Articoli marcati con tag ‘città metropolitana’

La città metropolitana di Napoli nel contesto della Regione Campania

La sala congressi del Museo di Pietrarsa ha ospitato stamattina il convegno “La Città Metropolitana di Napoli nel contesto della regione Campania”, la conferenza di presentazione del Programma Nazionale 2016-2018 della Associazione Quale Velocità, Quale Città (QVQC).

All’importante momento di confronto su tematiche cardine per la interconnessione del territorio alle reti europee sono intervenuti – oltre ai rappresentanti di Enti ed Istituzioni locali – Carlo De Vito, Amministratore delegato di FS Sistemi Urbani e presidente di QVQC, Francesca Moraci, Vicepresidente del GIS QVQC e docente ordinario di Urbanistica e membro del Consiglio di Amministrazione di Anas, Margherita Migliaccio, Direttore Generale per lo Sviluppo del Territorio, Programmazione e Progetti Internazionali del Ministero Infrastrutture e Trasporti, Francesco Coppola, Vicepresidente del GIS QVQC, e Barbara Acreman, Dirigente V Divisione del MIT.

Passati in rassegna i molteplici ambiti di studio del Laboratorio e lo stato dell’arte delle infrastrutture, tra le quali la nuova stazione AV Napoli Afragola e il suo importante ruolo strategico di collegamento e interscambio nel Corridoio Scandinavo Mediterraneo sull’asse Nord – Sud.

Il programma delle attività da intraprendere sarà coordinato da QVQC che indicherà Promotori-Organizzatori, Gruppi di Studio, di Proposta e Progetto, metodo di lavoro, costi, obiettivi attesi e strumenti di comunicazione.

“Il progetto QVQC – ha affermato Carlo De Vito – è di grande interesse per l’individuazione di opportunità di crescita e sviluppo dei territori per l’effetto delle opere connesse all’Alta Velocità/Alta Capacità, in linea con il nuovo piano industriale di Ferrovie dello Stato Italiane che fa dell’integrazione modale uno degli obiettivi più importanti”.

“Il Nodo di Napoli – ha dichiarato Francesca Moraci – è centrale e strategico in un’ottica di collegamenti trasportistici europei. Il Laboratorio Territoriale QVQC – Città Metropolitana di Napoli nel contesto della regione Campania si propone quindi di studiare l’ottimale integrazione logistica e trasportistica a livello Ambientale, Territoriale, Metropolitano ed Urbano dell’attraversamento, nella regione Campania, del Corridoio TEN-T Scandinavo Mediterraneo. Lo studio, al fine di fornire risposte congrue alle esigenze di sviluppo socio-economico, affronta le politiche per la mobilità ed il trasporto integrato dell’Unione Europea e Nazionale ai livelli Regionale, Metropolitano ed Urbano”.

EIRE, FS Italiane: l’Alta Velocità e i nuovi rapporti tra le città metropolitane

Capire come l’attivazione dell’Alta Velocità in Italia ha modificato il rapporto tra le città, in particolare quelle metropolitane, e i loro territori: questo l’obiettivo del convegno organizzato oggi da FS Italiane nell’ambito di EIRE, la fiera internazionale del Real Estate.

Michele Mario Elia, AD di FS Italiane, ha aperto i lavori della tavola rotonda dal titolo Istituzione Città Metropolitana. La funzione connettiva dell’Alta Velocità: nodi di interscambio, sottolineando il ruolo e l’importanza che il sistema AV ha oggi nella mobilità del Paese. Il network AV/AC Torino – Milano – Bologna – Firenze – Roma – Napoli – Salerno, completato nel 2009, ha avviato una profonda trasformazione nel settore dei trasporti pubblici, una rivoluzione della mobilità italiana che ha dato un nuovo passo alla vita culturale e sociale del Paese, trasformando le principali città in quartieri di un’unica, grande metropoli. Un’opera che ha avuto un grosso impatto anche sullo sviluppo urbanistico e immobiliare delle città raggiunte, trasformando le abitudini di viaggio e di vita degli italiani.
Durante il convegno sono intervenuti Alberto Cavalli, Assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità della Regione Lombardia, Stefano Lo Russo, rappresentante dell’ANCI, Paolo Desideri (UniRoma 3, progettista della stazione Roma Tiburtina AV), Ennio Cascetta (Università Federico II, Napoli) e Oliviero Baccelli (CERTeT Bocconi). A coordinare i lavori, Carlo De Vito, AD di FS Sistemi Urbani.
I relatori, ognuno dal proprio punto di vista, hanno sottolineato quanto le stazioni siano diventate di fatto punti strategici fondamentali e come le aree in cui gli scali ferroviari si trovano abbiano acquisito sempre più rilevanza nell’organizzazione della vita delle città. Hanno poi messo in risalto i vari benefici dell’AV per la collettività, come la diminuzione dei tempi di viaggio, la creazione di nuova domanda di trasporto, anche da parte dei turisti stranieri, la diminuzione dei costi medi per passeggero del 30%, l’incremento del valore delle aree immobiliari intorno alle stazioni, e non ultimo il risparmio per l’ambiente in termini di CO2.
L’appuntamento di oggi è uno dei più significativi organizzati nell’ambito di EIRE, dove FS Italiane ha presentato anche la propria rete di sviluppo immobiliare: 4 milioni di metri quadri di aree e spazi di diverse tipologie, in vendita o affittabili, su tutto il territorio nazionale.
L’offerta di FS Italiane, proposta al mercato attraverso le Società FS Sistemi Urbani e Ferservizi, si contraddistingue per la dislocazione capillare delle aree in vendita e degli spazi commerciali da allocare, dal Nord al Sud, isole comprese. A caratterizzare l’offerta anche la centralità di tali aree nelle città, grazie alla vicinanza con le stazioni ferroviarie e il pregio intrinseco di far parte di un tessuto urbano già esistente, che non obbliga, quindi, a consumare nuovo suolo.
Nello stand di FS Italiane sono presentati i più importanti progetti immobiliari che il Gruppo ha oggi in corso, attraverso FS Sistemi Urbani, con una particolare attenzione alle città metropolitane che si stanno costituendo: Genova, Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Bari e Reggio Calabria.
Le offerte spaziano dalla vendita dei lotti adiacenti la stazione di Roma Tiburtina AV alla disponibilità di aree e immobili al centro di Torino; dai quasi 100mila m2 destinati a edilizia residenziale e social housing di Bologna Ravone al piano di recupero per le aree ferroviarie vicine al Nuovo Parco della Musica a Firenze Porta al Prato; dalla riqualificazione delle aree adiacenti la stazione di Venezia Mestre al nuovo sviluppo delle aree nell’ambito della stazione di Napoli Centrale.
Presente ad EIRE anche la Fondazione FS Italiane, con l’affitto degli spazi del Museo Ferroviario di Pietrarsa: locomotori e carrozze d’epoca possono infatti diventare uno scenario d’eccellenza per eventi e manifestazioni.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner