Articoli marcati con tag ‘concorrenza’

ANCIP, ANGOPI, ASSITERMINAL, ASSOLOGISTICA, ASSORIMORCHIATORI, FEDERIMORCHIATORI: UNANIME DISSENSO

Le Associazioni Nazionali rappresentative delle imprese, dei servizi e del lavoro nei porti italiani ANCIP, ANGOPI, ASSITERMINAL, ASSOLOGISTICA, ASSORIMORCHIATORI, FEDERIMORCHIATORI, a conclusione del Convegno sul tema “Il futuro dei porti italiani lavoro ed imprese al centro della Riforma”, organizzato a Roma il 18 febbraio, esprimono unanime dissenso sul contenuto del disegno di legge in materia di concorrenza, elaborato dal Ministero delle Sviluppo economico, perché in totale distonia con il lavoro di questi anni, sviluppatosi sia in sede istituzionale che all’interno del cluster marittimo-portuale. Pertanto si chiede al Governo di soprassedere sull’iniziativa di introdurre all’interno di detto DDL norme in materia portuale.

Dichiarazione del Presidente di Ntv Antonello Perricone

«Abbiamo ascoltato dal presidente dell’Authority un discorso ineccepibile, belle e
condivisibili intenzioni per il futuro. Noi ci auguriamo che da queste, si passi il
più velocemente possibile alla pratica. E per noi è già molto tardi. A parole, e in
sede elettorale, tutti sono sempre a favore della concorrenza, quando però occorre
dimostrarlo nei fatti, arrivano i problemi.
Per esempio, ci chiediamo se il Presidente Renzi sia a conoscenza delle conseguenze
del provvedimento sull’energia del suo governo, con il quale si mette a tappeto la
concorrenza nel trasporto viaggiatori sull’Alta Velocità.
Caricare su Ntv, così come prevede il decreto, un costo di circa 20 milioni di euro
annui per i maggiori oneri della bolletta elettrica, significa cambiare, in corsa e
in peggio, le regole del gioco e aprire le porte al ritorno di una situazione di
monopolio. Questo governo, in una situazione economica di crisi già tanto grave,
vuole davvero mettere a rischio un miliardo di euro di investimenti privati e oltre
mille giovani lavoratori? Se è davvero così, si assume una responsabilità
gravissima: uccidere la concorrenza e tornare al Medioevo del trasporto ferroviario.
Francamente, le attese su questo governo erano ben altre, non certo quelle di
azioni, così dure, contro il libero mercato».

FS Italiane, soddisfazione per esito positivo procedimento Antitrust, senza accertamento infrazione

In relazione alla positiva conclusione, senza accertamento di infrazione, dell’istruttoria avviata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) il 22 maggio 2013, il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane esprime soddisfazione per l’esito reso noto oggi dalla stessa Autorità.
Infatti, l’esito conferma la correttezza complessiva dei comportamenti adottati dalle singole Società del Gruppo FS Italiane, nella fase delicata e nuova di avvio dell’apertura alla concorrenza del mercato del trasporto ferroviario passeggeri nel segmento alta velocità: unico esempio al mondo.
È in questo quadro che, al fine di superare ogni dubbio in merito alla buona fede sul loro operato, le singole Società coinvolte nel procedimento hanno autonomamente ritenuto di proporre una serie di impegni che realizzano comportamenti particolarmente virtuosi e volti ad incentivare la concorrenza fra operatori del settore, trovando riscontro positivo nelle valutazioni dell’Autorità.
In relazione poi alle due nuove procedure avviate dall’Antitrust, confidiamo che l’esito degli accertamenti, ancora una volta, attesti il buon operato delle Società interessate.

Meridiana cancella due voli da Bari, “Colpa dei low cost”

Meridiana contro Ryanair

Dal 16 settembre Meridiana Fly cancellerà i collegamenti Bari-Verona e Bari-Milano Linate. Colpa dei low cost, o meglio, colpa “dell’utilizzo dei contributi locali erogati dagli aeroporti ad alcuni vettori low cost”, che, secondo la compagnia aerea, “avviene in modo non trasparente”. Un attacco rivolto soprattutto a Ryanair, che opera 3 voli giornalieri da Bari a Milano-Bergamo. Meridiana annuncia che procederà alla “verifica dettagliata delle condizioni competitive presenti in ogni singolo aeroporto”. Il Gruppo minaccia di interrompere completamente la programmazione, in caso rilevasse distorsioni e intanto chiama in causa l’Ue.

I due voli da Bari al Nord Italia saranno eliminati da metà mese: “fondi destinati allo sviluppo di rotte internazionali vengono utilizzati anche per sostenere l’attività su rotte nazionali e già servite da vettori italiani – spiega la nota, facendo l’esempio della Verona-Bari -. Tali iniziative non sviluppano nuovo traffico e alterano la concorrenza. Estendendo il caso Verona agli altri aeroporti che utilizzano questi schemi, il contributo complessivo per anno alla sola Ryanair è superiore a 300 milioni”. Trattandosi di aeroporti in massima parte pubblici, “tali schemi si possono configurare come ‘aiuti di Stato’ – attacca Meridiana – di qui la denuncia alla Comunità Europea”.

Il caso Tirrenia al vaglio dell’Ue

Tirrenia sotto la lente

Restano accesi i riflettori dell’Unione Europea sul caso Tirrenia. L’indagine aperta sulla privatizzazione, fa sapere il portavoce per la concorrenza Joaquin Almunia, resterà aperta finché non sarà chiarito se l’operazione è stata realizzata ricorrendo ad aiuti di Stato in violazione delle norme comunitarie.

Nel mirino di Bruxelles, in base all’indagine ufficializzata all’inizio di ottobre dello scorso anno, ci sono in particolare le compensazioni per obblighi di servizio pubblico corrisposte alle società dell’ex gruppo di Stato che, secondo la Commissione europea, potrebbero costituire un indebito vantaggio rispetto alla concorrenza. In gioco ci sarebbero complessivamente alcune centinaia di milioni di euro di aiuti che rischiano di essere giudicati non conformi alle norme Ue.

Nel frattempo Cin, la compagnia di navigazione che ha preso le redini di Tirrenia, ha convocato i sindacati per il primo agosto per approfondire le tematiche relative alle azioni di rilancio dell’azienda.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner