Articoli marcati con tag ‘Chrysler’

Premium strategy

I dati di chiusura del mercato automobilistico 2013 sono stati travolti dall’annuncio dell’accordo Fiat-Chrysler che sarà certamente il liet-motiv del Salone di Detroit che inizia oggi e dunque poco analizzati distratti da un panettone ed una bottiglia di champagne.

Se guardiamo al mercato Italia, piccolo riflesso del mondo, il dato vero è la crescita lenta ma inarrestabile dell’ibrido: 15.000 auto vendute, + 118,44% e una quota di mercato dell’1,6%.

Un dato allineato a quanto accade nel mercato USA dove le ibride plug-in vendute sono state 49.000 unità a cui aggiungere le 47.600 elettriche.

Numeri ancora piccoli si dirà ma, come ricorda Totò, è la somma che fa il totale e così in 16 anni le ibride vendute sono oltre 6.500.000 con un colpo di acceleratore negli ultimi 3 anni.

Nessuna sorpresa, già a marzo a Ginevra si era vista l’esplosione di modelli che usavano questa trazione ma certo che a guardarlo con l’ottica del mercato italiano in flessione da 27 mesi questo dato controcorrente deve porre una riflessione a chi queste tecnologie sembra considerarle poco.

Da tecnologia ingegneristica a cool trend il 2014 dell'ibrido plug-in

Facile qui ricollegarsi a Fiat-Chrysler e al dichiarato obiettivo di far diventare i marchi “Premium”.

Credo si possa affermare senza tema di smentita che ibrido, elettrico e range extended sono le tecnologie cool del momento su cui i brand Premium stanno investendo e acquisendo visibilità. Caso da scuola Tesla: benchè ultimo arrivato è il brand cult del mondo elettrico; certo essere costruiti nella Silicon Valley anziché a Grugliasco aiuta non poco l’immaginario collettivo, ma il metano è davvero poco trendy!

Divenire Premium significa anche essere presenti su tecnologie evolute, costose ma in grado di sedurre una clientela che vive il prezzo come un costo per acquisire un’esperienza diversa e differenziarsi esaltando il valore ontologico dell’appartenenza ad una tecnologia capace di creare divario e quindi di valorizzare chi la sceglie.

Se la leggenda di Alfa Romeo si è costruita sulle piste e sulla velocità nel XIX secolo, il mito potrà riprodursi solo ingaggiando la sfida tecnologica.

Metano bye bye!

ACI: ACCORDO FIAT-CHRYSLER ECCEZIONALE OPPORTUNITA’ PER L’ITALIA

L’economia italiana – non solo il comparto dell’automobile – saluta con soddisfazione l’accordo che garantisce a FIAT il controllo del 100% della Chrysler. Si tratta di un’eccezionale opportunità per il nostro Paese, l’inizio di una fase nuova nei rapporti industriali. ” Con queste parole il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani commenta l’acquisizione da parte della industria italiana del colosso di Detroit.
“L’aquisizione dell’intero pacchetto azionario della casa USA – continua Sticchi Damiani – non solo conferma la bontà e la tenuta del sistema industriale italiano, da sempre portatore di eccellenze e riconosciuto nel mondo – ma rappresenta anche una opportunità eccezionale per l’intera filiera dell’auto. Penso ai vantaggi che potranno derivare sia per il marchio FIAT che per Alfa Romeo e Maserati – storici portabandiera del Made in Italy – ma piu’ in generale a tutto il settore che riceverà da questo impegno della casa torinese un nuovo, fondamentale, slancio per uscire dalle sabbie della crisi e avviare una rinnovata fase di crescita.”.
“In particolare – conclude Sticchi Damiani – il piano degli investimenti che prevede Fiat per il nostro Paese – altro passaggio fondamentale per lo sviluppo futuro del settore – non potrà che rafforzarsi, grazie a questo accordo, con ricadute positive su tutto il sistema economico italiano in generale e su quello dell’automotive in particolare. “.

Fiat fa il pieno in Brasile: 14mila veicoli al giorno

Fiat vola in Brasile

Decolla il mercato dell’auto in Brasile, grazie agli incentivi fiscali approvati dalla “presidenta” Dilma Rousseff per far fronte alla crisi mondiale. E il gruppo Fiat/Chrysler ne approfitta.

”Come altre aree strategiche dell’economia nazionale – dichiara il presidente del gruppo in area latinoamericana Cledorvino Belini -  l’industria automobilistica ha meritato una politica di incentivo che stimola allo stesso tempo il consumo e l’innovazione. Come conseguenza i consumatori sono ritornati nelle concessionarie e i numeri hanno iniziato a reagire. Il mercato in effetti sta crescendo persino in relazione ai dati del 2011 che è stato un anno record”. I provvedimenti varati dal governo brasiliano comprendono, oltre ad una liberazione del credito, la storica riduzione del tasso d’interesse base del Brasile all’8,5% annuo, e la riduzione dell’imposta sui prodotti industrializzati (Ipi) fra i mesi di maggio e agosto 2012. Fino al 12 giugno il mercato brasiliano aveva registrato l’acquisto di 104mila veicoli al mese con una media diaria di 14.827 vetture, oltre mille in più al giorno rispetto all’anno scorso. La Fiat è sempre leader di mercato in Brasile da quasi 11 anni con una quota del 22,1%. “Il Brasile è ora il quarto maggiore mercato automotive mondiale – conclude Belini – Il settore rappresenta il 23% del Pil brasiliano”.

Dalla prima auto volante all’ultima Limo, al via il NY Auto Show

La celebre Limo bianca

C’è l’auto che vola, realizzata da Terrafugia, piccolo costruttore del Massachussets, agli ultimi esemplari della limousine bianca tanto amata dagli americani (e dai giapponesi per i matrimoni). C’è la mitica DeLorian di Ritorno al futuro e la Infiniti LE Concept di Renault Nissan, completamente elettrica, ma superlusso. Al via nella Grande Mela il New York International Auto Show, tradizionale banco di prova per le tre grandi dell’auto a stelle e strisce – General Motors, Ford e Chrysler – in lotta con l’avanzata dei costruttori giapponesi, europei e coreani.

Tra gli esemplari da museo in mostra la prima Cobra mai costruita, la Viper resuscitata da Chrysler e i vecchi cab gialli Chevrolet mandati in pensione dal minibus Nissan NV, nominato taxi ufficiale di New York. Sul viale del tramonto anche la Licoln Town Car, la grande berlina a trazione posteriore usata come base per le classiche limousine bianche degli Stati Uniti. Gli ultimi esemplari finiranno nei musei o forse saranno spediti in Italia e sulle strade di Miami, di Chicago e di New York saranno sostituite dalla Lincoln MKT Town Car.

Tra le novità, invece, il nuovo pick-up Ram di Chrysler, che ha ridotto il peso e tagliato i consumi del motore V6 benzina, sempre più richiesto al posto dei tradizionali (e assetati) V8.

FIAT guadagna terreno in Chrysler

Dodge

La prima vettura Fiat in produzione sotto il marchio Chrysler è una svolta che consegna al Lingotto ancora un 5% di Chrysler (da 53% a 58%). Si tratta della nuove berlina compatta Dodge in produzione a Belivedere. Competerà con Ford Focus e Honda Civic. Sarà presentata al salone di Detroit.

Sarà la prima Fiat prodotta con marchio Chrysler. L’alleanza tra Fiat e Chrysler prevede tre gradini in ognuno dei quali Fiat guadagna un 5%. Il primo è stato compiuto con la produzione e l’omologazione in USA del motore Fire. Il secondo è il generare più di 1,5 miliardi di dollari fuori dagli USA. Il terzo sarà il lancio di questa berlina.

USA: Fiat 500 supera tutti.

Fiat fa parte del gruppo Chrysler.

In settembre, negli USA, Fiat ha supetaro gli altri brand del gruppo con una media di 40 unità per dealer. Dopo Fiat: Dodge (che comprende i truck Ram) con 31 unità in media, poi Jeep (17) e Chrysler (11), per un totale di 59 unità medie mese.

Secondo Allpar.com, le vendite per concessionario della Chrysler, combinate con quelle della Fiat, supererebbero quelle della rete Toyota, Nissan e Honda.

Turk Otomobil Fabrikasi AS per la distribuzione e assistenza di Chrysler, Jeep e Dodge.

Fiat, Chrysler, Dodge.

La turca Turk Otomobil Fabrikasi AS (una JV costituita da Fiat e Koc Holding AS) si occuperà di distribuzione e assistenza per i veicoli Chrysler, Jeep e Dodge in quel mercato (dal primo gennaio 2012); riguarderà anche i servizi da erogare alle auto della Casa americana vendute in quel mercato prima del 2012.

Nel 2010 Tofas ha prodotto in totale 312.000 veicoli, il 28,5% dell’output automobilistico in Turchia.
Le esportazioni hanno raggiunto lo scorso anno 193.741 unità (2,3 miliardi di dollari).

Fiat-Chrysler potenzia la produzione Jeep a Toledo (Ohio)

Fiat punta sulla produzione Jeep.

Chrysler pensa di introdurre un secondo turno nello stabilimento di Toledo (Ohio) per rinforzare la capacità produttiva della Jeep negli Stati Uniti. Dovrebbe comportare un investimento valutato in 365 milioni di dollari e la creazione di oltre 1.100 nuovi posti di lavoro. Attualmente vi sono occupate 1.806 persone.

Marchionne dividerà il potere con 4 manager in 4 aree del mondo.

Sergio Marchionne punta a una divisione del potere più distribuita.

Marchionne, amministratore delegato di Fiat e Chrysler, prepara una nuova struttura di management per le due case per delegare parte del potere a manager regionali. Sono previste 4 aree per 4 manager: Europa, Nord America, Asia-Pacifico e America Latina.

Sarà creato uno steering commitee i cui membri potrebbero venir annunciato il 26 luglio a Belo Horizonte dove si riunirà il consiglio di amministrazione della Fiat.

Chrysler torna all’utile per la prima volta dal 2006

Sergio Marchionne, Amministratore Delegato di Fiat e Chrysler

Chrysler torna all’utile netto per la prima volta dal 2006 passando da un rosso di 197 milioni di dollari del primo trimestre 2010 a un utile di 116 milioni di dollari.

Al 31 marzo la liquidità di Chrysler risultava pari a 9,9 miliardi di dollari a fronte dei 7,3 miliardi di dollari del dicembre 2010. Ha  venduto 394.000 auto nel primo trimestre, in aumento del 18% rispetto ai 334.000 dello stesso periodo dello scorso anno.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner