Articoli marcati con tag ‘cancellazioni’

Francia: 6-10 marzo, sciopero controllori traffico aereo. Cancellazioni

Incrociano le braccia i controllori del traffico aereo francesi aderenti ai sindacati Unsa-Icna, da oggi al 10 marzo. Cinque giorni di sciopero che provocheranno la cancellazione dal 25 al 33% dei collegamenti aerei verso sud ed ovest del Paese, sia in arrivo che in partenza. Nello specifico è interessato il personale impiegato nei centri di navigazione aerea (Acc) di Brest e di Bordeaux. Ma l’agitazione è estesa anche a quelli di Aix-en-Provence dal 7 al 9 sempre di questo mese.
Dgac, Direzione generale dell’aviazione civile d’Oltralpe ha chiesto alle aviolinee di ridurre il loro programma di voli -secondo il flusso controllato dalle rimanenti Acc non interessate dallo sciopero-, del 25% quelli che servono o attraversano il sud del Paese, e del 33% quelli diretti ad occidente.
Particolari disagi dunque si prevedono per quelle tratte aventi destinazione-partenza gli aeroporti di Parigi (Roissy-”Charles de Gaulle” e Orly), e da/verso Beauvais. Ugualmente interessati gli scali del sud e dell’ovest della Nazione.
Come di consueto Dgac invita i passeggeri a consultare la propria compagnia sullo stato del volo, prima di recarsi in aeroporto

Trenitalia Regionale, primo quadrimestre 2016 puntualità al 91,6%, cancellazioni meno dell’1%

Si chiude con un bilancio positivo il primo quadrimestre per Trenitalia Regionale: puntualità reale al 91,6%, cancellazioni ridotte a 0,9%, il 60% in meno di solo due anni fa; aumento dello 0,87% dei passeggeri; indici di gradimento in crescita con il 78,3% degli intervistati che valuta positivamente il viaggio nel suo complesso (+3,8 vs 2015 e +4 vs 2014).

Nel primi quattro mesi del 2016, hanno viaggiato in tutta Italia 649.131 treni regionali Trenitalia, che hanno percorso 52,3 milioni di chilometri con una media di 52 cancellazioni, di cui solo 23 imputabili alla società di trasporto, a fronte di 6.300 corse giornaliere.

Sul fronte della puntualità: la media generale dei treni arrivati entro i 5 minuti raggiunge il 91,6%, contro il 90% del primo quadrimestre 2015 e 86,3% del 2014; nella fascia 6-10 il 93% dei treni è arrivato a destinazione entro i 5 minuti dall’orario previsto,  contro l’91% dello stesso periodo del 2015 e l’87,4% del 2014; nella fascia pomeridiana 16-20 la puntualità è stata del 91%, contro l’89,7% del 2015 e l’85,5% del 2014.

Si tratta di puntualità reale, senza quindi escludere dalla statistica alcun ritardo, in sostanza quella effettivamente vissuta dai viaggiatori.

Il miglioramento riguarda tutte le regioni, tra le performance più significative, quelle registrate in Lazio, Toscana, Campania, Piemonte, Basilicata, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia.

Migliora in tutte le regioni, in particolare in Piemonte, Lazio, Toscana, Veneto, Emilia Romagna, Abruzzo, Marche, Friuli Venezia Giulia e Basilicata, anche la regolarità del servizio, con una netta contrazione del numero delle cancellazioni (- 35% vs 2015 e – 60% vs 2014).

Positivo anche il confronto con le medie europee.

A marzo 2016 i regionali di Trenitalia hanno toccato il 92% di puntualità, in Francia i regionali di SNCF il 91,8%.

Lo 0,9% di cancellazioni si confronta con una media di 1,8% registrata in Francia da SNCF e con valori compresi fra 1,6% a 3% dei franchise dei principali servizi ferroviari regionali in Gran Bretagna.

ALBO AUTOTRASPORTO: UN ESEMPIO DI COME L’AMMINISTRAZIONE PUBBLICA RIESCE A COMPLICARE INUTILMENTE LA VITA DEGLI IMPRENDITORI ANCHE PER PAGARE UNA TASSA D’ISCRIZIONE

Prendiamo atto che a tutt’oggi, e da un paio di anni, il Ministero dei Trasporti non riesce a fare funzionare una banale procedura elettronica a fronte di una sua stessa determina che rende obbligatorio ed esclusivo il pagamento on line delle quote d’iscrizione all’Albo da parte delle imprese che esercitano l’attività di autotrasporto in conto terzi. Ad imprenditori che sono oberati, quotidianamente, da mille intralci burocratici di certo non serviva l’ennesima inefficienza. Il rischio è che le aziende si vedano cancellate dall’Albo per non avere adempiuto all’obbligo di versamento nei termini previsti (31.12.2014) per una incapacità dell’Amministrazione nel gestire correttamente ed efficacemente il portale on line www.ilportaledellautomobilista.it che è l’unico strumento attraverso il quale le imprese sono tenute a versare le quote annuali per rinnovare l’iscrizione all’Albo. Diverse le anomalie riscontrate come per esempio la difficoltà a registrarsi e conseguentemente l’incapacità di gestire la propria posizione, oppure l’impossibilità di modificare, aggiornandolo, l’importo richiesto per la quota d’iscrizione annuale. CNA-Fita aveva chiesto una proroga per i termini di pagamento che, stando alle comunicazioni del Ministero, sarebbe dovuta arrivare con il Decreto Milleproroghe approvato nei giorni scorsi ma di cui non vi è traccia.

A questo punto, essendo a ridosso della scadenza, richiediamo nuovamente la proroga dei termini di pagamento con la procedura parallela del pagamento cartaceo e con bonifico bancario e domandiamo inoltre che venga consentito il pagamento multiplo per gruppi di imprese.

Ecco un esempio di come ogni giorno l’Amministrazione riesce a complicare la vita di migliaia di imprenditori a caro prezzo.

Nube vulcanica, vademecum per i passeggeri sul sito Enac

L'Enac ha pubblicato sul proprio sito i diritti dei passeggeri in caso di eventi eccezionali

Per consentire ai passeggeri di affrontare preparati i disagi al traffico aereo che la nube islandese potrebbe determinare, l’Enac ha diffuso attraverso il sito www.enac.gov.it i diritti che li tutelano nelle circostanze eccezionali.

Ecco alcuni consigli utili. Prima di recarsi in aeroporto, accertarsi che il volo sia regolarmente operato. In caso di cancellazione, si ha diritto al rimborso del biglietto o al trasferimento verso la meta finale il prima possibile, anche con mezzi diversi; mentre se il ritardo del volo supera le 5 ore si potrà rinunciare al volo e farsi rimborsare il biglietto. Nel caso di ritardi in aeroporti dell’Ue, si avrà poi diritto all’assistenza da parte della compagnia aerea: pasti e bevande e, se necessario, pernottamento. Se infine il disagio è provocato da un evento al di fuori del controllo della compagnia aerea, come la nube vulcanica, non si ha diritto a compensazione pecuniaria ma al rimborso, al trasferimento verso la destinazione finale e all’assistenza.  

Ulteriori informazioni sulla home page dell’Enac.

Woytila beato, chiusi aeroporti di Roma Ciampino e Urbe. Ritardi e cancellazioni

Interdetto il traffico aereo sul Vaticano

In occasione della beatificazione di Papa Giovanni Paolo II, domenica 1° maggio, il traffico aereo su Roma subirà alcune limitazioni per buona parte della giornata. Chiuso l’aeroporto di Roma Urbe tra le 5 del mattino e le 4 del pomeriggio del 1° maggio.

Nella stessa fascia oraria sarà interdetto lo spazio aereo sopra la Città del Vaticano per un raggio di 10 miglia (circa 18 km), compresi alianti, velivoli da diporto o sportivo, aerostati e palloni liberi, lanci di paracadutisti e di materiale, voli di addestramento, voli acrobatici, voli a scopo agricolo, voli per il controllo del territorio, voli con traino pubblicitario.

L’aeroporto di Roma Ciampino, invece, rimarrà chiuso dalle 13 alle 17 a tutto il traffico civile. Sono previsti dunque ritardi e cancellazioni di voli commerciali da e per il secondo scalo romano. L’Enac invita i passeggeri a contattare in anticipo la compagnia aerea di riferimento. L’aeroporto di Fiumicino non subirà nessuna limitazione.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner