Articoli marcati con tag ‘cappellacci’

Tassa sulle barche, la rivolta parte dalla Sardegna

Yacht tassati

Parte dalla Sardegna la rivolta contro la tassa sulle imbarcazioni di lusso contenuta dalla “manovra Monti”. Alfiere della protesta lo stesso governatore Ugo Cappellacci, che ha scritto agli altri presidenti delle Regioni che si affacciano sul Mediterraneo proponendo “un’azione comune sia in sede politica sia in sede giurisdizionale per scongiurare gli effetti della norma”.

Secondo Cappellacci, che chiede agli altri governatori la disponibilità per un incontro a margine della prossima conferenza delle Regioni, “le disposizioni contenute nella manovra varata dal governo riguardanti la cosiddetta ‘tassa di stazionamento’, rischiano di causare un grave pregiudizio all’economia nazionale, sul fronte del turismo, ma anche della cantieristica navale, e in particolare a quella delle Regioni che si affacciano sul mare. Contemporaneamente tale norma – sottolinea ancora il presidente della Sardegna – individuando come riferimento lo stazionamento, la navigazione e l’ancoraggio, di fatto sortirebbe l’effetto di rendere meno competitive le nostre destinazioni portuali e, pertanto, determinerebbe un vantaggio indebito a favore degli altri Paesi del Mediterraneo, come già accaduto in passato”.

Sardegna, la Regione pronta a entrare nella gestione degli scali

L'aeroporto di Olbia

La Regione Sardegna sarebbe pronta a entrare nella gestione degli aeroporti sardi. Secondo alcune indiscrezioni della stampa locale, la Regione avrebbe già sottoscritto un accordo preliminare con il presidente del fondo Akfed, il principe Karim Aga Khan, che controlla Meridiana spa (e dunque anche la società di gestione dell’aeroporto di Olbia, la Geasar). L’ente pubblico potrebbe investire nell’operazione 30-40 milioni di euro per partecipare alla società di gestione con il 15-20% del pacchetto azionario.

L’accordo con l’Aga Kha è stato smentito dal governatore Ugo Cappellacci, che ha comunque confermato la necessità di approvare un piano di rilancio degli scali regionali. La decisione, però, dovrà necessariamente passare dal “parlamentino” di Cagliari. “L’abitudine di certo management di Meridiana – ha detto Cappellacci – di parlare a sproposito sia in termini di prospettive industriali che di strategie di sistema impone una seria riflessione affinché simili maldestre sortite non rappresentino un ostacolo alla realizzazione di un percorso ancora tutto da costruire”.

Saremar, da ottobre tornano i collegamenti con la Toscana

Ora si punta sul trasporto merci

Dopo una pausa di una decina di giorni per manutenzione, la “flotta sarda” tornerà a solcare il mar Tirreno, da ottobre, direzione Toscana. Ad annunciarlo è stato il governatore della Sardegna Ugo Cappellacci, che ha dato mandato alla Saremar di verificare quali potrebbero essere le linee e gli orari preferibili, da effettuare semore rigorosamente low cost. L’obiettivo è puntato soprattutto sul trasporto merci.

L’ipotesi che va per la maggiore è quella di collegare la Sardegna con la Toscana attraverso un collegamento da Olbia o Porto Torres a Livorno con un solo traghetto in servizio, oppure da Cagliari a Piombino con due traghetti. Questo schema dovrebbe andare avanti dal 1° ottobre al 15 maggio dell’anno prossimo, quando torneranno in vigore gli orari e le tratte estive. Per l’estate prossima è dato quasi per certo l’incremento di 5 traghetti. “Abbiamo restituito ai sardi – commenta l’assessore regionale ai Trasporti Christian Solinas – l’orgoglio di dire che non siamo più disposti a subire supinamente un cartello armatoriale o della Stato. Sappiamo fare da soli e farlo bene”.

Tirrenia, il governatore della Sardegna fa appello all’Ue

Ugo Cappellacci

Ugo Cappellacci fa appello all’Unione europea per la vicenda Tirrenia. E minaccia un ricorso a settembre. Il presidente della Regione Sardegna, infatti, ha già inoltrato una segnalazione alla Commissione europea sulla presunta violazione di norme europee nella cessione della compagnia di navigazione ai privati. Il ricorso vero e proprio, invece, arriverà i primi di settembre.

“La Regione Sardegna – ha spiegato Cappellacci – ritiene che la Convenzione Tirrenia e il relativo contratto di servizio (il quale prevede il conferimento di risorse finanziarie ingenti pari a 72,6 milioni di euro annui da parte dello Stato) ha avuto una durata particolarmente lunga”. Secondo Cappellacci, infatti, “i contratti di servizio pubblico, stipulati dalle imprese del Gruppo Tirrenia hanno avuto durata ventennale e sarebbero fisiologicamente dovuti scadere il 31 dicembre 2008. Invece – ha spiegato – con la Convenzione attuale andranno a scadere nel 2019. La Regione è titolare a tutti gli effetti delle funzioni della continuità territoriale – ha concluso – e, a causa della vendita, per ulteriori otto anni, di fatto, vedrebbe pregiudicata la possibilità di esercitare le proprie prerogative”.

Sardegna, il governatore querela l’Ad di Moby

Il governatore sardo Ugo Cappellacci

E’ sempre più rovente il clima attorno ai trasporti marittimi da e per la Sardegna. Il presidente della Regione Ugo Cappellacci ha appena annunciato una querela nei confronti di Luigi Parente, amministratore delegato della Moby. “Ho dato mandato al mio legale affinché proceda con una querela”, commenta il governatore.

Motivo dello scontro la pagina pubblicitaria acquistata da Moby sulle pagine dei quotidiani sardi, con la quale lo stesso Parente attribuisce alla Regione, nella persona del direttore generale dell’assessorato ai trasporti Roberto Neroni e del presidente Cappellacci, la responsabilità delle “continue e illegittime proroghe” sul servizio notturno di trasporto assegnato alla Decomar per la tratta La Maddalena-Palau. “La Ras ha escluso la Enermar dalla gara – si legge nella pubblicità – che si è offerta di effettuare il servizio gratis”.

“Le somme che chiederemo come risarcimento danni – replica Cappellacci  saranno devolute alla Saremar per un ulteriore miglioramento dei servizi offerti dalla Scintu e dalla Dimonios”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner