Articoli marcati con tag ‘canada’

Fagioli e Rina alleati per piattaforma Hebron

Collaborazione tra Fagioli e Rina per la piattaforma petrolifera Hebron al largo delle coste canadesi dell’isola di Terranova e del Labrador, a 350 chilometri da Saint John. Fagioli, azienda emiliana specializzata in trasporti eccezionali, si è occupata del sollevamento e dell’installazione delle gigantesche strutture della piattaforma petrolifera. Rina Services, società del gruppo genovese Rina, ha effettuato la verifica tecnica del progetto, necessaria per la sicurezza dell’operazione, complicata dalle dimensioni dei ‘pezzi’ da assemblare e dal vento. La piattaforma comincerà le estrazioni a fine 2017. Costruita utilizzando una struttura di cemento che si ‘auto-supporta’ grazie alla sola forza di gravità, sarà in grado di sopportare l’impatto con gli iceberg e le difficili condizioni meteo-marine della zona. La sfida più complessa per Fagioli e Rina è stata l’integrazione del modulo da 45 tonnellate (Utility process module, Upm) con il modulo alloggi, da 4 mila tonnellate, effettuato con un pontone di appoggio. “Vista l’altezza della struttura, ogni minimo movimento della chiatta risulta amplificato sulla sommità del modulo – spiega Dino Cervetto, direttore servizi tecnici di Rina Services -. L’analisi della stabilità, in particolare, oltre a quella della capacità di sostenere le difficili condizioni ambientali e dell’integrità strutturale, è stata indispensabile per la buona riuscita”

La canadese Via Rail in Italia per studiare l’AV di FS Italiane

Via Rail, società ferroviaria canadese, in Italia per studiare l’Alta Velocità del Gruppo FS Italiane.
L’Amministratore Delegato del Gruppo, Michele Mario Elia, ha infatti incontrato oggi a Roma Yves Desjardins-Siciliano, CEO di Via Rail.
La società canadese si è interessata da tempo alle nostre linee Alta Velocità, la cui costruzione in Canada è in fase di discussione. Attualmente è in corso l’analisi costi-benefici della revisione della tratta London, Kitchener, Pearson International Airport e downtown Toronto (valore quasi € 3,6 miliardi) che potrebbe rappresentare la prima tratta AV da realizzare. Il CEO canadese ha viaggiato oggi sulla linea AV Roma – Napoli, visitando anche la Sala di Controllo del Traffico di Roma Termini e l’impianto di manutenzione dei treni AV di Napoli Centrale.
Durante il colloquio, i due AD hanno fatto il punto anche su altri progetti in comune: a luglio 2014 Italferr ha svolto una missione esplorativa in Canada, cui è seguita a settembre la firma di un accordo con Dessaut per la partecipazione in joint venture alla gara di elettrificazione delle linee ferroviarie dell’area di Montreal. La gara è prevista entra la fine dell’anno.
Via Rail ha all’attivo anche una collaborazione con Trenitalia per iniziative comuni nel campo del marketing.
La collaborazione e i contatti tra le due società proseguiranno nei prossimi mesi.

Air Transat potenzia i voli Venezia-Canada. Oltre 22 mila posti disponibili sulle tratte Venezia-Canada

Cresce costantemente l’impegno in Italia per Air Transat, compagnia canadese leader dei viaggi e vacanze, che rafforza i propri investimenti sull’aeroporto di Venezia.
La Air Transat collegherà dal 3 maggio Venezia – Montréal con 2 voli non stop il sabato e il giovedì, riconfermandosi unico vettore a collegare Venezia alla provincia del Québec in Canada con voli no-stop e aumenterà l’offerta di voli da Venezia su Toronto portando a 2 le frequenze settimanali.
Sarà possibile volare in Canada da Venezia con una tariffa a partire da € 500 a/r tasse incluse, sia per Toronto che per Montréal:

Venezia – Montréal € 500 a/r tasse incluse
Andata: 10, 17 maggio – Ritorno 30 maggio + 6, 13 giugno
Andata: 7 giugno – Ritorno 13 giugno
Venezia – Toronto € 500 a/r tasse incluse
Andata: 10, 17 maggio – Ritorno 30 maggio
Venezia – Toronto € 600 a/r tasse incluse
Andata 21, 26, 28 giugno – Ritorno 16 luglio

“Air Transat nel corso degli ultimi 8 anni ha investito sull’Italia e continua a farlo, operando da aprile a ottobre un totale di 16 voli non stop a settimana Italia – Canada da 3 aeroporti Italiani: Roma-Venezia-Lamezia, che collegano l’Italia a Toronto e Montréal.
In particolare da Venezia, la Air Transat ha aggiunto quest’anno 1 volo per Toronto, l’aeroporto di Venezia è strategico per lo sviluppo dell’area nord est Italia e la catchment area della Slovenia e della Croazia.
I voli da Venezia sono diventati 4 nel 2014, 2 per Montréal e 2 per Toronto e hanno reso accessibile una meta da sogno come il Canada dell’Est.” – commenta Tiziana Della Serra, Sales & Marketing Director Air Transat Italia, Croazia e Slovenia.
“I plus di Air Transat sono i comodissimi voli diretti, le tariffe molto competitive, i bagagli in stiva di 30 Kg in classe economica, il prodotto Option Plus, cioè la possibilità di accedere ai servizi riservati alla Club stando seduti in economica pagando un piccolo supplemento, il comfort, la sicurezza e i viaggi di qualità . Volare in Canada non è mai stato così facile e accessibile.
I posti totali disponibili da Venezia per il Canada sono 22.660. Il totale dei posti offerti da Air Transat nel 2014 dall’Italia verso il Canada è 103.145, circa il 6% in più rispetto al 2013.
La stagione è iniziata molto bene da Roma e ci aspettiamo lo stesso trend positivo da Venezia“. – aggiunge Della Serra.
Air Transat prosegue gli investimenti sul prodotto, sia con il rinnovo di tutti gli Airbus A330 in flotta, che verrà ultimato entro la fine del 2014 e che ha previsto un budget di $ 4.000.000 di dollari ad aeromobile, sia ottenendo certificazioni di sicurezza riconosciute a livello internazionale, rinnovando la certificazione IOSA, secondo la nuova metodologia E-IOSA.
Un plus della compagnia è il servizio di Seat Selection: con una piccola fee si può sceglie in anticipo il posto bordo prenotando tramite Rephouse, GSA del vettore.
Per prenotare i voli Air Transat, e tutti i servizi offerti dalla compagnia, è possibile rivolgersi a Rephouse GSA, chiamando il numero dedicato 06 59606512 o scrivendo all’indirizzo airtransat@rephouse.it .

L’Airbus A350 XWB MSN3 porta a termine i test a temperature estreme in Canada

L’Airbus A350 XWB MSN3 adibito ai test, insieme a un team di 48 esperti di Airbus, ha completato con successo i test effettuati a temperature estreme a Iqaluit, in Canada, dove la temperatura ha raggiunto i -28°C. I test avevano come scopo quello di verificare il comportamento dell’aeromobile in una serie di condizioni quali l’accensione dell’APU e dei motori dopo il decollo, la verifica del sistema di bordo, il rullaggio a bassa velocità e l’RTO, il decollo abortito. Come da programma, l’A350 XWB MSN3 ha anche eseguito un breve volo locale.
Quest’ultima fase del programma di sviluppo e test dell’aeromobile è avvenuta pochi giorni dopo che l’MSN3 ha completato i test ad alta quota in Bolivia. Dal primo volo dell’Airbus A350 XWB MSN1 avvenuto lo scorso 14 giugno 2013, l’MSN1 e l’MSN3 hanno portato a termine oltre 900 ore di prove di volo in quasi 200 test di volo. Con una flotta di 5 aeromobili adibiti ai test, la campagna test di volo dell’A350 XWB accumulerà complessivamente circa 2.500 ore di volo. Questa rigorosa serie di test di volo porterà l’A350-900 al conseguimento della certificazione EASA e FAA, prima dell’entrata in servizio prevista per il quarto trimestre del 2014.

La Turchia posticipa l’ordine per i primi due F-35

La Turchia posticipa l’ordine dei primi due F-35. Dopo la riapertura delle gare per la scelta del fighter in Danimarca e Canada, adesso anche la Turchia mostra perplessità sull’F-35, specie sui costi, e rinvia l’impegno d’acquisto a data da destinarsi. A darne comunicazione il turkish undersecretariat for defense industries (SSM), l’organismo incaricato delle acquisizioni militari, a seguito di un incontro tra il primo ministro, il ministro della difesa e il capo di stato maggiore della difesa. «La Turchia ” fa sapere l’SSM ” continuerà le attività nell’ambito del programma JSF, di cui intende acquisirne 100 esemplari nella versione A». Alla base della scelta ci sarebbero le capacità tecniche del velivolo «non ancora giunte al livello desiderato» e l’aumento dei costi

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner