Articoli marcati con tag ‘caremar’

Tirrenia, si allarga l’indagine Ue

Tirrenia, il caso sotto la lente Ue

Si allarga il raggio d’azione della Commissione europea, che indagherà sulla procedura di cessione della compagnia di navigazione Tirrenia a Cin. Obiettivo dell’operazione: capire se la compagnia sia stata svenduta a un prezzo inferiore a quello di mercato e se siano intervenuti aiuti di stato contravvenendo alle norme Ue, anche a partire da gennaio 2012.

L’indagine va avanti da ottobre dell’anno scorso e riguarda le misure di sostegno pubblico in favore di Tirrenia e le annesse compagnie regionali Caremar, Laziomar, Saremar, Siremar e Toremar, nonché dei loro acquirenti. L’Europa punta ora la lente sulle compensazioni erogate a diverse società per la gestione di alcune rotte. Allo stesso modo Bruxelles vuole verificare la compatibilità con le norme sugli aiuti di stato nella proroga degli aiuti riconosciuta a Tirrenia e Siremar al di la dei 6 mesi concordati con la Commissione europea a novembre 2010. Più in generale la Commissione esprime la sua preoccupazione per la possibilità che alcune condizioni imposte dalle autorità regionali nella privatizzazione delle società marittime possano aver ristretto in maniera anticompetitiva il numero dei partecipanti alle gare.

Capri, è rivolta contro il caro-aliscafi

Un'immagine della manifestazione

Rivolta plateale lo scorso finesettimana a Capri, contro l’aumento delle tariffe degli aliscafi e l’aumento dei biglietti agevolati per i residenti nei festivi. All’alba un migliaio di persone, soprattutto giovani, ha raggiunto il porto di Marina Grande e ha impedito l’attracco dell’aliscafo della Snav delle 8 con un doppio schieramento di barchette e altri natanti.

La scena si è ripetuta con un aliscafo proveniente da Sorrento. Entrambi i mezzi sono dovuti rientrare dopo inutili manovre. La manifestazione, organizzata da Autmare e Forum dei Giovani, ha visto la risposta in blocco degli abitanti di Capri e Anacapri, i due comuni dell’isola che insieme contano 11mila persone. I manifestanti hanno consentito l’accesso solo a un traghetto della Caremar, che non ha applicato gli aumenti.

I cittadini adesso chiedono un incontro urgente con presidente della Regione e assessore ai trasporti. Oltre al ripristino delle agevolazioni e alla revoca degli aumenti, i capresi chiedono l’apertura di un bando di gara europeo per dare vita a una vera concorrenza tra gli armatori del Golfo e una nuova regolamentazione delle concessioni del servizio marittimo.

Pienone a Ischia, turisti lasciati a terra dagli aliscafi

Il porto di Ischia

E’ scesa in campo anche l’Ue per avere chiarimenti sul sovraffollamento delle navi veloci che da Ischia portano a Napoli. Domenica scorsa sono stati di nuovo moltissimi i turisti lasciati a terra dagli aliscafi. Tutti esauriti, infatti, i posti a bordo delle due navi Caremar in partenza alle 17.15 per Napoli e alle 17.35 per Pozzuoli.

Turisti infuriati, anche se le proteste sono state più contenute rispetto alla scorsa settimana, quando dovette intervenire l’intero reparto della Mobile per mantenere l’ordine pubblico al porto di Ischia.

Secondo la versione fornita da Caremar, i biglietti per Napoli erano esauriti perché 290 posti erano stati riservati alle persone in attesa al porto di Procida. Nelle scorse settimane, su denuncia dell’associazione “Generazione Attiva”, di Andrea D’Ambra, è intervenuta in merito anche la direzione trasporti marittimi della Commissione Europea, chiedendo chiarimenti alle autorità italiane per il sovraffollamento a bordo di alcune navi veloci sulla linea Napoli-Ischia.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner