluppo delle aziende locali, che spesso come modello hanno la nostra produzione e il nostro design. A ciò si aggiunga che molti dei punti vendita in Brasile che si occupano di nautica importano prodotti italiani, da questo dato deriva l’esigenza di riavviare il dialogo commerciale tra i due paesi, promuovendo la fiera come punto di incontro.

La fiera è organizzata dalla Brazilplanet, agenzia italobrasiliana di industria e commercio, in collaborazione con Assonautica e l’associazione della nautica brasiliana Acatmar, e ovviamente vi sarà anche una nutrita presenza italiana. Uno dei problemi cruciali che verrà affrontato nelle occasioni di dibattito della Fiera, e sul quale sono al lavoro i due governi, è quello dei dazi brasiliani che penalizzano le piccole imprese italiane che vogliono esportare.

«Proprio per superare questa situazione – afferma Domenico Calabria in una dichiarazione al Sole 24ore, referente della nautica in Italia per il governo di Santa Caterina e presidente di Brazilplanet – stiamo favorendo il dialogo tra il Governo italiano e quello di Santa Caterina e lo faremo anche in occasione della fiera. L’obiettivo è che gli Esecutivi dei due Paesi studino insieme, seduti a un tavolo, una proposta per superare il problema dei dazi. Proposta che, poi, potrà essere presentata al Governo federale brasiliano». Il problema centrale che verrà affrontato è quello di favorire i piccoli marchi italiani, quelli più penalizzati dai dazi e maggiormente in sofferenza in questo periodi di crisi, mentre le grandi case della nautica italiana sono già presenti da qualche anno sul mercato brasiliano con successo.

Un argomento che seguiremo con interesse, perché la nostra nautica se da un lato soffre molto nel mercato interno, in quello esterno resta sempre un modello per gli altri paesi e i nostri prodotti vengono costantemente considerati all’avanguardia.

Porto di Gaeta: in partenza componenti da 150 tonnellate con destinazione Brasile

Si è conclusa con successo nel porto di Gaeta una complessa e spettacolare operazione di carico di pezzi speciali suddivisi in 2 casse da oltre 46 tonnellate ciascuna e da 6 casse più piccole da poco meno di 10 tonnellate l’una prodotte da un’azienda costruttrice di componentistica del sud Pontino. La movimentazione di tale merce ad altissima tecnologia è stata possibile grazie a importanti investimenti effettuati da intergroup in mezzi e gru ad alta portata e alle maestranze altamente specializzate.

L’operazione conferma il terminal portuale della città laziale come gate verso il mondo per le aziende del territorio, che possono rivolgersi all’esportazione dei loro prodotti in maniera rapida ed efficace.

I preziosi componenti sono stati imbarcati sulla m/n Sabrina battente bandiera di Antigua nel pomeriggio di lunedì 7 aprile.

Nuovo Renault Master Prodotto in Brasile

Con un nuovo design, bassi costi di esercizio, un supplemento di comfort, funzionalità, robustezza e sicurezza, Nuovo Master arriva in  Brasile, dove sarà disponibile in quattro versioni di carrozzeria (Minibus, Furgone, Telaio Cabinato e Vetrato) e in numerose configurazioni di lunghezza e altezza.

A livello complementare, in funzione delle necessità e grazie alla sua esperienza di leader dei veicoli allestiti, Renault Brasile può proporre Nuovo Master in versioni allestite (ambulanze, trasporto di persone con mobilità ridotta, etc.).

«Il segmento dei veicoli commerciali assume un’importanza crescente nella strategia di crescita di Renault in Brasile. Con i nostri veicoli commerciali abbiamo ottenuto 24,5% di crescita rispetto al 2011 e abbiamo anche ampliato la nostra proposta di servizio alle flotte e agli automobilisti professionali», si rallegra Olivier Murguet, Direttore Generale di Renault Brasile.

«In Brasile, Renault Master è un riferimento nel segmento, con un ottimo valore residuo al momento della vendita», spiega Frédéric Posez, Direttore Marketing di Renault Brasile.

Lanciato sul mercato brasiliano nel 2002, Renault Master si è costruito una solida reputazione nel segmento dei veicoli commerciali. Nel 2012, nel Paese sono state immatricolate 8.662 unità, un volume superiore del 17% a quello del 2011, in un segmento che ha registrato una contrazione del 12%. Oggi, dieci anni dopo il lancio in Brasile, Renault Master si colloca al secondo posto del segmento (furgoni fino a 3.500 kg) in Sud America e in Brasile.

Oggi, Nuovo Master è prodotto nella Fabbrica di Veicoli commerciali, nel Complesso Ayrton Senna, a Sao José dos Pinhais (Stato del Paraná), per una commercializzazione locale.

Nuovo volo Alitalia su Fortaleza

Con questo nuovo volo Alitalia rafforza la propria presenza sul Brasile, mercato chiave per la Compagnia che già oggi serve San Paolo (fino a 9 frequenze settimanali da Roma Fiumicino) e Rio de Janeiro (fino a 6 frequenze settimanali da Roma Fiumicino) ed è il primo vettore per numero di voli fra Italia e Brasile. Il nuovo volo su Fortaleza avrà frequenza bisettimanale e verrà operato con aerei Boeing B777 che garantiscono un servizio di alta qualità, tipico dei collegamenti di lungo raggio Alitalia, suddiviso nelle tre classi Magnifica (business), Classica Plus (premium economy) e Classica (economy).
Per festeggiare il lancio della nuova rotta per Fortaleza, Alitalia offre biglietti a partire da 649 euro (per viaggi di andata e ritorno, tutto incluso).
Fortaleza è una destinazione che gli europei conoscono molto bene e che rappresenta, ormai da diverso tempo, una famosa meta turistica, soprattutto nella stagione invernale. Grazie anche alla sempre crescente espansione economica del Brasile, esiste inoltre un importante flusso di brasiliani che dalla zona di Fortaleza viaggiano verso l’Europa, e in particolare verso l’Italia, meta turistica di eccellenza per i brasiliani.

FS in gara per l’AV brasiliana

Il Gruppo FS Italiane ha confermato  a Brasilia, davanti all’Agenzia Nazionale per i Trasporti Terrestri (ANTT), il proprio interesse a partecipare al progetto di gara “Trem Bala” (treno proiettile), la prima linea Alta Velocità del Brasile.

La nuova infrastruttura, oltre 500 chilometri di binari, di cui più di 190 tra gallerie e viadotti, collegherà a 300 km/h Rio de Janeiro e San Paolo con Campinas, città che ospita uno dei principali aeroporti del Paese.

La comunicazione ufficiale di FS Italiane è avvenuta durante la prima consultazione pubblica dell’ANTT. L’incontro di oggi ha inaugurato una serie di appuntamenti di confronto tra gli stakeholder del progetto che si terranno nelle 7 città attraversate dalla linea: Rio de Janeiro, Redonda/Mansa, Sao Jose Dos Campos, San Paolo, Viracopos, Campinas.

Il progetto, del valore di 33 miliardi di reais (pari a 13 miliardi di euro), si articola in 2 fasi, più una intermedia dedicata all’ingegneria. La prima, cui parteciperebbe il Gruppo FS, prevede la selezione di un Concessionario (Operation & Maintenance) responsabile anche della fornitura di tecnologia, intesa come treni, sistemi di segnalamento e alimentazione e telecomunicazioni. Il Concessionario gestirà inoltre i ricavi ottenuti dallo sviluppo immobiliare della linea e delle nuove stazioni.

A questa seguirà una fase intermedia, di progettazione preliminare e definitiva, dove le FS Italiane sarebbero presenti con Italferr, la società di ingegneria del Gruppo.

Il progetto si conclude poi con la seconda fase destinata alla costruzione della linea e delle infrastrutture.

Il Governo brasiliano stima che saranno 46 milioni i passeggeri che nel 2024 viaggeranno sull’Alta Velocità, numero destinato a crescere fino 69 milioni nel decennio successivo.

Fiat fa il pieno in Brasile: 14mila veicoli al giorno

Fiat vola in Brasile

Decolla il mercato dell’auto in Brasile, grazie agli incentivi fiscali approvati dalla “presidenta” Dilma Rousseff per far fronte alla crisi mondiale. E il gruppo Fiat/Chrysler ne approfitta.

”Come altre aree strategiche dell’economia nazionale – dichiara il presidente del gruppo in area latinoamericana Cledorvino Belini -  l’industria automobilistica ha meritato una politica di incentivo che stimola allo stesso tempo il consumo e l’innovazione. Come conseguenza i consumatori sono ritornati nelle concessionarie e i numeri hanno iniziato a reagire. Il mercato in effetti sta crescendo persino in relazione ai dati del 2011 che è stato un anno record”. I provvedimenti varati dal governo brasiliano comprendono, oltre ad una liberazione del credito, la storica riduzione del tasso d’interesse base del Brasile all’8,5% annuo, e la riduzione dell’imposta sui prodotti industrializzati (Ipi) fra i mesi di maggio e agosto 2012. Fino al 12 giugno il mercato brasiliano aveva registrato l’acquisto di 104mila veicoli al mese con una media diaria di 14.827 vetture, oltre mille in più al giorno rispetto all’anno scorso. La Fiat è sempre leader di mercato in Brasile da quasi 11 anni con una quota del 22,1%. “Il Brasile è ora il quarto maggiore mercato automotive mondiale – conclude Belini – Il settore rappresenta il 23% del Pil brasiliano”.

Taxi elettrici Nissan per San Paolo in Brasile

La città di San Paolo in Brasile ha avviato un progetto pilota per sperimentare l’utilizzo delle Nissan Leaf per il servizio di taxi. Saranno dieci le auto elettriche messe in campo nella più grande area urbana del Paese sudamericano, una delle metropoli più popolose del mondo. L’esperimento è nato da un accordo del 2011 tra l’amministrazione di San Paolo, l’alleanza Renault-Nissan, AES Eletropaulo e l’associazione dei tassisti Adetax.

«E’ il nostro contributo per lo sviluppo di una società sostenibile – ha affermato Britaldo Smith, presidente della società AES Brasil – Attraverso tecnologia ed innovazione ci sarà un impatto positivo sia per l’ambiente che per la popolazione». La Nissan Leaf è la prima auto 100% elettrica prodotta su larga scala. E’ alimentata da batterie agli ioni di litio ed offre un’autonomia di 160 km.

Le prime due Leaf saranno in strada già nelle prossime settimane e serviranno un percorso predefinito all’interno della città. A metà del secondo semestre dell’anno la flotta di taxi elettrici si arricchirà di altre otto vetture, tutte fornite dalla divisione brasiliana del marchio giapponese. Le colonnine disponibili nell’ambito del progetto saranno 15, cinque delle quali consentono la ricarica rapida in 30 minuti.

Siglato accordo tra il Porto di Venezia e quello brasiliano di Santos

È stato siglato nei giorni scorsi, nell’ambito della missione del Governo Italiano in Brasile, l’accordo tra il Porto di Venezia e il Porto di Santos. L’accordo è stato inoltre suggellato dalla firma congiunta del Vice Ministro Italiano agli Affari Esteri Marta Dassù, e dal Ministro Brasiliano per i Porti, Leonidas Cristino.
Si tratta di uno dei 5 memorandum siglati dai Ministeri dello Sviluppo Economico e degli Esteri in visita presso lo stato sudamericano con l’obiettivo di “stimolare i contatti e lo scambio di know-how tra l’Unione Europea e il Brasile e migliorare le relazioni bilaterali, promuovendo inoltre uno sviluppo sostenibile dal punto di vista ambientale”.
In particolare, l’interesse del porto di Santos verso Venezia si concentra sulle best practice in campo ambientale, sviluppate dallo scalo veneziano vista la particolare delicatezza dell’ambiente lagunare, e nel settore passeggeri, stante la leadership di Venezia come primo home port crocieristico del Mediterraneo.  Notevole interesse e attenzione è stata dimostrata per le soluzioni ingegneristiche che Venezia sta studiando per massimizzare l’efficienza dell’intermodalità nave oceanica-chiatta che sarà realizzata nella piattaforma portuale d’altura. Infatti, la difficile orografia brasiliana fa sì che le vie di comunicazione sulle quali si investa maggiormente siano proprio i porti sia fluviali che oceanici, puntando anche sull’intermodalità tra i due.

Renault investa in Brasile

Carlos Ghosn

Il presidente Renault Carlos Ghosn, visitando gli impianti a Curtibia (Brasile), ha promesso 100 nuovi posti di lavoro e 100 mila veicoli in più grazie a un investimento di 500 milioni di real brasiliani (200 milioni di euro). L’investimento punta a raggiungere l’8% del mercato del paese entro il 2016 (contro l’attuale 5%).
“Il Brasile diventera’ il terzo mercato mondiale dell’auto, dietro a Cina e Stati Uniti, e anche l’India sara’ presto tra i primi”.

“Il Brasile si appresta a diventare il secondo mercato di Renault. E’ una colonna portante della nostra strategia di crescita a livello internazionale: oltre un quarto dell’aumento delle vendite globali di Renault, da adesso al termine del piano dovrebbe provenire dal Brasile”

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner