Articoli marcati con tag ‘Centro ricerche continental’

A maggio continua il calo delle emissioni di CO2 da benzina e gasolio per autotrazione (-2,7%)

A maggio 2014 le emissioni di CO2 provenienti dall'uso di benzina e gasolio
per autotrazione nel nostro Paese sono calate di 226.769 tonnellate rispetto allo
stesso mese dello scorso anno, che corrispondono al 2,7% in meno. Le emissioni di
CO2 derivate dall'uso di benzina sono diminuite di 79.800 tonnellate (-3,6%),
mentre quelle derivate dall'uso di gasolio hanno avuto una diminuzione di
146.969 tonnellate (-2,4%).

Questi dati emergono da un'elaborazione del Centro Ricerche Continental
Autocarro su dati del Ministero dello Sviluppo Economico.

"Il calo registrato a maggio segue quelli di marzo ed aprile "; dichiara
Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental CVT- e deriva dalla
diminuzione dei consumi di carburanti. Nel corso dei primi cinque mesi del 2014
c'è stato un decremento delle emissioni di CO2 di 770.853 tonnellate, che
corrispondono al 2% in meno rispetto allo scorso anno. Sembrerebbe quindi che si
possa parlare di una tendenza al calo delle emissioni".

In calo dal 2011 il traffico di veicoli pesanti in Italia

Come mostra la tabella, realizzata dal Centro Ricerche Continental Autocarro su dati Aiscat, il traffico di veicoli pesanti sulle autostrade italiane è stato in crescita costante fino al 2008, anno in cui ha subito un primo stop con un calo del 2,08%; è stato, però, nel 2009 che si è verificata la diminuzione maggiore (-7,27%). Da allora non vi è stata una vera e propria risalita, e il livello record raggiunto nel 2007 (20,22 miliardi di chilometri percorsi dai veicoli pesanti sulle autostrade italiane) è ancora molto lontano dai livelli raggiunti nel 2010 e nel 2011.

“Nel 2011 i chilometri totali percorsi sulle autostrade italiane da automobili ed autocarri – mette in evidenza Daniel Gainza, Direttore Commerciale di Continental CVT – sono diminuiti dell’1,1% rispetto al 2010. Il calo rilevato nel 2011, poi, è continuato anche nei primi mesi del 2012. Infatti nel primo trimestre di quest’anno i chilometri percorsi dai veicoli leggeri sulle autostrade italiane sono calati dell’8,2% ed i chilometri percorsi dai veicoli pesanti sulle autostrade italiane sono diminuiti del 7% rispetto allo stesso periodo del 2011. Considerando che il trasporto stradale è la modalità prevalente con cui le merci vengono spostate nel nostro Paese, questo è un segnale molto indicativo dell’andamento dell’intera economia. Ci auguriamo il ritorno ad un fase di investimento che favorisca la ripresa”.

Gli autocarri pesanti al +18,8 per cento nel 2011

Crescono quasi del 20 per cento le vendite di autocarri pesanti nel 2011 in Italia

Nel 2011 in Italia, secondo i dati Acea rielaborati dal Centro Ricerche Continental Autocarro, le immatricolazioni di autocarri pesanti (e cioè con peso di 16 tonnellate e oltre) sono cresciute del 18,8% rispetto al 2010. Sempre secondo i dati Acea nello scorso anno le immatricolazioni di autobus e pullman sono aumentate del 33,3% rispetto al 2010.

Per quanto riguarda in particolare le immatricolazioni degli autocarri pesanti il Centro Ricerche Continental Autocarro sottolinea che la crescita del mercato italiano nel 2011, pur essendo certamente significativa, è avvenuta con un tasso più contenuto rispetto a quello evidenziato dai dati dell’intera Unione Europea, che è del 36% (e quindi circa il doppio di quello italiano). La situazione è radicalmente diversa per quel che riguarda gli autobus: infatti in questo caso la crescita delle immatricolazioni italiane si rivela in controtendenza rispetto a quanto emerge considerando tutti i Paesi che fanno parte dell’Unione Europea; in questo ambito territoriale vi è stato infatti un calo delle immatricolazioni dello 0,7%.

Ottobre, calano emissioni di CO2 da uso di benzina

Il calo è del 5,4% rispetto a ottobre 2010.

Nel mese di ottobre le emissioni di CO2 provenienti dall’uso di benzina per autotrazione sono calate del 5,4% rispetto allo stesso mese del 2010. Sempre a ottobre sono diminuite anche le emissioni di CO2 da gasolio (-1,3%). Complessivamente, c’è stato un calo delle emissioni di 230.000 tonnellate, il 2,4% in meno rispetto allo scorso ottobre.

Secondo le elaborazioni del Centro Ricerche Continental Autocarro, nei primi dieci mesi del 2011 la quantità di CO2 proveniente dall’uso di benzina si è ridotta di quasi 1 milione e mezzo di tonnellate rispetto allo stesso periodo del 2010, mentre le emissioni provenienti dal gasolio sono aumentate di quasi mezzo milione di tonnellate. Rispetto ai primi dieci mesi del 2010, quindi, il calo è stato dell’1,1%, pari a poco più di 1 milione di tonnellate.

Autocarri pesanti, aumento immatricolazioni a settembre

Crescita dello 0,9% a settembre rispetto al 2010.

Crescita dello 0,9% a settembre per le immatricolazioni di autocarri pesanti, cioè con peso da 16 tonnellate in poi. Nei primi nove mesi del 2011, poi, l’aumento è del 12,3% rispetto allo stesso periodo del 2010. Lo riferisce il Centro Ricerche Continental Autocarro, in base alla rielaborazione di dati Acea, sottolineando che però il tasso di crescita rilevato in Italia a settembre è uno dei più bassi tra i Paesi dell’Unione Europea: hanno fatto peggio solo Grecia e Portogallo.

“Le indicazioni che provengono dall’andamento delle immatricolazioni di autocarri pesanti –spiega Daniel Gainza, Direttore Commerciale di Continental CVT – rispecchiano appieno l’andamento attuale dell’economia italiana, caratterizzata da una fase di incertezza che frena gli investimenti delle aziende causando quindi un rallentamento del ricambio nel parco di autocarri circolanti nel nostro Paese”.

Emissioni di CO2, a settembre 100mila tonnellate in meno

Il calo è dell'1,1% rispetto allo stesso mese del 2010.

A settembre le emissioni di CO2 da uso di benzina e gasolio per autotrazione sono calate dell’1,1% rispetto allo stesso mese del 2010, per un totale di 109.113 tonnellate in meno. Se poi si considerano i primi nove mesi del 2011, la diminuzione delle emissioni raggiunge quasi le 800.000 tonnellate (-0,9% su base annua). Lo rivela il Centro Ricerche Continental Autocarro sulla base di elaborazioni di dati del Ministero dello Sviluppo Economico.

Nello specifico, mentre le emissioni da uso di benzina per autotrazione sono calate del 5,1% rispetto a settembre 2010 e del 5,6% nei primi nove mesi dell’anno, per il gasolio si è registrato un aumento delle emissioni dello 0,4% su base annua che nei primi nove mesi del 2011 è salita all’1%.

Crescono le immatricolazioni di autocarri pesanti

Da gennaio ad agosto 2011 hanno registrato +13,9%.

Da gennaio ad agosto del 2011, in Italia, le immatricolazioni di autocarri pesanti (dalle 16 tonnellate in poi) sono cresciute del 13,9% rispetto ai primi otto mesi del 2010. Lo rivela una rielaborazione di dati Acea effettuata dal Centro Ricerche Continental Autocarro.

Il tasso di crescita – sottolinea il Centro Ricerche – è però ben al di sotto della percentuale di incremento europea, che è +49,4%. Nella classifica, il maggiore aumento di immatricolazioni si registra nei Paesi dell’Europa orientale entrati da poco nell’Unione Europea. Mentre, tra i membri di lungo corso, solo la Grecia (-54,7%) fa peggio dell’Italia.

Questa situazione rallenta “il ricambio strutturale del parco circolante nel nostro Paese – sottolinea Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental CVT – con evidenti ricadute negative anche per quanto riguarda le emissioni nocive dei mezzi utilizzati e la sicurezza della circolazione”.

Emissioni, calo dello 0,9% negli ultimi 8 mesi

672.054 tonnellate in meno di emissioni rispetto al 2010.

Dal gennaio all’agosto 2011 le emissioni di CO2 da benzina e gasolio per autotrazione sono calate dello 0,9% rispetto allo stesso periodo del 2010. Si parla di un totale di 672.054 tonnellate in meno secondo un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro effettuata su dati del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il calo della CO2 deriva principalmente dalla diminuzione delle emissioni legate all’uso di benzina per autotrazione, compensata parzialmente dall’aumento delle emissioni da gasolio. L’andamento delle emissioni mostra un calo dei consumi di carburante a luglio (-7,6%), più accentuato per la benzina che per il gasolio, seguito da un aumento dei consumi ad agosto (2,8%), che deriva da un piccolo calo della benzina ampiamente compensato dall’aumento del gasolio.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner