Articoli marcati con tag ‘del rio’

Catania sede dell’Autorità di Sistema Portuale di Sicilia Orientale

Il ministro dei Trasporti Graziano Delrio ha firmato il decreto con cui si stabilisce che il capoluogo etneo sarà il punto nevralgico del ‘Sistema portuale del Mare di Sicilia Orientale’. Il sindaco Enzo Bianco ha espresso la sua “soddisfazione”. “Catania – ha detto – sarà per i prossimi due anni la sede dell’Autorità di Sistema Portuale, un ulteriore, importante riconoscimento per la nostra città grazie alla credibilità che in questi anni ha conquistato a livello nazionale e internazionale. Il porto di Catania cresce, una crescita che punta anche sulla piena sinergia con quello di Augusta, entrambi punti strategici per lo sviluppo economico del Distretto del Sud Est, il più produttivo e attivo dell’intera Sicilia”.

“Il Porto di Augusta – ha aggiunto Bianco – è una delle strutture più importanti del Sud Italia e la sua unione con quello di Catania, ognuno con e le sue competenze e specialità, può far nascere un grande sistema portuale. La posizione strategica lo consente, l’impegno e la professionalità lo rendono possibile e adesso, finalmente, ci sono anche le condizioni amministrative e organizzative”. “Un ruolo importante – ha continuato il sindaco di Catania – lo hanno svolto il Governo Regionale guidato dal presidente Rosario Crocetta e, in particolare, ha dato un forte contributo l’assessore alle Infrastrutture Giovanni Pistorio. Insomma la nascita dell’Autorità di sistema permette di sviluppare ancora di più ed esaltare le potenzialità dei nostri porti”. Nei mesi scorsi il sindaco di Catania e quello di Augusta, Maria Concetta Di Pietro, si sono incontrati proprio per sviluppare una collaborazione sempre più concreta ed efficace

Rilancio dei traffici: una cura del “ferro” per il porto di Napoli.

“Siamo certi che le decisioni del Ministro Del Rio porteranno a Napoli un Presidente
dell’Autorità di Sistema di grandi competenze, in grado di dare, finalmente, un
reale impulso allo sviluppo dei traffici.
Per anni si è pensato esclusivamente a risolvere problemi strutturali con soluzioni
a breve termine. Occorre una visione che proietti lo scalo partenopeo sui mercati
internazionali intraprendendo da subito scelte strategiche. Tutti gli scali italiani
che hanno una significativa crescita continuano ad investire nel ferroviario
operando politiche di sviluppo che migliorano i collegamenti e l’operatività del
porto.

Operiamo con la Servizi Ise per le manovre dei carri in porto e nonostante i grandi
sforzi imprenditoriali non abbiamo visto attuare una vera politica progettuale di
sviluppo ferroviario nonostante questo scalo abbia un collegamento diretto a tutta
la rete ferroviaria nazionale, particolare importantissimo che darebbe grande appeal
al porto sul mercato internazionale dei grandi player del trasporto.” Dichiara
Salvatore Antonio de Biasio, Presidente Interporto Sud Europa.

 “Con viva soddisfazione apprendiamo che i dragaggi andranno a gara prossimamente e
di seguito si lavorerà alla cassa di colmata del terminal container di levante ma
nel mentre è indispensabile attuare in tempi brevi una serie di misure di
competenza dell’AP per consentire un maggior e miglior sviluppo del “ferro” in
porto per far defluire le merci più rapidamente.

Incentivare l’utilizzo della ferrovia non solo scongiurerebbe altre crisi con gli
autotrasportatori (per le attese inconcepibili in entrata ed in uscita dei tir) come
quella delle scorse settimane ma si farebbe anche un passo verso l’alleggerimento
dell’inquinamento che, va ricordato, dipende solo in minima parte dai motori delle
navi in banchina mentre il vero problema è dato dalle migliaia di passaggi camion ai
varchi concentrati – conclude De Biasio - nei giorni e nelle ore di permanenza a
banchina delle grandi portacontainer.”

Presidente Riggio chiede convocazione Conferenza Servizi per gara rotte onorate Lampedusa e Pantelleria per triennio 2017-2019

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio rende noto di aver chiesto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio di convocare al più presto la Conferenza di Servizi tra il Ministero stesso, la Regione Siciliana e l’ENAC, con la partecipazione dei sindaci di Lampedusa e Pantelleria, per determinare il bando di gara finalizzato all’attivazione, per il triennio 2017 – 2019, dei collegamenti con le isole minori della Sicilia, in regime di oneri di servizio pubblico.
Dato che la Commissione Europea chiede sei mesi solo per la pubblicazione del bando, si rende necessario un pronto avvio delle procedure al fine di evitare interruzioni di un servizio importante, a salvaguardia del diritto alla mobilita dei residenti delle due isole.
Considerato, pertanto, che l’ENAC ha già messo a disposizione del Ministero circa 7 milioni di Euro di proprie risorse da destinarsi alle rotte onerate da e per Lampedusa e Pantelleria, e che la partecipazione economica della Regione Siciliana è di 12 milioni di Euro, il Presidente Riggio chiede al Ministro Delrio di individuare nel bilancio dello Stato le rimanenti risorse, di circa 15 milioni e mezzo di Euro, per assicurare la copertura per il triennio 2017 – 2019.
Il Presidente Riggio esprime la propria convinzione che il Governo Renzi garantirà le rotte onerate con le due isole minori della Sicilia, come avviene già da circa 10 anni, con indubbi effetti positivi sia sui residenti di Lampedusa e Pantelleria, sia sul turismo e sull’economia del territorio.

Avvio privatizzazione FS Gli operatori logistici sostengono Governo e MIT

L¹avvio del processo di privatizzazione delle
Ferrovie dello Stato Italiane, potrebbe rappresentare l¹inizio di una nuova
fase per il rilancio del trasporto ferroviario in Italia.

Da troppi anni, infatti, il settore ferroviario risente negativamente della
mancanza di scelte chiare e condivise a favore di una maggiore competitività
del servizio di trasporto delle merci. Una competitività di cui potrà
beneficiare l¹intero sistema economico italiano sia esso rappresentato dalle
aziende manifatturiere importatrici o, più in generale, dai consumatori e da
tutti i soggetti che richiedono sempre di più soluzioni logistiche
sostenibili dal punto di vista ambientale.

ANITA, Assologistica, Conftrasporto e FerCargo, in rappresentanza
dell¹offerta di servizi logistici in Italia, pertanto esprimono pieno
apprezzamento e sostegno alla scelta comunicata dal Ministro delle
Infrastrutture e Trasporti, Graziano Delrio, sulla privatizzazione del
gruppo FS e condividono, in particolare, l¹azione che il Governo intende
compiere scorporando la società RFI dall¹operatore ferroviario Trenitalia, a
vantaggio di una completa indipendenza e terzietà del gestore della rete
rispetto a tutti gli operatori ferroviari ed intermodali operanti sul
mercato del trasporto merci.

Le Associazioni, pronte e disponibili ad ogni possibile confronto sul tema,
auspicano un processo veloce ed efficace, anche alla luce delle attuali
condizioni economiche mondiali, ed in particolare italiane, per le quali la
ferrovia rappresenta un¹opportunità per acquisire nuove quote di mercato
rispetto ai flussi commerciali scambiati con principali mercati del centro e
Sud Europa.

Serracchiani: la riforma dei porti è un evento di grande portata

Dopo decenni l’Italia si dota di un piano della portualita’ e della logistica, e cio’ va considerato un evento di grande portata in un settore strategico segnato dall’immobilismo”. Lo afferma la vicesegretaria del Pd Debora Serracchiani, commentando il ddl sulla portualita’ approvato oggi dal Consiglio dei Ministri.
Sottolineando che “il piano tiene conto di molte suggestioni, analisi ed esigenze gia’ fatte proprie dal Pd nel corso di un lavoro di mesi” Serracchiani ha osservato che “il documento ha le caratteristiche giuste per aiutare il sistema Italia a rafforzare i legami con le reti di trasporto dell’Unione Europea”.
“Con le novita’ che saranno introdotte in materia di servizi nautici, di snellimento doganale e di controlli unici – ha aggiunto – i sistemi logistico-portuali potranno meglio attrezzarsi per competere con i grandi porti del Nord Europa e del Sud Mediterraneo”.
“Adesso attorno a questo piano si apre adesso l’iter della discussione che – conclude Serracchiani – confido sara’ utile e approfondita”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner