Articoli marcati con tag ‘Bruxelles’

L’ENAC partecipa ai lavori della 45a riunione di Eurocontrol, agenzia intergovernativa europea per la navigazione aerea

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile con Alessandro Cardi, Special Advisor del Presidente dell’ENAC, ha partecipato, con una delegazione composta dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare e dall’ENAV, alla 45a riunione del Provisional Council (PC) di Eurocontrol, l’Agenzia intergovernativa che gestisce la navigazione aerea sui cieli del continente europeo, nell’ambito della quale il PC è l’organo responsabile dell’attuazione della politica generale e dell’implementazione e supervisione degli atti adottati. I maggiori temi sui quali si sono confrontati i membri del Provisional Council nel corso dell’incontro che si è svolto ieri, 23 giugno 2016, a Bruxelles, hanno riguardato:  gli aspetti di governance e i target di capacità del gestore della rete di traffico aereo generale (NM – Network Manager);  la finalizzazione della riforma amministrativa di Eurocontrol, oggetto del Gruppo di Lavoro Study Group of Alternates to the Permanent Commission, con particolare riguardo alla governance dell’Agenzia;  il contributo fornito da Eurocontrol all’implementazione del Programma SESAR – Single European Sky Air Traffic Management Research, lanciato dalla Commissione Europea per lo sviluppo delle tecnologie alla base di sistemi di controllo del traffico aereo di nuova generazione, più omogenei e sicuri;  l’evoluzione dei Servizi Centralizzati a sostegno delle prestazioni dei fornitori dei servizi della navigazione aerea (ANSP – Air Navigation Service Provider) dei vari Stati.  le questioni riguardanti l’uso civile militare dello spazio aereo discusse in seno al CMIC – Civil and Military Interface Standing Committee e al MAB – Military Air Traffic Management Board.  gli aspetti di tipo amministrativo-finanziario concernenti il budget dell’Agenzia per il periodo 2017-2021 e la riduzione dei costi attraverso la ridefinizione degli obiettivi strategici e l’applicazione del principio UPP – User Pays Principle.
Eurocontrol è l’Agenzia intergovernativa fondata nel 1960 di cui l’Italia fa parte dal 1995. Sono quaranta i Paesi membri, oltre la rappresentanza dell’Unione Europea. Eurocontrol gestisce la navigazione aerea sui cieli del continente europeo e ha un ruolo chiave anche nella gestione di situazioni di crisi che coinvolgono l’aviazione civile e che richiedono coordinamento e decisioni uniformi per tutti gli aderenti.

- MAURIZIO FASCE NOMINATO PRESIDENTE MARITIME LOGISTICS INSTITUTE

Per la prima volta un italiano alla guida di uno dei più prestigiosi tavoli di lavoro a livello europeo del settore marittimo. Maurizio Fasce, Presidente di Spediporto, noto manager internazionale, è stato eletto ieri a Bruxelles in rappresentanza della Fedespedi ai vertici dell’Istituto Marittimo Europeo del CLECAT, ad oggi composto da un board tra i più prestigiosi ed in cui compaiono i più importanti nomi della logistica europea in rappresentanza di Germania, Olanda, Belgio, Francia, Inghilterra, Spagna, Portogallo e di altri paesi dell’Unione.
Nella sua seduta di insediamento, il Presidente Fasce, ha individuato le priorità del suo mandato e definito le linee guida del prossimo FFF (Freight Forwarder’s Forum) che si terrà in Belgio nel prossimo mese di Novembre e che tratterà, tra gli altri, i temi della Sicurezza, dei Port Community Systems e della sostenibilità ambientale dei sistemi marittimi europei.
Maurizio Fasce ha commentato con soddisfazione questo suo nuovo incarico sottolineando: “l’importanza di una nomina che consente all’Italia di essere al centro del dibattito in sede europea sui temi più rilevanti di sviluppo del settore, potendo con ciò incidere nelle politiche strategiche comunitarie”.

Il 6 marzo scorso si è svolta a Bruxelles l’audizione pubblica del CESE (Comitato economico e sociale europeo) per la revisione del Libro Bianco dei trasporti 2011. ANITA è stata l’unica associazione italiana ad essere stata invitata all’incontro.

Il 6 marzo scorso si è svolta a Bruxelles l’audizione pubblica del CESE (Comitato economico e sociale europeo) per la revisione del Libro Bianco dei trasporti 2011.

ANITA è stata l’unica associazione italiana ad essere stata invitata all’incontro.

All’audizione hanno partecipato tutte le maggiori associazioni europee del trasporto e della logistica (FNTR, BGL, SKAL, Nordic Logistics Association), nonché altri rappresentati dei vari comparti del trasporto (vie navigabili, spedizionieri, Ferrovie dello Stato italiane, Deutsche Bahn, SNFC).

Durante lo svolgimento dei lavori sono stati affrontati, da parte dei vari relatori tra i quali anche alcuni membri della Commissione europea, i temi di maggiore attualità come il cabotaggio, il dumping sociale, il trasporto intermodale, i combustibili alternativi, la tassazione dell’energia e delle infrastrutture.

ANITA è intervenuta sui principali argomenti e ha posto l’accento sulla mancanza di uniformazione delle norme sociali, salariali e fiscali dei vari Paesi membri, sull’aggravamento del problema del social dumping e sulla necessità di un chiarimento in merito all’internalizzazione dei costi esterni. Tali posizioni, contenute anche nella bozza preliminare del CESE per le quali ANITA ha manifestato il proprio appoggio, sono state poi riprese dal rappresentante della Commissione UE e da Roberto Parrillo, Presidente ETF (Fédération européenne des travailleurs des transports).

A conclusione dell’incontro è stato comunicato che la revisione del Libro Bianco 2011 sarà realizzata nel periodo compreso tra l’ultimo trimestre del 2015 e i primi mesi del 2016.

Nuovo Daily Hi-Matic con cambio automatico a 8 rapporti: piacere di guida assoluto”

Il Nuovo Daily Hi-Matic, con cambio automatico a 8 rapporti fa il suo debutto alla 93esima edizione del Motor Show di Bruxelles. L’evento, in programma dal 16 al 25 gennaio 2015 presso il Bruxelles Expo (padiglione 7), rappresenta un importante appuntamento annuale, quest’anno dedicato ai veicoli commerciali leggeri e ai veicoli ricreazionali.
Iveco riserva gli oltre mille metri quadrati del suo stand al protagonista della sua gamma leggera, con l’esposizione di sette Nuovi Daily, di cui un Nuovo Daily Hi-Matic, disponibile anche in un’area esterna al Salone per i test drive, e un Daily Natural Power alimentato a gas naturale compresso (CNG).
Il Nuovo Daily Hi-Matic: piacere di guida assoluto
La nuova famiglia di prodotto Nuovo Daily Hi-Matic fa il suo esordio sulla scena internazionale di Bruxelles con cambio automatico a 8 rapporti – già utilizzato dai migliori brand automobilistici al mondo – che stabilisce elevati standard di flessibilità, efficienza ed economia, assicurando il massimo comfort di marcia.
Il nuovo cambio, con leva ergonomica multifunzionale, è progettato per fornire un piacere di guida assoluto e per consentire al conducente di essere completamente concentrato sul traffico e sulle condizioni di guida.
Il veicolo offre prestazioni eccezionali in due differenti modalità Eco e Power: con la modalità Eco vengono effettuati cambi marcia fluidi a bassi regimi per enfatizzare il comfort riducendo al minimo i consumi; con la modalità Power la trasmissione opera cambi marcia più rapidi e a regimi più elevati, garantendo una guida più performante.
Il nuovo cambio automatico consente infatti di cambiare marcia più velocemente e in modo più preciso rispetto a un guidatore più esperto, impiegando meno di 200 millisecondi per il passaggio marcia quando è richiesta una maggiore accelerazione.
Anche i costi di manutenzione e di riparazione sono ridotti del 10% rispetto a un cambio manuale, grazie all’affidabilità e alla durata record che il Nuovo Daily Hi-Matic è in grado di garantire, proteggendo motore e trasmissione da stress addizionali.
Il veicolo è best-in-class anche in termini di performance: due differenti cilindrate ( 2.3 e 3.0 litri) con motori dotati di potenza fino a 205 cv e coppia fino a 470 Nm, e una massa totale a terra record di 7.2 tonnellate. I nuovi Daily Hi-Matic usufruiscono di valori di trainabilità fino a 3.500 kg garantendo un comportamento ottimale in fase di spunto in salita, grazie anche all’abbinamento con il sistema Hill Holder (il sistema antiarretramento per le partenze in salita), offerto di serie sul Nuovo Daily.

IL PORTO OFFSHORE DI VENEZIA e LA FERROVIA MILANO-MALPENSA SEGNALATI COME BEST PRACTICE EUROPEA AL TECHITALY 2014 A BRUXELLES

Durante il convegno Techitaly 2014
tenutosi oggi all'Europarlamento e dedicato a Infrastrutture innovative per
la crescita dell'Europa, sono stati segnalate dall'INEA (Innovation and
network executive agency) due storie di successo nella preparazione di
progetti infrastrutturali da realizzare in partenariato pubblico privato.

La prima si riferisce alla realizzazione del collegamento ferroviario tra
Milano e l'aeroporto di Malpensa, la seconda riguarda la realizzazione del
sistema portuale "offshore-onshore" di Venezia.

Progettato per superare i vincoli di accessibilità nautica imposti dal
sistema di barriere mobili del Mose, il porto offshore di Venezia - è stato
riportato nel corso del dibattito - consente di valorizzare lo scalo
lagunare e metterlo in condizione di cooperare con gli altri porti dell'Alto
Adriatico per competere con successo sul mercato portuale europeo entro le
linee di politica europea disegnate dalla revisione delle reti transeuropee
di trasporto TEN-T. La soluzione finanziaria proposta da Venezia, in un
periodo in cui le risorse pubbliche sono limitate rappresenta un esempio di
PPP ben costruito capace di creare un equilibrio tra i fondi pubblici e
privati richiesti e un sistema capace di separare i rischi tra i partner. Un
progetto - peraltro inserito all'interno del piano Junker - che assume
particolare rilevanza per il rilancio delle infrastrutture e della
competitività dell’Europa e dell’Italia.
Siamo particolarmente soddisfatti del riconoscimento che ci hanno accordato
oggi a Bruxelles, segno che la strada intrapresa è quella giusta, l’appoggio
delle istituzioni europee per noi è molto importante” ha commentato il
Presidente dell’Autorità Portuale Paolo Costa

BRUXELLES, PARLAMENTO EUROPEO EVENTO ITS NAPA

Il 25 e 26 novembre si é svolto a Bruxelles nella sede del Parlamento Europeo l’evento conclusivo del Progetto ITS NAPA. La due giorni è stata organizzata dal Porti dell’Associazione Napa (North Adriatic Ports Association) in collaborazione con la sede della Regione Veneto a Bruxelles e il Parlamento Europeo, grazie al supporto dell’on. Antonio Cancian.
Il progetto, del valore di 1.4 milioni di euro e co-finanziato al 50% dal Programma europeo TEN-T, ha consentito di armonizzare i servizi di Intelligent Transport System (ITS) dei 5 porti coinvolti (Venezia, Trieste, Ravenna, Luka Koper e Rijeka) attraverso un prototipo di piattaforma informatica comune che offra agli operatori dello shipping un servizio integrato di import/export delle merci: un esempio concreto di realizzazione di un’infrastruttura immateriale tra nodi logistici già auspicato dall’Unione Europea.
Il primo evento (lunedì 25 novembre ore 18.00 presso il Parlamento Europeo – Room JAN 6 Q1) focalizza l’attenzione su “Il ruolo dei porti del Nord Adriatico nella politica portuale europea” e vedrà la partecipazione di Brian Simpson (Presidente della Commissione TRAN del Parlamento) di Dimitrios Theologitis (DG MOVE Commissione Europea, Capo Unità Porti) del Presidente in carica del Napa e del Porto di Venezia Paolo Costa nonché dell’On. Antonio Cancian e di tutti i rappresentanti dei Porti Napa.
Il secondo (martedì 26 novembre ore 9.00 presso la sede della Regione Veneto – Avenue de Tervuren, 67) ha un taglio più tecnico ed è volto ad illustrare i risultati concreti del progetto ITS Adriatic Multiport Gateway e all’analisi del futuro sviluppo delle Autostrade del Mare all’interno della nuova rete di trasporti disegnata dall’UE.
Paolo Costa, Presidente Napa in carica e Presidente dell’Autorità portuale di Venezia, ha dichiarato: “L’approvazione, la scorsa settimana a Strasburgo, dei regolamenti Ten-T che consacrano l’Alto Adriatico come radice marittima di due dei nove corridori essenziali europei e l’annuncio quasi ufficiale che la P3 network (l’alleanza fra le tre più grandi compagnie container del mondo) includerà anche i porti di Capodistria, Trieste, e Fiume nei loro servizi Far East-Europa, ci conferma che la strategia NAPA sta dando i suoi frutti, anche se dei servizi della P3 beneficeranno solo metà dei porti dell’Alto Adriatico. L’inclusione dei porti adriatici tra gli scali di un così importante player, come la P3 network, è la conferma dell’interesse delle grandi compagnie di navigazione verso l’Adriatico. Ora sta a noi portare a termine tutti i progetti infrastrutturali necessari per essere pronti ad accogliere, anche sul lato occidentale dell’Adriatico, le navi provenienti dal Far East”.

Bruxelles autorizza l’erogazione dell’ Ecobonus

La Commissione europea ha autorizzato l¹erogazione
dell¹³Ecobonus², incentivo dato agli autotrasportatori per favorire il
trasferimento delle merci dalla strada al mare.
"L'autorizzazione ad erogare gli incentivi riveste notevole importanza per
il settore dell¹autotrasporto e accresce il valore e l¹attendibilità del
sistema di aiuti per il trasferimento dei mezzi pesanti dalla strada al mare
­ spiega Eleuterio Arcese presidente di ANITA, l¹associazione italiana che
rappresenta le più grandi imprese di autotrasporto in Italia ed Europa ­ è
questa una conclusione degna di nota che soddisfa le aspettative del settore
sulla vicenda dell¹Ecobonus, un risultato che dimostra che l¹azione
congiunta di ANITA con il Ministero porta ad esiti positivi".
La Commissione ha emanato tale proroga di un anno, anche tenendo conto delle
osservazioni ricevute da tre associazioni di operatori del trasporto, ossia
ANITA, CETM, Short Sea Promotion Centre. La decisione è stata presa, pur
soggetta ad alcune condizioni, per il rallentamento economico dell¹Italia e
le sue ripercussioni sulle attività di trasporto.

Iveco al Truck & Transport

Iveco partecipa al “Truck & Transport”, la fiera annuale dedicata ai veicoli commerciali pesanti nell’ambito del 91° European Motor Show a Bruxelles. Rivolta ai professionisti del settore, la fiera si tiene dall’11 al 14 gennaio, presso l’Expo di Bruxelles. Lo stand Iveco offre ai visitatori un’esposizione delle eccellenze della gamma media e pesante dell’azienda: uno Stralis Hi-Way, uno Stralis CNG,
uno Stralis Hi-Way “Emotional concept”, un nuovo Trakker e un Eurocargo CNG.
Questa edizione del “Truck & Transport” segna un passaggio importante
per Iveco che, per la prima volta, espone in Belgio cinque dei suoi ultimi
modelli della gamma pesante, con un focus sulla mobilità sostenibile, e in
particolare sui veicoli alimentati a gas naturale, settore in cui l’azienda è
leader europeo.
Lo Stralis Hi-Way, Truck of the Year 2013
Eletto Truck of the Year 2013, il nuovo Stralis Hi-Way si presenta ancora
una volta al pubblico internazionale mettendo in mostra le caratteristiche
d’eccellenza grazie alle quali si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento.
Il nuovo Stralis adotta motori Cursor FPT Industrial, che garantiscono
bassi consumi di carburante e prestazioni eccellenti. Grazie all’altissima
efficienza del sistema di riduzione catalitica High Efficiency SCR (HieSCR)
sviluppato, brevettato e prodotto da FPT Industrial, lo Stralis è
l’unico veicolo pesante sul mercato a rispettare i limiti imposti dalla
normativa Euro VI, senza compromettere l’efficienza dei consumi. Il
sistema High Efficiency SCR di FPT Industrial è in grado di ridurre i livelli
di ossido di azoto di oltre il 95%.

Tirrenia, privatizzazione in bilico. Stop Ue

Tirrenia, la soluzione si allontana

Ancora nubi all’orizzonte nella vicenda Tirrenia. La privatizzazione della compagnia di trasporto marittimo rischia di saltare: da Bruxelles potrebbe arrivare lo stop, in quanto la proposta prevede un “quasi monopolio” su alcune tratte, come quella con la Sardegna. Inoltre la questione risulta legata a doppio filo con l’indagine sugli aiuti di Stato, in cui ci sarebbero state forti violazioni alle norme Ue.

Difficile ipotizzare un lieto fine, ad oggi. Come scriveva l’antitrust europeo il 18 gennaio scorso, “l’operazione proposta (quella della Cin, ndr) risulterebbe in quote di mercato estremamente elevate, se non monopolistiche, per diverse rotte interne italiane”. Preoccupazioni confermate dall’Ue al governo italiano. Per di più fusione e aiuti sarebbero strettamente collegati, il che rende ancor più scivolosa la sentenza. L’esame dell’antitrust Ue sulla vicenda Tirrenia si trova ora nella seconda fase, cioè i 90 giorni in cui il l’Italia deve fornire informazioni se non vuole che la procedura vada avanti. Il 13 febbraio la Commissione ha sospeso la procedura, come da regolamento, in attesa che il governo fornisca nuovi dettagli.

DAY TEN-T a Bruxelles il prossimo 31 gennaio

Il TEN-T Day 2012 a Bruxelles il 31 gennaio

Martedì 31 gennaio 2012 l’Agenzia esecutiva dei trasporti organizza a Bruxelles, presso il Centro Congressi Borschette, l’annuale Info day TEN- T che affronterà le priorità della call 2012 che dovrebbe essere annunciata entro la fine di gennaio 2012.
La giornata informativa vuole consentire a coloro che intendono partecipare alla call, di raccogliere tutte le informazioni disponibili da utilizzare per la preparazione della loro proposta.
Inoltre, i partecipanti, saranno in grado di interagire direttamente con l’Agenzia e con il personale della Commissione europea, nonché con altri soggetti interessati TEN-T.
Come per i precedenti Info day, le iscrizioni saranno possibili solo attraverso una pagina speciale del sito web dell’Agenzia.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner