Articoli marcati con tag ‘castellammare di Stabia’

A Castellammare via alla costruzione della prua per nuova nave Carnival

E’ stato tagliata nello stabilimento Fincantieri di Castellammare di Stabia la prima lamiera del troncone di prua della nuova nave in via di costruzione per la Princess Cruises, brand del Gruppo Carnival. Si tratta di una nave gemella della “Majestic Princess”, attualmente in costruzione presso lo stabilimento di Monfalcone.

Il troncone, che ha un peso di circa 10.500 tonnellate e una lunghezza di oltre 130 metri, una volta ultimato verrà trasportato via mare, per essere assemblato al resto dell’unità in costruzione a Monfalcone. L’unità navale sarà consegnata alla Princess Cruises entro la fine del 2019, avrà una stazza di 145.000 tonnellate e potrà ospitare a bordo 4.250 passeggeri. La nave viene considerata un nuovo punto di riferimento tecnologico a livello europeo e mondiale per il lay-out innovativo, le elevatissime performance e l’alta qualità di soluzioni tecniche d’avanguardia. Il lavoro di costruzione della nave consolida ulteriormente la storica partnership di Fincantieri con il Gruppo Carnival, primo operatore al mondo del settore crocieristico. Fincantieri ha costruito infatti dal 1990 ad oggi 74 navi da crociera, e altre 27 unità sono in costruzione o di prossima realizzazione negli stabilimento del Gruppo.

Fincantieri firma l’accordo con gli operai anche a Castellammare

I lavoratori della Fincantieri di Castellammare di Stabia (Napoli) hanno aderito all’accordo sul nuovo orario di lavoro firmato dai sindacati Fiom, Fim, Uilm e Ugl il primo febbraio scorso. I delegati provinciali e regionali sono soddisfatti del successo decretato dal referendum in azienda. A scegliere il ”si”’ sono stati 320 lavoratori sui 608 complessivi. Hanno votato 482 tute blu (tra loro quasi la meta’ in cassa integrazione), i ‘no’ sono stati 156. Sei schede sono risultate nulle; 105 dipendenti non sono andati a votare.

La percentuale dei si’, quindi è stata del 66 per cento. Il piano lavoro prevede un calo di eccedenze da 290 a 230 (sugli attuali 613 esuberi dei quali nessuno sara’ licenziato), ma anche una piu’ spinta flessibilita’ dell’orario di lavoro, in vista di una commessa che assicura la sopravvivenza del cantiere di Castellammare di Stabia con la realizzazione del traghetto della canadese Societe’ des traversiers du Quebec (STQ).

Con l’orario ”plurisettimanale” e l’internalizzazione di tutte quelle attivita’ un tempo affidate all’indotto, aumenta nel Cantiere di Castellammare di Stabia la competitivita’ richiesta dall’azienda di Trieste. Soddisfatti, percio’ i sindacati che, come afferma Giovanni Sgambati, segretario generale Uilm Campania, ”mette il cantiere in salvo”, mentre Giuseppe Terracciano, segretario provinciale Fim Napoli, chiede ora alla politica di ”investire in questa realta’, che ha dimostrato di avere a cuore il lavoro”.

Cgil e Fiom, tramite i segretari generali Franco Tavella e Andrea Amendola, ribadiscono che ”vale il referendum, ma gli accordi in azienda devono passare per le rsu”. Infine una osservazione viene da un operaio della Fiat di Pomigliano d’Arco, Gerardo Giannone, che ricorda come, per un contratto in Fiat meno ”pesante” di quello in Fincantieri la Fiom si sia impuntata a non votare, mentre ”ora si siede ai tavoli senza storie e firma tutto”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner