Articoli marcati con tag ‘ceccobao’

Crisi, Blu Navy abbandona l’Arcipelago toscano

Un traghetto Blu Navy

Blu Navy si ritira dall’Arcipelago toscano. Alla base della sofferta decisione le difficoltà economiche della compagnia di navigazione. “Siamo già al lavoro – commenta l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao – per garantire la riorganizzazione delle corse affinché non vengano a mancare qualità e quantità nei collegamenti tra la terraferma e le isole”.

Il servizio era stato autorizzato a Blu Navy fino al 31 dicembre 2012. “Faremo di tutto – ha aggiunto l’assessore Ceccobao – per fronteggiare la situazione e cercheremo soluzioni concrete per garantire la continuità territoriale. Lavoreremo assieme agli enti locali, all’Autorità portuale e all’Osservatorio per il trasporto marittimo. Già la prossima settimana sarò all’Elba per confrontarmi con le istituzioni e il territorio”.

Toscana, mezzi pubblici più salati dall’anno prossimo

Bus più cari in Toscana

Sale del 15-20% il prezzo del biglietto del tpl toscano. La causa? I minori trasferimenti statali. Lo ha annunciato l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao, presentando l’accordo raggiunto con Province  e Comuni, che, insieme alla Regione, garantiranno 195 milioni di euro per i servizi. Il Governo, invece, non ha ancora stabilito le risorse da erogare per il 2012 e gli anni successivi.

L’accordo garantisce una rete di 100 milioni di km, a fronte di una rete attuale di 105 milioni di km, e garantisce risorse per l’acquisto di mille nuovi bus (270 mln di euro stanziati dalla Regione). Ci sarà un biglietto unico a tariffa integrata per autobus, tram, treni e traghetti. Nelle aree a domanda ‘debole’, come le zone di montagna, è prevista l’istituzione di servizi flessibili gestiti dalle amministrazioni locali. Per quanto riguarda il prossimo bando di gara per l’assegnazione del servizio, Ceccobao ha ribadito che dovrà presentarsi un’azienda unica, auspicando un’intesa fra le attuali aziende toscane di trasporto. Rassicurazioni per il personale giungono dalla “clausola sociale”, inserita nel bando di gara affinché il personale attuale sia trasferito al nuovo soggetto gestore.

La Toscana investe 8 milioni in nuovi bus

Nuovi bus in arrivo

Otto milioni di euro per bus elettrici, a metano, gpl o gasolio. E’ l’investimento fatto dalla Regione Toscana, grazie allo sfruttamento di fondi del Ministero per l’ambiente, per contribuire al rinnovo del parco dei mezzi pubblici e all’abbassamento delle emissioni inquinanti.

“Troppi dei problemi del tpl toscano – dichiara l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao – a partire dall’inquinamento fino al comfort di viaggio ed ai guasti che compromettono la puntualità e l’affidabilità del servizio, dipendono dall’età troppo avanzata dei mezzi usati”.
“Questo è un primo passo – continua – ma non resterà isolato, dato che anche nel bando della gara per l’assegnazione del servizio di tpl in Toscana il rinnovo del parco mezzi avrà grande importanza e vi saranno destinati almeno 30 milioni all’anno per 9 anni”.

Da Firenze a Prato in 15 minuti, si amplia la rete dei Regiostar

La stazione di Prato

Da Firenze a Prato (e viceversa) in 15 minuti. Dopo i treni veloci per Pisa, Siena e Arezzo, la rete dei Regiostar toscani si amplia verso il capoluogo del tessile in Toscana. A partire da lunedì prossimo, 12 dicembre, con l’avvio dell’orario invernale, i pendolari pratesi avranno a disposizione una coppia di treni senza fermate intermedie, il che consentirà loro di raggiungere Firenze nella metà del tempo.

I due treni si aggiungeranno all’offerta già presente, senza nulla togliere a quelli “lenti”, che fermano in più stazioni. Il primo Regiostar partirà da Prato alle 7.16 ed arriverà a Firenze alle 7.33. Il treno del rientro, invece, partirà da Firenze alle 17.56  e arriverà a Prato alle 18.10.

Il progetto dei treni veloci Regiostar ha preso l’avvio un anno fa sulla tratta Firenze-Pisa-Pisa aeroporto (con 6 coppie di treni al giorno) e sulla Firenze-Arezzo-Chiusi (una coppia) per poi proseguire sulla Firenze-Pisa-Grosseto (una coppia), dal prossimo orario sarà la volta di Pistoia, Prato e Siena. Prossimamente toccherà a Lucca “avvicinarsi” al capoluogo toscano.

Da Siena a Firenze in un’ora, si amplia la rete del Regiostar

Firenze e Siena sono più vicine

La rete dei Regiostar, i treni veloci intraregionali toscani, si amplia: dal 12 dicembre saranno introdotto due coppie di treni veloci sulle linee Siena-Chiusi e Firenze-Siena. In più ci sarà un altro convoglio dedicato alla sola Valdelsa, tra Firenze e Poggibonsi.

“I Regiostar, con partenza alle 6.29 da Siena e rientro alle 18.40 da Firenze, garantiranno lo spostamento tra le due città in un’ora e otto minuti – ha spiegato l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao -, quasi un terzo in meno rispetto alla media del collegamento tra Firenze e Siena, che diventa due ore e 35 minuti tra Firenze e Grosseto”. La distanza ferroviaria tra Siena e Firenze è di 100 chilometri. Oltre alla fermata intermedia a Rifredi, gli orari agevoleranno anche un collegamento più agevole tra Siena e l’alta velocità nazionale a Santa Maria Novella: per arrivare a Milano ci vorranno tre ore e sedici minuti. Il treno non fermerà in Valdelsa, dove sarà però inserito un nuovo treno, con partenza alle 6.54 da Poggibonsi e arrivo alle 7.52 a Firenze, con fermate a Certaldo, Castelfiorentino, Empoli e Firenze Rifredi. Impiegheranno invece un’ora e cinque minuti, circa venti minuti in meno della media attuale, i treni della tratta Siena-Chiusi con partenza alle 6.45 da Chiusi e alle 17.43 da Siena, con fermate intermedie a Torrita, Sinalunga e Asciano.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner